Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

Alla scoperta di Fellini

Che il cinema di Federico Fellini sia, per molta parte, edificato sulla memoria riminese dell'infanzia e della giovinezza, è un fatto noto. Il Maestro ha sempre mantenuto potenti legami con la sua città natale, tanto è vero che ha chiesto di riposarvi per sempre. E proprio all'ingresso del cimitero cittadino sta il monumento funebre che Arnaldo Pomodoro ha realizzato per lui e Giulietta Masina: una prua rivolta al cielo che evoca il leggendario Rex di Amarcord. A Federico la sua città ha dedicato una fondazione di studi (in via Oberdan 1, presso la casa della sorella Maddalena) che possiede, oltre alla biblioteca del regista, materiali di vario genere tra cui un cospicuo numero di disegni dello stesso Fellini: qui nel 2003 viene inaugurato il Museo dedicato al Maestro (tel 0541.50303). A poche centinaia di metri, in via Gambalunga 27, la cineteca comunale conserva film, video, disegni e manifesti di film del Maestro. All'inizio di via Gambalunga, si trova piazza Cavour che assieme all'altra piazza centrale, Tre Martiri, è servita da modello per la piazza di Amarcord. Come è noto, Fellini la 'sua Rimini' l'ha sempre ricostruita altrove. Il cinema Fulgor, per esempio, punto di confluenza di desideri e sogni dei riminesi, è stato 'messo in scena' prima in Roma e poi in Amarcord. Il Fulgor, quello vero, si trova sul Corso d'Augusto a pochi metri da piazza Cavour, in un palazzo neoclassico con una bella facciata liberty. Lasciando il centro storico (cioè il Borgo, come viene chiamato in Amarcord), a Marina Centro c'è il grande piazzale dedicato a Fellini. Proprio lì accanto, il favoloso Grand Hotel: luogo eccellente dell'immaginario di Federico Fellini.

Che il cinema di Federico Fellini sia, per molta parte, edificato sulla memoria riminese dell'infanzia e della giovinezza, è un fatto noto. Il Maestro ha sempre mantenuto potenti legami con la sua città natale, tanto è vero che ha chiesto di riposarvi per sempre. E proprio all'ingresso del cimitero cittadino sta il monumento funebre che Arnaldo Pomodoro ha realizzato per lui e Giulietta Masina: una prua rivolta al cielo che evoca il leggendario Rex di Amarcord." data-share-imageurl="">

Data ultimo aggiornamento 17/12/2014 - 16:43