Guida pratica

Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Guida pratica / Scopri il territorio / Arte e cultura / Il Faro e l'antico porto canale

Il Faro e l'antico porto canale

Il cuore pulsante della vita della Marineria riminese
Indirizzo: 
Via Destra del Porto - Rimini

Su largo Boscovich, il piazzale del porto, domina il bianco Faro settecentesco che sorveglia il porto-canale, un tempo tratto di foce del fiume Marecchia, deviato più a nord nel 1972. Simbolo della Marineria, è alto oltre 27 metri ed ha una portata luminosa di 15 miglia nautiche.  Il Faro è a ottica rotante; attivato nel 1862, è costituito da una torre bianca quadrangolare su base tronco piramidale, con terrazza.
Il Servizio del Faro e del Segnalamento Marittimo è affidato al Comando Zona Fari di Venezia.

La "palata" del porto è la meta prediletta dai riminesi per una passeggiata ed è proprio qui che Federico Fellini immaginava l’apparizione notturna del transatlantico Rex. 

Dalle banchine i pescatori salpano con le barche per la pesca delle "poveracce" (vongole) e rientrano al tramonto seguiti da stormi di gabbiani.

Sul lato opposto del porto canale, sulla Sinistra del porto, si sviluppa San Giuliano Mare e la Marina di Rimini, la nuova darsena inaugurata nel 2002.

Il prolungamento dei moli, iniziato nel Settecento, ha contribuito all'espansione della spiaggia. Oggi sulla punta del molo di Levante, capeggia la "sposa del Marinaio", opera dello scultore Umberto Corsucci, per ricordare le donne che sulle banchine del porto attendevano i loro uomini dal lavoro in mare e per rendere omaggio ai pescatori non più tornati. 

Data ultimo aggiornamento 20/09/2016 - 17:41