Guida pratica

Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Guida pratica / Divertimento e relax / Tempo libero / Parco tematico dell'Aviazione

Parco tematico dell'Aviazione

In mostra una rara rassegna d'aerei del dopoguerra e oggetti unici ed originali
Indirizzo: 
Via S. Aquilina, 58 - Rimini
Telefono: 
0541/756696
Fax: 
0541/905148
Orario feriale: 
dal 1° aprile: 9 - 18 (Luglio e Agosto aperto fino alle 19)
Orario festivo: 
dal 1° aprile: 9 - 18 (Luglio e Agosto aperto fino alle 19)
Periodo di apertura: 
annuale - periodo invernale (da metà ottobre al 1° aprile) aperto domenica 10 - 16, o su prenotazione per gruppi
Orario biglietteria: 
la biglietteria chiude un'ora prima del Museo
Gratuità: 
sotto i 6 anni
Come arrivare: 
zona S. Aquilina, Superstrada Rimini - San Marino Km. 8,5

Il Parco Tematico dell’Aviazione di Rimini è stato inaugurato il 2 Aprile 1995.
Sorge su un terreno collinare di circa 100.000 mq., e offre ai visitatori una rara rassegna d’aerei che hanno caratterizzato i momenti più significativi del dopoguerra.
Gli oltre cinquanta velivoli esposti sono stati, infatti, i protagonisti dei conflitti (Corea, India-Pakistan, Vietnam, Iran-Iraq, Golfo, Afganistan, Bosnia) o dei contrasti (U.S.A.-Libia, Cina-U.R.S.S.) degli ultimi cinquant’anni.
Sono esposti su verdi aiuole e il percorso che li affianca si snoda per una lunghezza totale di oltre due chilometri; si può avvicinare all’aereo che appartenne a Clark Gable, sul quale volarono personaggi come Marylin Monroe, John e Ted Kennedy, Frank Sinatra e Ronald Reagan.
Si possono ammirare da vicino la serie dei MiG sovietici (unica in Italia con i MiG-15, 17, 19, 21 e 23), i Sukhoi SU-7 e SU-17, l’Antonov AN-2, l’Ilyushin Il-28 e gli antagonisti occidentali come gli italiani Fiat G-91, G- 46, Piaggio P-166, P-148, i caccia americani F-104 Starfighter, A-7 Corsair II, Phantom F-4, i Republic F-84F e RF-84F, il DC-3 Dakota, il North American T-6 Texan e l’inglese Gloster Javelin. Inoltre, ci sono il famigerato Scud iracheno e batterie missilistiche (Sam-2 e Scud) e contraeree come l’88 tedesco usato da Rommel in Africa e altri mezzi che hanno servito le aeronautiche di tutto il mondo.
Si ricordano tutti i piloti col Monumento all’Aviatore, imponente ed emozionante, opera del famoso Arch. Ilario Fioravanti e la tragedia di Ramstein del 1988, con un complesso costituito dalla stele che ricorda i caduti, concepita dalla Direzione e il Monumento, che racchiude il più significativo dei resti degli MB.339 della Pattuglia Acrobatica Nazionale realizzato dallo Stato Maggiore dell’A.M.I.

Concluso l’itinerario esterno, è possibile visitare il grande padiglione coperto che ospita ciò che il più delle volte non è conservato in nessun’altra parte dell’Italia e del mondo: dal principio del secolo scorso ai nostri giorni, dai nostri piloti e tecnici di volo. Infine, per un periodo limitato, all’interno del caveau armato saranno in mostra numerose medaglie d’oro riguardanti il ‘900 italiano (Re Vittorio Emanuele III e l’Impero, il ventennio Fascista e B. Mussolini, la II Guerra Mondiale, i viaggi dei Pontefici, le conquiste in Pace).

Oltre a tutto ciò, rigorosamente originale, sono stati esposti, degli aerei ormai irrimediabilmente perduti, o alcune parti di essi o i modelli in scala ridotta. In un’apposita sala poi, sono proiettati dei filmati con le immagini riprese dagli operatori cinematografici dell’epoca.
La durata della visita al Parco Tematico dell’Aviazione può variare da un minimo di due ore in avanti.

Nella sua costante evoluzione il Parco Tematico è posto tra le più importanti strutture di questo tipo in Europa per il grande numero di mezzi e la loro varietà.
Ha acquisito vere e proprie testimonianze della nostra storia aeronautica. Tra gli aerei di più recente acquisizione, oltre ad alcune varianti, va annoverato un imponente Fiat G.222, aereo militare da trasporto di notevoli dimensioni e quello del DH-100 "Vampire", aereo che ha prestato servizio nell’A.M.I. per diversi anni. Questo aereo, oramai divenuto piuttosto raro, porta le insegne della vicina Svizzera, che l’ha avuto in linea di volo per un certo periodo.
Per accontentare gli appassionati, al celebre T55 sovietico sono affiancati due autoblindo inglesi degli anni ’50 equipaggiate col celebre motore "Rolls Royce" e dei Flextrac Nodwell canadesi, cingolati difficilmente reperibili sul mercato nazionale poiché erano usati su terreni innevati e non erano usati dalle Forze Armate Italiane.

Servizi offerti: 


> sala proiezione filmati aeronautici
> visite guidate
> accoglienza portatori di handicap, le barriere architettoniche sono state eliminate quasi totalmente e il padiglione è dotato di servoscala.
> possibilità di fotografare all'esterno gli aerei esposti
> consentito l'ingresso ai cani
> area di ristoro, una gradevole struttura immersa nel bosco dove è possibile effettuare pranzi per famiglie e gruppi (con una capacità di circa 300 posti) e un’area nella quale i bambini possono giocare.
>Collegamento con stazione F.S. Bus n° 7

Programmi: 

 

EVENTI
AGOSTO
CERIMONIA COMMEMORATIVA DEL XXI° ANNIVERSARIO DELLA TRAGEDIA DI RAMSTEIN

SETTEMBRE
X EDIZIONE RADUNO STORICO-MILITARE
"La Linea Gialla 1944 Rimini-San Marino" - X° raduno storico-militare di "rievocatori storici" con veicoli e figuranti dedicato alla memoria della Battaglia di Rimini (Linea Gotica) - II Guerra Mondiale. Sono previste attività sia all'interno degli spazi del Museo sia escursioni in colonna dei veicoli (sono previsti circa 60 mezzi) con equipaggi in uniformi storiche all'area di Piazzale Boskovich.

OTTOBRE
GIORNATA DELL’AEROMODELLISMO 
Come ormai da diversi anni, gli impianti del museo, e precisamente il salone espositivo "Italo Balbo", che custodisce il "Museo dell’Aeromodellismo", ospitano la manifestazione che prevede mostra e gara degli aeromodellisti.

 

Data ultimo aggiornamento 14/09/2016 - 15:34