Cosa fare

Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Eventi / Manifestazioni e Iniziative / Giorno del Ricordo

Giorno del Ricordo

In memoria delle vittime delle foibe
Località: 
Rimini Portocanale (Biblioteca di Pietra) e su piattaforma Zoom

Il parlamento italiano riconosce il 10 febbraio quale "Giorno del Ricordo" in memoria delle vittime delle foibe, dell'esodo giuliano- dalmata e delle vicende del confine orientale. Il Comune di Rimini propone per l'occasione varie iniziative.
mercoledì 10 febbraio, Cerimonia Commemorativa
- ore 11, - Biblioteca di Pietra, Portocanale Rimini. Deposizione di una corona di alloro presso la Biblioteca di pietra, il monumento dedicato alle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale, con una breve cerimonia, organizzata secondo le restrizioni anti-Covid19.

A questo momento rituale di omaggio alla memoria delle vittime e degli esuli italiani, si affianca un calendario di quattro appuntamenti di approfondimento storico e di riflessione, rivolti a tutti in particolare alle scuole, sulla piattaforma Zoom.
sabato 6 febbraio alle ore 11, Silvia Dai Prà,  La memoria famigliare della tragedia delle foibe. Relazione rivolta agli studenti
domenica 7 febbraio alle ore 18, Silvia Dai Prà,  La memoria famigliare della tragedia delle foibe. Replica rivolta ad un pubblico adulto
giovedì 11 febbraio alle ore 11, Kristjan Knez, L’Adriatico orientale nel Novecento e le sue metamorfosi. Relazione rivolta agli studenti
venerdì 12 febbraio alle ore 17, Kristjan Knez, Il confine mobile nell’Adriatico orientale e le traversie della popolazione italiana. Conferenza rivolta a tutta la cittadinanza 
Scarica il PROGRAMMA

Periodo di svolgimento: 
6, 7, 10, 11, 12 febbraio 2021
Notizie aggiuntive: 


Silvia Dai Prà è autrice del libro 'Senza salutare nessuno. Un ritorno in Istria (2019)', in cui ricostruisce la storia del bisnonno Romeo, ucciso e gettato nella foiba di Vines.
La scrittrice è nata nel 1977 a Pontremoli (Massa), è cresciuta a Massa e ora vive a Roma. Laureata in Lettere, ha conseguito un dottorato di ricerca su Elsa Morante. Insegna in una scuola superiore e si occupa di istruzione per vari giornali e riviste. Nel 2007 ha pubblicato il romanzo 'La bambina felice' per Laterza, ha pubblicato nel 2011 'Quelli che però è lo stesso'. Nel 2019 Laterza pubblica 'Senza salutare nessuno. Un ritorno in Istria', che racconta negli incontri che si tengono su Zoom il 6 e 7 febbraio 2021.

Kristjan Knez è Presidente della società di studi storici e geografici di Pirano (Slovenia) e direttore del centro italiano “Carlo Combi” di Capodistria.
Lo storico classe 1981, di Pirano, si è laureato in Storia Moderna presso l’Università di Trieste ed è uno dei soci fondatori e presidente della Società di studi storici e geografici di Pirano (Slovenia). Inoltre è vicepresidente della Comunità degli Italiani “Giuseppe Tartini” e direttore del Centro Italiano Italiano “Carlo Combi” di Capodistria. I suoi studi concernono in particolar modo il periodo veneziano sulle sponde orientali dell’Adriatico e la storia del XIX secolo, cioè lo sviluppo della coscienza nazionale e come questa veniva trasmessa attraverso le espressioni culturali.
 

Iscrizioni per le scuole inviando una mail all’indirizzo: istitutostoricorimini@gmail.com 
Per le conferenza aperte alla cittadinanza non è richiesta iscrizione. Il link per accedere a Zoom sarà disponibile sul sito dell’Istituto storico riminese, istitutostoricorimini.it/ e sul sito dell’Attività di Educazione alla Memoria, memoria.comune.rimini.it/

Data ultimo aggiornamento 12/02/2021 - 07:57
Location: