Guida pratica

Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

Arco d'Augusto

Monumento simbolo della città
Indirizzo: 
Corso d'Augusto - Rimini

Edificato nel 27 a.C. in onore di Cesare Ottaviano Augusto è il più antico degli archi romani superstiti e sorge nel punto d'incontro tra la via Flaminia (che collegava Rimini a Roma) e la Via Emilia.

Costruto in pietra d'Istria, il fornice misura m. 8,84 con una profondità di m. 4,10 ed un altezza di m. 10,40. L'architettura è esaltata da un ricco apparato decorativo, carico di significati politici e propagandistici. L'apertura del fornice, talmente ampia da non poter essere chiusa da porte, ricordava la pace raggiunta dopo un lungo periodo di guerre civili.
Tra la ghiera dell'arco ed i capitelli, di ordine corinzio, si possono ammirare (in quattro clipei) quattro divinità: Giove, padre di tutti gli dei, massima divinità dei romani; Nettuno, dio italico, di tutte le acque; Apollo, figlio di Giove, protettore della salute; Minerva, potrettrice della città di Roma, delle arti e dei mestieri.
Su entrambe le facce dell'Arco sono collocate due teste di bue che attestano simbolicamente la qualità di colonia romana della città di Rimini.

I lavori di isolamento del 1937-39 portarono alla constatazione che l'arco era una porta urbana legata sui due fianchi con le mura della città.
Secondo la tradizione, sulla sommità dell'Arco si dice ci fosse una quadriga marmorea guidata da Augusto.
Durante il Medioevo l'arco, che era conosciuto con il nome di porta Aurea, fu smantellato nella parte superiore. L'attuale merlatura venne costruita nel sec. X.

L'arco d'Augusto restaurato in tempi recenti, è tornato al suo antico splendore.

Come arrivare: 
Si raggiunge dal mare, in auto, percorrendo via Tripoli e portandosi sulla via XX Settembre (l'inizio della via Flaminia) a cui fa da suggestivo fondale, oppure a piedi o in bicicletta percorrendo le piste ciclabili che da piazza Kennedy si snodano nel verde del parco Cervi fino all'Arco.
Notizie aggiuntive: 
L'iscrizione sull'attico dell'arco dichiara: Il Senato e il Popolo Romano dedicano questo monumento all'Imperatore Cesare Ottaviano, figlio del divo Giulio Cesare, sette volte imperatore, sette volte console e designato per l'ottavo consolato in occasione del restauro della via Flaminia e delle altre più frequentate via d'Italia, da lui stabilito e ordinato.
Area turistica: 
mare e costa adriatica
Data ultimo aggiornamento 20/09/2016 - 17:56