Cosa fare

Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Eventi / Manifestazioni e Iniziative / Sagra Musicale Malatestiana - Progetti collaterali

Sagra Musicale Malatestiana - Progetti collaterali

Hyperion di Bruno Maderno
Telefono: 
0541 704294 -704296
Località: 
Complesso degli Agostiniani, Sala Pamphili, via Cairoli, 40 - Rimini centro storico

La Sagra Musicale Malatestiana affida al giovane gruppo teatrale Muta Imago un nuovo allestimento di Hyperion di Bruno Maderna, presentato dallo stesso autore ad ogni nuova rappresentazione in forma sempre diversa. Il lavoro di allestimento è inteso dai Muta Imago come una riappropriazione di un’opera che non può essere fermata in maniera definitiva e che - profittando della polarità tra corpo e strumenti, fra i materiali concreti segnati dal flauto, le voci, i nastri magnetici - liberi in forma nuova la potenzialità drammaturgica sognata mezzo secolo fa da Bruno Maderna per dare una forma all’ineffabile destino dell’artista cantato da Friedrich Hölderlin. Firmato da Claudia Sorace e da Riccardo Fazi di Muta Imago, Hyperion di Bruno Maderna debutterà il 26 settembre 2015 (replica il 27) con il soprano Hanne Roos, la flautista Karyn de Fleyt, il live electronic di Juan Parra Cancino e il performer Jonathan Schatz. La performance è realizzata in collaborazione con Roma Europa Festival.

Periodo di svolgimento: 
sabato 26 e domenica 27 settembre 2015
Orario: 
alle 21.30
Ingresso: 
€ 12
Tariffe ridotte: 
€ 8 ai possessori della CultCard
Notizie aggiuntive: 

Continua e si rafforza così il cammino di ricerca e le sfide drammaturgiche lanciate dalla Sagra Musicale Malatestiana avviato con la messa in scena del Diario di uno scomparso di Janacek e continuato negli anni seguenti con La Bellezza ravveduta di Handel, Water Passion di Tan Dun, Kafka Fragmente di Kurtag, il Canto dell’Alfiere Christoph Rilke di Martin e Ullman proposti dal regista Denis Krief sempre nella Sala Pamphili del  Complesso degli Agostiniani. La morte di Virgilio di Barraqué presentato dal Teatro Valdoca, Harawi di Messiaen nella nuova produzione realizzata dai Santasangre  - ripreso a Roma Europa Festival - il Palazzo di Atlante di Luigi Rossi affidato ad Anagoor nel Cantiere del Teatro Galli, Suite Michelangelo di Sostakovic secondo Città di Ebla – già riproposto in questa stagione a Forlì, Faenza e in cartellone per Emilia Romagna Festival - e la stagione scorsa King Arthur di Purcell affidato ai Motus – coprodotto con Roma Europa Festival e prescelto per inaugurare a Bologna il prossimo ottobre la rassegna Musica Insieme. Le riprese in rassegne e festival degli spettacoli prodotti a Rimini dimostrano come la Sagra Musicale Malatestiana sia diventata un punto di riferimento nazonale per la ricerca di nuovi repertori sia nell’ambito della musica antica che in quello della musica contemporanea – in stretta connessione con la valorizzazione di nuove realtà teatrali che offrano un originale risalto alle partiture e ne permettessero una circuitazione aperta a intercettare nuovi segmenti di pubblico.

Data ultimo aggiornamento 17/08/2015 - 09:43