Guida pratica

Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Guida pratica / Scopri il territorio / Itinerari e visite / I Sentieri Storici di Covignano

I Sentieri Storici di Covignano

Telefono: 
0541/704112 (Urp) - 0541/704713 (Assessorato Politiche Ambientali)

Nel 2006 l'Assessorato alle Politiche Ambientali ha completato il progetto di recupero e valorizzazione dei Sentieri storici e naturalistici del comune di Rimini.
L’intervento ha risistemato e attrezzato i principali sentieri sui colli di Covignano, Spadarolo e Vergiano, con l’obiettivo di restituire a residenti e turisti parti del territorio cittadino ricco di bellezze naturali e culturali non sempre conosciute.
Si tratta per lo più di percorsi pedonali, sui quali è interdetto il passaggio a veicoli a motore, che mettono in collegamento sentieri di antica origine e altri più recenti.
L'intento è quello di creare un percorso turistico-didattico dal Paleolitico ad oggi, passando, tra scoperte archeologiche, ville storiche, edifici di culto, flora, fauna, realtà agricole ed agrituristiche ancora esistenti.

Fra le emergenze naturali e culturali più significative si trovano:
gli alberi monumentali di S. Fortunato, con un tiglio del 1600;
il bosco del convento di S. Maria delle Grazie;
la chiesa di S. Fortunato S. Maria Annunciata Nuova di Scolca (1418);
la chiesa di S. Maria della Neve di Vergiano (1523);
la chiesa di S. Maria in Paterno di Spadarolo (Sec. XII);
il Colle Paradiso;
il Convento dei Girolomini (1393);
Convento di S. Maria delle Grazie;
le fonti del Covignano;
la fonte della Galvanina;
il Fosso Paduli;
le grotte naturali;
gli insediamenti del colle Paradiso;
il mulino Cantelli (già degli Olivetani);
il Palazzo Altavilla (1920 circa);
la Pieve di S. Lorenzo in Monte (Sec. XII);
la quercia di S. Lorenzo (1820 circa);
la Tomba Malatesti (sec. XIV);
la Tomba di Vergiano (sec. XV);
o le diverse ville storiche Baldini (o la Carletta), il Castellaccio, Mattioli, Mazzini, Miramare, Ruffi, del Seminario o del Vescovado, Villa Valloni Cantelli (sec. XVIII).

Lungo i sentieri sono state collocate delle aree di sosta, con panchine e tavoli ed una cartellonistica informativa costituita da bacheche di inizio percorso, cartelli esplicativi e frecce direzionali

Data ultimo aggiornamento 25/10/2016 - 09:54