Cosa fare

Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Eventi / Manifestazioni e Iniziative / Le opere di Dante nella storia della Gambalunga

Le opere di Dante nella storia della Gambalunga

Mostra nell'ambito dell'iniziativa 'Dante e la Divina Commedia in Emilia Romagna'
Telefono: 
0541 704326
Località: 
Biblioteca Gambalunga, via Gambalunga 27 - Rimini centro storico

Nell'ambito dell'iniziativa "Dante e la Divina Commedia in Emilia Romagna. Testimonianze dantesche negli archivi e nelle biblioteche", alla Biblioteca Civica Gambalunga è allestita la mostra “Le opere di Dante nella storia della Gambalunga”.
L'esposizione, in un percorso cronologico, si apre con preziose testimonianze manoscritte miniate tra cui primeggia il Codice Gradenighiano, espressione della precoce diffusione della Commedia già nel Trecento, affiancato dalla quattrocentesca Vita di Dante di Leonardo Bruni e da raffinati volumi di corte. Seguono le opere a stampa: la Commedia nell'incunabolo veneziano del 1477, la Cinquecentina detta "del Nasone" per il ritratto di Dante dal profilo pronunciato sul frontespizio, edizioni settecentesche e ottocentesche tra cui quella interamente illustrata con disegni di Flaxman incisa da Lasinio a Firenze nel 1851.
Altre testimonianze librarie, grafiche e fotografiche documentano il mito di Francesca da Rimini fino al Novecento, con la tragedia di D'Annunzio impreziosita dalle xilografie di Adolfo De Carolis. Infine numeri unici di periodici balneari d'inizio secolo ispirati e intitolati a «Francesca», «Paolo», «Il Convito» e lo studio del medico riminese Guglielmo Bilancioni, Il suono e la voce nell'opera di Dante, illustrato da Luigi Pasquini. Echi danteschi la cui suggestione permane nel tempo ispirando riflessioni e ricerca della bellezza.

Inaugurazione della mostra venerdì 10 settembre alle ore 17.00, con la conferenza del prof. Francesco Sberlati, docente di Letteratura italiana all'Università di Bologna. Partecipano l'artista Alessandro Moreschini e Raffaele Quattrone, sociologo e curatore d'arte contemporanea. L'evento, che si svolge nella sala della cineteca e a cui è possibile partecipare gratuitamente previa prenotazione al numero telefonico di riferimento, è proposto anche in diretta streaming sul canale YouTube della Biblioteca.

Il sabato si svolgono le visite guidate alla mostra, alle ore 10 e 11.30 su prenotazione, telefonando al n. 0541-704326. Le visite guidate per gruppi hanno luogo su richiesta: fondi.antichi@comune.rimini.it

Periodo di svolgimento: 
da venerdì 10 settembre a sabato 13 novembre 2021
Orario: 
dla lunedì al venerdì 9 - 13; 14 - 18
sabato 9 - 13
Ingresso: 
gratuito con prenotazione obbligatoria
Data ultimo aggiornamento 31/08/2021 - 12:34