Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

Comunicato stampa del: 07-10-2010

Quaranta operatori delle informazioni turistiche a lezione di territorio

Quaranta operatori delle informazioni turistiche a lezione di te
Si è svolta ieri la seconda giornata informativa e formativa nell’ambito del progetto di marketing interno ‘Raccontiamo il territorio’, organizzato dall’Assessorato al Turismo del Comune di Rimini, in collaborazione con l’Assessorato al Turismo della Provincia di Rimini.



Il progetto - rivolto agli operatori del luogo che svolgono attività di informazioni turistiche o di ufficio stampa - ha l’obiettivo di stimolare una più ampia consapevolezza dei punti di forza del nostro territorio, affinché si sviluppi una mentalità propositiva rivolta al servizio di informazioni, alla soddisfazione del cliente-turista e alle attività di Pr rivolte agli organi di informazione specializzati. In particolare, la mostra che verrà presto inaugurata a Castel Sismondo, ‘Caravaggio e altri pittori dei Seicento’ ha costituito lo spunto ideale dal quale fare partire un percorso sulle tracce degli artisti di grande fama del Seicento che hanno lasciato le loro opere in città.



Sono stati 40 i partecipanti, in gran parte addetti alle informazioni turistiche degli Iat, da Bellaria a Cattolica, che ieri hanno preso parte all’ itinerario a piedi tra museo, chiese, palazzi e piazze alla scoperta delle tracce ancora visibili della Rimini del Seicento: un modo per stimolare i visitatori delle mostre a Castel Sismondo a proseguire il loro itinerario in città e per far conoscere Rimini quale città d’arte e di storia.



Guido Cagnacci, il Guercino, il Centino, Guido Reni, Simone Cantarini, Francesco Maffei … sono alcuni dei grandi artisti che tuttora testimoniano con le loro opere lo splendore della pittura ella Rimini del Seicento. Un secolo in cui la città visse, nonostante la vicissitudini sociali e politiche non troppo felici, una fulgida stagione sotto il profilo culturale ed artistico. Ne sono testimonianza l’apertura nel 1619 della Gambalunga, terza biblioteca civica d’Italia per antichità di fondazione, e il fiorire di una pittura in cui i linguaggi artistici elaborati nelle capitali culturali del tempo si specchiano in quello degli artisti nati nel territorio riminese, Guido Cagnacci in testa. Ad accompagnare il gruppo, la storica dell’arte Michela Cesarini. A concludere della giornata il dottor Pietro Leoni, direttore del Piano Strategico, ha tenuto una lezione sul tema “Dal turismo di massa al turismo culturale, evoluzione dell’immagine turistica di Rimini”



Data comunicato: 
7 Ottobre 2010