Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

Comunicato stampa del: 26-08-2010

Una seconda luna di miele da favola a Rimini, 46 anni dopo.

Una seconda luna di miele da favola a Rimini, 46 anni dopo.
Una seconda luna di miele da favola a Rimini, 46 anni dopo. Domani il saluto del vicesindaco Gamberini ai coniugi tedeschi Herbst

Negli anni ‘60 furono accolti - davanti alle telecamere - dall’allora ministro del Turismo Achille Corona e dal sindaco di Rimini Walter Ceccaroni. Quarantasei anni dopo, dalla Germania tornano a Rimini per rivivere quell’indimenticabile esperienza e per riscoprire i luoghi della loro luna di miele da favola.

E’ tornata a Rimini la coppia tedesca di lettori del quotidiano Hamburger Morgenpost che nel 1964, assieme ad altre 43 coppie di giovani sposi, vinse il concorso organizzato dal giornale tedesco dal titolo “Scrivi la tua storia d’amore in 100 parole”, che metteva in palio una settimana di luna di miele da sogno a Rimini, definita dal giornale di Amburgo “la spiaggia bianca e sabbiosa della Riviera del sole… con il suo clima mite e la sincera ospitalità dei suoi abitanti”.

Karin Herbst, fresca di matrimonio, decise di armarsi di carta e penna e, assieme al marito Heinz, fu premiata dal quotidiano tedesco per la sua “Liebe in 100 worten”.

Quarantasei anni dopo, la figlia Gabriele Herbst ha deciso di fare una regalo speciale ai suoi genitori organizzando un viaggio che ripercorresse le stesse tappe di quello che ebbe tanta eco mediatica nel 1964: Rimini, San Leo, San Marino e cena di gala al Grand Hotel.

E proprio nella cornice del Grand Hotel il vicesindaco e assessore al Turismo del Comune di Rimini Antonio Gamberini, domani (venerdì 27 agosto) alle 19, andrà a portare il saluto della città alla famiglia Herbst e omaggerà la coppia donandole le medaglie con i segni zodiacali tratti dalla Cappella dei Pianeti del Tempio Malatestiano.

La famiglia Herbst proseguirà la serata con una cena al Grand Hotel gentilmente offerta dalla famiglia Batani.

I colleghi giornalisti, cineoperatori e fotografi sono invitati al saluto.
Data comunicato: 
26 Agosto 2010