Guida pratica

Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

Palazzo Valloni - Cinema Fulgor

Il Cinema frequentato da Fellini e futura Casa del Cinema
Indirizzo: 
Corso d'Augusto n.162, Rimini

L'edificio si trova in Corso d'Augusto n.162 e fu di proprietà dei nobili fratelli Demofonte ed Aurelio Valloni. Lo stabile in seguito al terremoto, nel 1787, fu ricostruito nella facciata su disegno dell'architetto Giuseppe Valadier. Il palazzo in seguito ha subito pesantii rimaneggiamenti.
Nel 1920 è stato realizzato il cinema Fulgor da Addo Cupi.

Il cinema Fulgor è un luogo che ha sempre affascinato Federico Fellini che da ragazzo lo frequentava e che lo ha evocato nei sui film come "Amarcord" e "Roma".
Il cinema, chiuso al pubblico da diversi d'anni, è destinato a diventare la nuova 'Casa Fellini' o Casa del Cinema, con un Museo Fellini, che ospitera' anche la Cineteca comunale e una sala per proiezioni.

All’inizio dei lavori di ristrutturazione la facciata di Palazzo Valloni è stato ricoperta con raffigurazioni dei film di Federico Fellini: lunghe strisce di pellicola con i fotogrammi delle opere del grande Maestro riminese ideati dallo scenografo Dante Ferretti.

I lavori proseguono e nel dicembre 2011, la facciata cambia e viene ricoperta da 3 pannellature dedicate a Federico Fellini. Si tratta di riproduzioni dell’artista riminese Eron, al secolo Davide Salvadei, ormai da tempo lanciato internazionalmente nel mondo della writing art, che a Rimini e alla sua storia ha dedicato molti dei suoi lavori, dall’intervento di pannellatura del molo di destra al manifesto dell’immagine turistica della città del 2011. Tre opere in bianco e nero, così come le immagini che allestiranno le tre vetrinette esterne tratte da foto di scena del grande regista riminese scelte dalla Fondazione Fellini.

In aprile 2013, in occasione della mostra di Paolo Ventura alla Fabbrica Arte Rimini, saranno le visioni artistiche di questo artista a decorare il cantiere del cinema Fulgor. Si tratta di gigantografie che richiamano gli scenari del primo ‘900, con un occhio relativo al circo e al teatro di strada, che intercettano lo spirito del mondo poetico di Federico Fellini.

Attualmente i lavori procedono con regolarità e l’ultimazione è prevista nel maggio del 2015.
 


Data ultimo aggiornamento 21/09/2016 - 10:33