Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Notizie / Scoprire Rimini in un week-end autunnale, fra visite guidate e relax.

02-10-2020

Scoprire Rimini in un week-end autunnale, fra visite guidate e relax.

Ponte di Tiberio

L'autunno di Rimini si prospetta ricchissimo di eventi e proposte culturali, fra nuovi musei, mostre e festival. Quale occasione migliore dunque, per trascorrere un fine settimana diverso, fra arte e storia, un massaggio rilassante ed un piatto tipico romagnolo?

Per conoscere i segreti di Rimini sono tante le visite guidate ed i tour che in autunno permettono di scoprirla, anche gratuitamente:

Il teatro Galli ad esempio, nei week-end autunnali propone visite guidate tra le quinte ed il parterre sorvegliato dai grifoni dorati. Un percorso nelle vicende del Teatro ottocentesco progettato dall’architetto Luigi Poletti, nonché attraverso le storie degli artisti e delle personalità che lo hanno frequentato nella Rimini di fine Ottocento e nella Belle Époque.
Per partecipare alle visite guidate, che prevedono un numero massimo di 15 partecipanti ed hanno un costo di 5 euro a persona (bambini fino a 7 anni gratis), è necessario prenotare (tel. 0541.793851). INFO: www.teatrogalli.it

Per chi ama invece il profumo dei libri e rintanarsi nel silenzio di una biblioteca fra migliaia di storie e pagine consunte, le visite guidate gratuite alla biblioteca Gambalunga regalano una esperienza speciale ogni ultimo sabato (Ingresso limitato a 6 persone alla volta, orario delle visite: 10, 11.30. Prenotazione obbligatoria al numero 0541 704326) In altre giornate è possibile prenotare visite guidate a pagamento presso gli Uffici Musei Comunali. (INFO: www.bibliotecagambalunga.it/).

Sempre presso i Musei Comunali è possibile prenotare le visite guidate al Museo della Città e al nuovo sito museale PART - Palazzi dell’Arte Rimini, che ogni sabato e domenica, ad iniziare dal 3 ottobre, propone visite guidate la mattina alle ore 10 e alle ore 11, il pomeriggio alle ore 15.30 e alle ore 16.30, al costo speciale di euro 6.00, comprensivo anche dell’ingresso.

Non solo visite nei luoghi simbolici ma veri e propri tour, percorsi fra le strade della città, alla scoperta, ciascuno, di un volto di Rimini.

Ad esempio, i tour dedicati all'arte divina conducono tra le chiese ed i templi carichi di storia e storie, abbelliti dalle opere di grandi artisti come Giotto, Piero della Francesca, Paolo Veronese.
Ed ancora, il tour romano o rinascimentale immerge gli ospiti nei luoghi che hanno visto Rimini, florida città e signoria, attraversare duemila anni di storia, come la Domus del Chirurgo, il ponte di Tiberio, Castel Sismondo e il Museo della Città. (scopri qui)

Tanti altri sono i percorsi immaginati per condurre gli ospiti, attratti da musei ed antichità, nella storia più remota della città, ma Rimini ha una storia recente affascinante e ricca come quella del passato, resa celebre e sfavillante dall'immaginazione e dall'estro dei suoi figli più illustri.
A loro sono dedicati i tour guidati fra i luoghi che li hanno visti nascere e formarsi, diventando magari scenari delle loro opere geniali, così come per il tour Felliniano che conduce, anche a bordo di bici elettriche messe a disposizione degli ospiti, lì dove il geniale regista è diventato tale.

E non manca di certo l'occasione di scoprire la città e nel contempo rilassarsi, fra una visita e l'altra ai tanti luoghi imperdibili di Rimini, degustando i piatti tipici consigliati dalle proprie guide o concedendosi attimi di relax in una spa. È ricca l'offerta di esperienze che è possibile coniugare con le visite guidate (INFO: www.visitrimini.it).

Il cuore della Città, o meglio i tanti cuori della Città, possono così essere conosciuti davvero in un week end autunnale, accompagnati e guidati tra i luoghi del passato e del presente, tra le tradizioni culinarie e le abitudini dei veri Riminesi, perché conoscere un luogo vuol dire conoscere la sua gente.