Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Notizie / Eventi e Notizie / Sulle tracce di Federico Fellini e Tonino Guerra

06-05-2013

Sulle tracce di Federico Fellini e Tonino Guerra

Domenica 12 maggio in tour tra Rimini e Santarcangelo

Tra le tante iniziative proposte per celebrare i due grandi artisti riminesi, Federico Fellini e Tonino Guerra, domenica 12 maggio viene proposta una visita guidata tra Rimini e Santarcangelo di Romagna.

Ad un anno dalla scomparsa del grande poeta, artista e sognatore Tonino Guerra e a vent’anni (nel 2013) dalla scomparsa di Federico Fellini è possibile ripercorrere le tappe “esistenziali” dei luoghi che hanno dato i natali ai due maestri: Rimini, città in cui è nato Federico Fellini (1920-1993) e Santarcangelo di Romagna, paese natale di Tonino Guerra (1920-2012). Due figure di grandi romagnoli che hanno saputo trasfigurare in chiave onirico-poetica la loro terra natale. L’itinerario ripercorrerà le loro storie attraverso i luoghi e le “impronte” che hanno lasciato nelle loro città d’origine.

La partenza è prevista da Riccione alle ore 9.30 con ritrovo presso Villa Franceschi, via Gorizia 2, sede della galleria d’arte moderna e contemporanea. Dopo una breve introduzione sul museo, alle 9.45 si partirà per Rimini dove il resto della mattinata sarà dedicato alla visita della città, scelta come scenografia per alcuni dei film di Federico Fellini, poi riprodotti a Cinecittà. Si ammirerà il Grand Hotel, sognato luogo esotico di Federico Fellini che qui soggiornava spesso durante i ritorni in Romagna e il Borgo San Giuliano, lo storico borgo dei pescatori, oggi elegante borgo cittadino, dove si rivivrà la magia del cinema ammirando i murales, omaggio a Fellini, che rappresentano “E Mestar”, Giulietta Masina ma anche Marcello Mastroianni, Anita Ekberg, celeberrimi ed osannati protagonisti del film “La Dolce Vita”. Per finire in Piazza Cavour.

Rimini sarà anche l’occasione per la visita a due sezioni particolari del “Museo della Città”, una dedicata al “Libro dei Sogni” di Fellini, dove sono esposti i due album originali su cui Fellini ha appuntato e schizzato, dall'inizio degli anni sessanta al 1990, le invenzioni della sua fervida attività onirica, repertorio di figure, circostanze e temi che riaffioreranno e popoleranno i suoi film.  Un'altra dedicata a René Gruau, al secolo Renato Zavagli, riminese famoso “illustratore di moda”, noto in particolare per campagne pubblicitarie che hanno visto la nascita dell’alta moda in senso moderno.


La seconda parte del percorso avrà come città protagonista Santarcangelo di Romagna, paese natale di Tonino Guerra, dove ci si soffermerà in particolare sullo studio sulla fontana di del famoso romagnolo, ubicata all’ingresso del parco “Il Campo della Fiera” e sulle targhe che Tonino ha lasciato, come ricordi dei suoi amici scomparsi prima di lui. Si visiteranno le celebri stufe, sempre di Tonino Guerra, all’interno del Ristorante enoteca la Sangiovesa. Il logo della suddetta osteria è rappresentato da una formosa signora, disegnata nella targa di ingresso: la firma che porta il disegno è quella di Federico Fellini, che cominciò la propria carriera proprio come illustratore. Non mancherà la visita all'ex Monte di Pietà, sede del Museo Tonino Guerra, recente aperto e allestito dal figlio del Maestro, Andrea Guerra, dove sarà possibile ammirare, su due piani, acquerelli, stufe, le madie pietrificate, il grande albero in ferro e numerosi altri lavori dell'artista.


Al termine del percorso è prevista una degustazione/aperitivo offerta dall'Azienda Agricola Collina dei Poeti.

La visita ai luoghi di Tonino Guerra e Federico Fellini sarà impreziosita dalle letture dei pensieri, delle opere e delle sceneggiature dei due artisti romagnoli a cura di Paolo Summaria, attore e docente di teatro e recitazione diplomatosi all’Accademia Nazionale d’Arte “S. Amico di Roma”.


La partecipazione è gratuita, la prenotazione obbligatoria chiamando il numero  331 3852809 e può essere effettuata per un max di 50 persone, dal 2 all'8 maggio 2013.  
Qualora le richieste fossero superiori a quelle previste, verrà creata una lista d'attesa. Le persone in attesa potranno essere contattate il giorno 10 e 11 maggio se ci fossero delle disdette tra i primi prenotati.

Il tour fa parte di una serie d'appuntamenti che proseguono domenica 26 maggio con un percorso in Valmarecchia e si concluderanno il 2 giugno con un percorso naturalistico in Valconca.
Info: http://culturaontheroad2013.blogspot.it