Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

Comunicato stampa del: 14-05-2014

La Biennale del Disegno di Rimini diventa Festival: dal 16 al 25 maggio più di 50 eventi

Biennale Disegno Festival
Il Disegno scende dalle pareti, la Biennale si trasforma in Rimini Disegno Festival. Più di cinquanta eventi in una settimana, un denso carnet di appuntamenti nei luoghi più suggestivi della città. Dall’opera inedita di Umberto Boccioni all’ultima fatica letteraria del critico Flavio Caroli, da Sergio Zavoli e l’intervista a Saul Steinberg al teatro di Mariangela Gualtieri e Cesare Ronconi. Momento clou del festival è quando la sabbia diventa una tela: Steve Gobesso e Claudio Gasparotto disegnano la spiaggia di Rimini, tra danza e beach art.

Sulla scia del grande successo registrato dalla Biennale del Disegno di Rimini (www.biennaledisegnorimini.it), che fino all’8 giugno espone 1000 opere in più di venti mostre, Rimini parte con un secondo grande appuntamento: il Rimini Disegno Festival. Un mosaico di eventi, un contenitore ricchissimo di sorprese concentrate dal 16 al 25 maggio, un luogo di incontro tra pubblico, critici d’arte, scrittori, artisti e curatori.

Umberto Boccioni, Flavio Caroli, Sergio Zavoli, sono solo alcuni degli ospiti d’eccezione al Festival riminese. Inoltre la performance di beach art: quando la sabbia diventa una tela con l’artista Steve Gobesso e il danzatore Claudio Gasparotto che disegnano sulla spiaggia di Rimini. Tutto ruota ancora una volta attorno al tema del Disegno, tra workshop, interviste, mostre, conferenze, spettacoli, proiezioni e reading che occuperanno i Musei Comunali ma anche le Gallerie d’arte, le librerie, la Cineteca e gli studi degli artisti riminesi oltre ad alcuni luoghi inediti della città.


IL PROGRAMMA
Disegno Festival presenta un programma particolarmente denso tra esperti e raffinati conoscitori del disegno, creando un luogo dove incontrare artisti, curatori e critici d’arte.
Si parte giovedì 15 maggio con Anteprima festival, alle Rocche Malatestiane di Santarcangelo dove alle 18,30 inaugura la mostra di disegni di Marco Smacchia. La serata prosegue alle 20 con le apparizioni sonore di Dany Greggio, Massimo Modula e Antonio Ramberti nell’ambito della mostra al Musas, Museo Storico Archeologico di Santarcangelo di Romagna.

L’inaugurazione ufficiale di Disegno Festival è venerdì 16 maggio alle 16 nella Sala del Giudizio del Museo della Città lo staff dei curatori presenta Disegno Festival.
Alle 18 il momento più atteso, l’arrivo in mostra dell’opera “La madre al ricamo” un quadro inedito di UMBERTO BOCCIONI, punta di diamante del festival. Esposta al Museo della Città nella Sala Bellini, l’opera è introdotta dal critico d’arte CLAUDIO SPADONI con una relazione sul tema della madre al lavoro. Il quadro, recente acquisizione della Banca Popolare Valconca, è un inedito che apparteneva a Franco Evangelisti.

Dopo Boccioni un altro ospite d’eccezione è atteso alle 21 alla Cineteca Comunale: SERGIO ZAVOLI.  Il celebre giornalista presenta un’intervista televisiva che realizzò nel 1967 al grande disegnatore SAUL STEINBERG (1914 - 1999), oggi nel centenario della nascita, questo rarissimo filmato è introdotto dallo scrittore in persona. Introduce Roberto Paci Dalò. In mostra anche un’antologia di pubblicazioni di Steinberg dalla collezione Angelo Battistini.

Sabato 17 maggio al Museo della città l’incontro alle 15 con Adriano Galli sull’esperienza di un editore, presenta Giulio Zavatta, e una tavola rotonda sull'opera più visionaria di Antonio Basoli, la cui mostra monografica occupa l’ultimo piano dello splendido Castel Sismondo. Tema dell’incontro L’alfabeto pittorico di Basoli, il “lettering ante litteram” discusso insieme a Leonardo Sonnoli, Stefano Tonti e la curatrice della mostra di Basoli, Eleonora Frattarolo.
Alle 21 Rimini apre poi uno dei suoi spazi inediti, la celletta neogotica nella corte di Palazzo Petrangolini Guidi, a svelare il volto artistico nascosto della città.
Al FAR di Palazzo del Podestà è la curatrice Annamaria Bernucci che introduce la mostra di disegni di Domenico Baccarini. Di quest’ultimo Rimini ha il pregio di esporre una cinquantina di opere originali di quello che si può considerare uno dei più amati e celebrati tra gli artisti del primo Novecento, provenienti dalla Pinacoteca Civica di Faenza. Letture di Silvio Castiglioni.
Nella nuova galleria Augeo Art Space protagonista alle 19 il percorso: “Segni. Movimento Centrale per Augeo”, del danzatore Claudio Gasparotto mentre la sera alle 21 alla Cineteca l’anteprima del film di Charlie Paul “For no good reason” con Johnny Depp e Terry Gilliam.

Ricco anche il calendario di appuntamenti di domenica 18 maggio. Si parte alle 10 al Museo della Città con Gabriello Milantoni sul tema “Un disegno a Boston. About Bellini”.
Alla Sala Cenacolo del Museo della Città Alessandro Giovanardi illustra il più grande disegno antico conservato a Rimini: la sinopia del Cenacolo opera della bottega dei Coda.
Al pomeriggio l’appuntamento è al FAR alle 15,30 con Nadia Gasperoni che parla dell’interessante mondo dei falsi nell’incontro dal titolo: “Troppo bello per essere vero. Storia di un falsario di disegni”. Alle 17 sempre al FAR due protagonisti del disegno italiano accanto a un big della musica, con i lavori più recenti: Gianluca Costantini con Emidio Clementi dei Massimo Volume (autore dei testi) presentano “Cattive abitudini” mentre Giuseppe Palumbo presenta “Uno si distrae al bivio”.
A Palazzo dell’Arengo seguirà “Drawville”, un happening di azioni grafiche tra artisti contemporanei: Il disegno marziale di Giuliano Guatta, quello “orientale” di Steve Gobesso, le lavagne digitali di Roberto Ballestracci, Roberto Grassilli e Alexa Invrea, e ancora Massimo Modula, il disegno in gonna di forza di Sabrina Foschini, le azioni grafiche di Tommaso Nanni, il disegno simultaneo a due mani di Federico Vecchi, il writing di Filippo Mozone e il disegno sonoro di Roberto Paci Dalò. Inoltre la presentazione di REC il portale dedicato alla cultura del Comune di Rimini. La serata invece è a Santarcangelo di Romagna con il videomaker Gianluigi Toccafondo e Massimo Salvucci sul tema Dal disegno al film e con la proiezione di filmati di animazione.

Lunedì 19 maggio alle 18 ancora un incontro da non perdere. Il critico d’arte FLAVIO CAROLI è alla Biennale del Disegno di Rimini con il suo ultimo romanzo dal titolo “Voyeur. I segreti di uno sguardo”, la storia di un fotografo che, nel corso di una vita, perfeziona lo sguardo come "strumento filosofico". Le letture sono affidate al direttore del teatro di Verona, Paolo Valerio.
Si prosegue martedì 20 con due reading: la riccionese Rosita Copioli presenta alle 17, insieme al critico d’arte Marco Vallora, il suo libro “Fellini. Ho sognato Anita Ekberg” al Museo della Città mentre alla libreria Feltrinelli, a seguire, il fumettista Marco Tagliapietra porta il suo romanzo grafico: “La peste a Venezia”. Alla Sala dell’Arengo alle 21 Movimento Centrale Danza & Teatro presenta “Di segni”, miniature coreografiche dedicate alla Biennale.
La settimana prosegue con una serie di incontri diffusi tra diversi luoghi della città. Mercoledì 21 maggio al Museo della Città, alle 11, lo stilista Stefano Ricci racconta “Il disegno di uno stilista mecenate. Da Leonardo a Renè Gruau”. Alle 18 Egisto Quinti racconta Hugo Pratt insieme a Stefano Babini allievo del Maestro di Malamocco. Alle 19,30 all’Augeo art space il “Drawing tour. Dal groviglio alla linea”, percorsi artistici tra le sedi della Biennale del Disegno. Mentre alle 21 al Museo della Città “Il disegno per il design” a cura di Alessandra Bosco e “Il disegno per il progetto di interazione” a cura di Michele Zannoni.
Giovedì 22 maggio si parte alle 16,30 al Museo della Città con Giulio Zavatta che racconta il disegno a Rimini alla fine del XVI secolo mentre alla Libreria Feltrinelli alle 18, l’incontro con Valerio Dehò e Antonio Noia. All’area ex-Macello l’inaugurazione della rotonda di Claudio Ballestracci insieme ai clarinetti del professor Paolo Fantini dell’Istituto musicale Lettimi.
Alle 16,30 al Museo della Città un altissimo momento dedicato alla poesia con Mariangela Gualtieri e Cesare Ronconi del Teatro Valdoca che raccontano la poesia e il teatro come Disegno. Introduce Sabrina Foschini.

Venerdì 23 maggio uno degli appuntamenti più suggestivi del Festival si svolge sulla spiaggia libera sotto la Ruota panoramica di Rimini (ore 17,30). La sabbia diventa una tela con Robert Steve Gobesso e Claudio Gasparotto che disegnano sulla sabbia, tra danza e beach art. La performance collettiva che unisce tre elementi della natura: aria, terra e acqua si snoda tra gli ideogrammi sulla sabbia del calligrafo Gobesso, l’azione danzata al limite del mare del riminese Gasparotto con Marco Croatti, mentre in cielo è un aquilone acrobatico di Giorgio Brumali a disegnare, idealmente, lo spazio e l’aria. Inoltre Fabio Mina, Emiliano Battistini, e Luca Mina si esibisono in una performance-concerto in dialogo con il mare. Installazione di Andrea Guastavino. Alla sera alla Cineteca il ricordo di Paolo Rosa.

Sabato 24 la giornata si snoda tra reading, incontri, video di animazione. Al Museo della Città alle 10 la presentazione del catalogo di Elio Morri; alle 11,30 Alessandra Bigi e Marinella Paderni, curatrici della mostra Krobylos, intervistano l’artista Stefano Arienti, uno dei protagonisti del disegno contemporaneo. Nel pomeriggio Raffaele Quattrone presenta il libro “In itinere. Arte contemporanea in trasformazione e negli spazi di Augeo il video d’artista “Video Slam”.
Alla Biblioteca Gambalunga Ennio Grassi e Giuliana Merlini alle 17,30 presentano il libro “Regina di fiori” di Gabriella Ghermandi. E ancora negli spazi di Cantiere Disegno, sede della mostra collettiva di artisti contemporanei, alle 19 la performance di Dacia Manto “One growth and form” con Silvia Bottiroli e Rodolfo Sacchettini che introducono anche alle 20,30 alla Biblioteca, “Cutter” la performance di Christian Chironi. La serata si conclude alla Cineteca con il direttore del Museo MAN di Nuoro Lorenzo Giusti che presenta la mostra “Passo a due” un percorso tra arte e disegno animato.

Domenica 25 maggio l’ultima giornata del Festival vede la mattina il percorso cittadino dedicato a Elio Morri e al Museo della Città Fausto Gozzi con la lezione sulla caricatura e sul disegno di cronaca del Guercino. Alle 16,30 in ricordo di Francesco Arcangeli a 40 anni dalla sua morte Luca Cesari e Alessandro Giovanardi presentano il disegno critico di Giorgio Morandi. Alle 18 Luisa Cottifogli parla di Voce come disegno.
Alla sera il gran finale al Teatro degli Atti con il concerto del Quartetto d’Archi della Scala, anteprima e presentazione della 65^ Sagra Musicale Malatestiana.
La Biennale del Disegno di Rimini è anche del progetto #myER, il contest fotografico del Turismo Emilia Romagna che premia gli scatti migliori della comunità degli Instagramers. I fotografi del web avranno a disposizione le ventitre esposizioni in contemporanea attualmente allestite in città dei grandi talenti internazionali ed italiani.

Gli spazi espositivi nella settimana del festival saranno aperti tutto il giorno per l’occasione. Inoltre sono stati confezionati pacchetti soggiorno proposti dagli operatori turistici (http://www.riminireservation.it/). Il programma completo su: www.biennaledisegnorimini.it

Per informazioni: Assessorato alla Cultura del Comune di Rimini - Musei Comunali
telefono: 0541 704414/704416/704424 mail: musei@comune.rimini.it
www.riminiturismo.it  www.biennaledisegnorimini.it  
Ufficio stampa: Emilio Salvatori Comune di Rimini ufficio.stampa@comune.rimini.it  - 0541 704262
Tatiana Tomasetta cultura@aptservizi.com  - 338 9179905
Data comunicato: 
14 Maggio 2014