Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

Comunicato stampa del: 30-09-2003

Questa estate ogni italiano ha letto un articolo su Rimini

Questa estate ogni italiano ha letto un articolo su Rimini

Ogni italiano ha letto un articolo su Rimini

Undici milioni e 500mila lettori: è questo il numero degli italiani che da giugno agli inizi di settembre ha acquistato settimanali e periodici sui quali è stato pubblicato un articolo o un servizio su Rimini. Il calcolo è stato effettuato sommando le quote di diffusione delle singole testate nazionali che hanno scritto di Rimini, per difetto, senza tener conto dei quotidiani nazionali e locali, che pure hanno dedicato grande attenzione alla capitale delle vacanze. Si tratta di un dato eccezionale soprattutto se si tiene conto del fatto che ad ogni copia venduta corrisponde un quoziente preciso di lettori potenziali: in estrema sintesi si può affermare che questa estate ogni italiano ha letto almeno un articolo con argomento Rimini.

Sono state oltre 200 le pagine delle riviste turistiche e dei settimanali che hanno descritto le sorprese estive, le ultime tendenze e le novità sulla spiaggia, così come i luoghi di Rimini che parlano di Fellini e di cultura, gli incantesimi della piadina, gli sport sulla spiaggia. Dai settimanali per famiglie come Oggi a quelli di attualità come L’espresso, ai mensili per giovani o con un target di riferimento raffinato come Max e Vogue, alle riviste di turismo come Bell’Italia e Flair Viaggi, questa estate Rimini è stata raccontata non solo a 360 gradi ma soprattutto in termini positivi, senza accenni a quelli che in passato sono stati gli immancabili riferimenti al mondo dello sballo e del divertimento trasgressivo. Ecco qualche esempio: in luglio il mensile Gulliver ha dedicato ben 18 pagine ad un reportage su Rimini, mentre Max, in 12 pagine, ha messo la nostra città a confronto con Ostia. In agosto Bell’Italia ha riservato un servizio di 12 pagine al viaggio per immagini dal titolo ‘La Rimini di Fellini, Amarcord in bianco e nero’; il supplemento Sette-Corriere della Sera in 8 pagine ha descritto le nuove tendenze trascorrendo ’24 ore sulla spiaggia’; Gioa in un reportage di 4 pagine dal titolo ‘Rimini, Rimini’ ha raccontato una giornata full immersion fra spiaggia, Fellini, antichi borghi, peccati di gola, cura del corpo.

Anche la stampa straniera questa estate ha dedicato un’attenzione particolare a Rimini, in parte sulla scia del caso Italia-Germania scoppiato in seguito alle dichiarazioni dell’allora sottosegretario con delega al turismo Stefano Stefani, come nel caso del primo settimanale tedesco Der Spiegel che ha titolato il numero del 14 luglio ‘O Italien’ (5.640.000 copie di diffusione) e del settimanale americano Time, 4.374.000 copie di diffusione, che ha preso Rimini e l’Assessore al Turismo Maurizio Melucci come esempi dell’amicizia italiana nei confronti dei tedeschi. L’edizione americana del trimestrale Gambero Rosso Wine, Travel and Food, 31.147 copie di diffusione, ha tradotto in lingua inglese l’ampio servizio dedicato a Rimini uscito la scorsa estate sull’edizione italiana del mensile, la rivista tedesca Adesso in quattro pagine ha ripercorso i luoghi felliniani, mentre l’inserto dedicato ai viaggi del quotidiano Munchener Merkur ha raccontato tutte le novità sulla spiaggia e tanto altro in un servizio dal titolo ‘Quo vadis, Rimini?’.

Da segnalare inoltre la rilevante presenza radiotelevisiva: Rimini è andata in onda su tutte le più importanti emittenti televisive, dalle tv tedesche Ard e Rtl, Rai 3 Bellitalia, Rai 2 Regioniamo, Unomattina, Lucignolo, per non parlare dei telegiornali di tutte le emittenti che hanno dedicato ampio spazio alle novità e al tempo libero in Riviera: a solo titolo esemplificativo l'inviato Rai Mario Refrigeri in quaranta giorni, dal 16 luglio al 24 agosto, ha realizzato ben 36 servizi su Rimini per i Tg di Rai 1, Rai 2, Rai 3, Gr e Gr2.

Sono stati 15 i servizi realizzati a Rimini e mandati in onda da Radio Capital, nel mese di agosto era a Rimini una postazione di Radio 105 e riminese è stata una tappa del ‘Beach tour’ by Radio 105, Rds ha realizzato a Rimini il programma Moscacieca e ha scelto la nostra città per una tappa del ‘Tour dei pirati’, Rtl 102.5 ha fatto tappa a Rimini con il Vodafone Radio Live.

Il caso Bild

Da ‘Rimininix’ – niente Rimini - a "Jaaadria!" – Sì all’Adratico –: è questa la parabola riminese a lieto fine che ha occupato nel mese di luglio le colonne della Bild Zeitung, il quotidiano più diffuso della Germania, 4.121.300 copie vendute in Europa per oltre 12 milioni di lettori.

In appena tre giorni la Bild è passata dalla croce rossa sulla destinazione Rimini alle 55 ragioni "perché noi (tedeschi) amiamo così tanto l’Italia" includendo fra queste anche Rimini "perché ha la spiaggia più pulita". Rimini sulla stampa tedesca è subito diventa emblema della solidarietà al turista teutonico, dimostrando che a volte le buone idee e l’intraprendenza locale contano più di costose campagne pubblicitarie. Ad attirare l’attenzione dei media infatti anche "il caso riminese" scoppiato grazie a quattro turisti tedeschi premiati dal Comune di Rimini in quanto "fedeli" alla capitale delle vacanze da ben 30 anni. Una premiazione che l’Assessorato al Turismo aveva in agenda prima che scoppiasse il duello Schultz-Berlusconi e prima degli attacchi in chiave anti-tedesca del sottosegretario Stefani, un omaggio di routine che l’amministrazione riserva a tutti i turisti che da più di 25 anni tornano a Rimini per le loro vacanze ma che, opportunamente comunicato, è diventato subito il simbolo dell’amicizia fra due popoli attirando l’attenzione degli inviati di Tg5, La Stampa, La Repubblica, Rtl (prima tv privata tedesca) Ard (televisione pubblica tedesca), Rai, stampa e tv locali che si sono recati il 10 e l’11 luglio all’Hotel Luxor di Marina Centro per intervistare i signori di Hannover Roland Schunk e Wolfgang Frevert che, con rispettive signore, sono così affezionati a Rimini da scegliere la stessa spiaggia, lo stesso mare e lo stesso Hotel di Rimini dal 1974. Così l’11 luglio La Repubblica titola: "Il caso. Il turista teutonico diventa oggetto di culto. Tedeschi mai trattati bene come quest’anno", "taglio" seguito anche dagli altri organi di informazione presenti alla premiazione. A completare l’alleanza Rimini-Germania contribuisce ancora una volta il quotidiano popolare di Amburgo che si inventa il party ‘O sole mio’ invitando i lettori della Bild ad inviare una mail per essere selezionati fra i 185 fortunati ai quali verrà offerta una trasferta gratuita a Rimini per partecipare ad una grande festa sulla spiaggia dello stabilimento Turquoise beach di Marina Centro. La casella elettronica viene invasa da migliaia di e-mail (30mila secondo la Bild) di richieste e il 17 luglio verrà finalmente scritta la parola pace sulla sabbia di Rimini grazie alla riuscita manifestazione organizzata in collaborazione con l’Assessorato al Turismo del Comune e Apt servizi. il Corriere della Sera dedica alla festa di Rimini una pagina, La Repubblica e La Stampa mandano i loro inviati, Studio Aperto e la Rai sono presenti assieme agli operatori di Bild Tv, la notizia viene ‘lanciata’ dalle maggiori agenzie di stampa tedesche (oltre a quelle italiane) e diffusa su Sat1, Rtl, Pro7, Zdf, Ts tv e persino da Japan Tv. Ancora una volta la Bild Zeitung dedica ampi servizi arrivando a scrivere "Rimini senza i tedeschi è come Venezia senz’acqua". Il Sindaco Ravaioli vestito con la maglia della nazionale tedesca rilancia: "Fate una festa della Bild a Rimini tutti gli anni".

L’immagine testimonial dell’estate 2003

Grande successo per il manifesto balneare 2003 firmato da Gianluigi Toccafondo apprezzato dai media locali e nazionali così come dai turisti che mai come quest’anno lo hanno richiesto come ricordo di Rimini agli uffici Iat. Le immagini dell’artista sammarinese sono state utilizzate per la realizzazione di 15mila cartoline (stampate in 4 diversi soggetti) e dei manifesti in tre formati (70X100, 100X140 e 6X3). Inoltre sono state utilizzate come copertina e all’interno del volume dal formato tascabile di 84 pagine e stampato in 25mila copie che ha riunito il calendario di tutti i 520 appuntamenti di musica, spettacolo, divertimento, mercatini, iniziative culturali e gastronomiche organizzati da enti pubblici e privati che giornalmente si sono tenute a Rimini dal mese di giugno alla fine del mese di settembre. Volume che dopo la positiva esperienza dell’estate 2002, anche per il 2003 ha riunito sotto un unico ‘ombrello comunicazionale’ la promozione delle iniziative e manifestazioni di competenza dei vari Assessorati del Comune di Rimini. Il libretto è stato distribuito attraverso gli uffici di informazioni turistiche Iat ed è stato consegnato porta a porta a tutti gli alberghi di Rimini e a tutti gli stabilimenti balneari.

Gli ‘angeli’ dei turisti all’opera

Una media di 383 turisti ogni giorno è entrata in uno dei cinque uffici di Informazione al turista (Iat) sparsi nei luoghi strategici della città (Stazione e Marina centro con apertura annuale; Torre Pedrera, Viserba, Miramare aperti solo in estate). Da giugno alla fine di agosto sono stati infatti 34.400 i turisti che hanno chiesto direttamente al personale degli Iat informazioni su strutture ricettive, mezzi di trasporto, escursioni, parchi tematici, servizi spiaggia, manifestazioni, mostre, eventi. A questo numero va aggiunto quello dei contatti telefonici che, sempre da giugno ad agosto, cono stati 18.700, i contatti via e mail pari a 1750, via posta (900) e via fax (500) e i contatti del personale che ha operato presso l’ufficio Iat della Fiera di Rimini durante la Fiera del Fitness, il Meeting per l’amicizia fra i popoli e Mondo natura pari a circa 4500. Guida della città, calendario degli eventi estivi, mappa della città ed elenco alberghi sono stati i materiali più richiesti, mentre le domande più diffuse hanno riguardato le cose da fare sulla spiaggia di giorno e di sera, il percorso e gli orari della Blue Line, i parchi tematici ed in particolare ‘Aquafan’ e ‘Rimini, Rimini, Rimini’, escursioni nell’entroterra. Una richiesta che ha caratterizzato l’estate è stata quella relativa ad eventi culturali nel centro storico come ha dimostrato il grande successo della rievocazione in costume del matrimonio tra Roberto Malatesta e Elisabetta da Montefeltro e in generale delle manifestazioni come Percuotere la mente, Cinema sotto le stelle, Passeggiando nel passato (quest’ultima ha totalizzato 630 presenze nei suoi 18 appuntamenti).

Data comunicato: 
30 Settembre 2003