Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Notizie / Luxmas: Rimini presenta un mese di luci, suoni, installazioni e parole per un omaggio alla città nel segno della bellezza

03-12-2020

Luxmas: Rimini presenta un mese di luci, suoni, installazioni e parole per un omaggio alla città nel segno della bellezza

Luxmas

Dal 5 dicembre Rimini si accende: una dichiarazione d’amore piena di luce dedicata ai riminesi e per i riminesi. Dal volo luminoso delle farfalle, agli allestimenti natalizi in tutta la città, dall’installazione di light design nella piazza sull’acqua, al tappeto sonoro in streaming e in filodiffusione. E ancora, officine creative e appuntamenti on line e off line per mettere al centro i talenti della città.

Un mese di luci nelle piazze e nelle strade. Un mese di musica in diretta e in filodiffusione per mettere in rete cantanti, scrittori, attrici e musicisti riminesi e sostenere così il mondo locale dello spettacolo, duramente colpito dalla pandemia. Un mese di installazioni di light art nei luoghi identitari della città per trasformare i monumenti e il paesaggio urbano in un inconsueto e accogliente corpo luminoso. 
Luxmas non è un calendario di spettacoli, ma un clima luminoso che vuole accompagnare il periodo del Natale ricomponendo metaforicamente un dentro e un fuori, dove gli spazi culturali, come Teatro Galli, Part, Museo della città, Ala moderna, Domus del chirurgo, Biblioteca Gambalunga, Teatro degli Atti, Visitor center, si aprono a incrociare le piazze, le strade, i borghi, i monumenti, collegati fra loro da un tappeto di luci, di suoni e di parole, sostenute dal volo leggero delle farfalle - tema caro al poeta Tonino Guerra - simbolo di libertà e messaggere di bellezza e di speranza in un futuro buono e in una notte che si farà giorno.
 

LE LUCI DELLA CITTA’

Una intera città illuminata, da Torre Pedrera a Miramare, passando per il centro e i borghi, che ha per filo conduttore un progetto di city dressing coordinato. Si comincia da piazza Cavour, dove il volo di quattro farfalle luminose alte 7 metri verso un cielo di luci e di farfalle è l’omaggio alla libertà, al sogno e alla poesia che si unisce alle parole luminose di Tonino Guerra ‘Vincerà la bellezza’. Torna nel corso d’Augusto il tappeto di luci con sottostanti scritte luminose: "Se hai bisogno e non mi trovi, cercami in un sogno" (Vasco Rossi) e "L'amicizia è una farfalla che si ferma sulla spalla" (Tonino Guerra). Proseguendo verso Piazza Tre Martiri sarà protagonista un grande albero di Natale a luce calda, con passaggio pedonale sottostante, mentre all’Arco d’Augusto il tradizionale presepe realizzato dall’Enaip sarà illuminato da due angeli luminosi alti 7 metri e da due stelle. E ancora, le luci dedicate a Federico Fellini in via Verdi e in via d’Azeglio appena riqualificate nell’ambito del progetto connessioni urbane verso il Museo Fellini; l’albero di Natale davanti alla Stazione con un omaggio cromatico che richiama il pavone di Amarcord; il Museo della città e il chiostro della biblioteca Gambalunga, Piazzale Kennedy e i borghi accesi da chilometri e chilometri di lucine. Il progetto di illuminazione urbana prosegue con un video mapping site specific sulla facciata della Domus del chirurgo. “Vista mare” è il racconto visuale di una grande mareggiata di Mediterraneo che sommerge lo scavo e lo trasforma in un improbabile acquario dove tornano a incontrarsi tutti gli esseri, i popoli, le imbarcazioni, le creature mostruose e mitologiche che il mare nostrum nella sua storia ha fatto incontrare.
 

208 – INSTALLAZIONE PUBBLICA DI GIO’ TIROTTO

Un vero e proprio omaggio al design contemporaneo sperimentale illuminerà, dal 5 dicembre, la superficie della Piazza sull’Acqua a ridosso del Ponte di Tiberio, con una installazione luminosa da parte di uno degli studi più interessanti della scena creativa italiana. Il Comune di Rimini, in collaborazione con Laboratorio Aperto, ha commissionato al progettista Gio Tirotto, il progetto 208, un’installazione luminosa sull’acqua che lambisce il Ponte di Tiberio, nel Borgo San Giuliano. Curato da Maria Cristina Didero, 208 è una installazione pubblica dal messaggio universale, una imponente e suggestiva scultura luminosa fruibile da tutti. Assorbendo la luce del sole durante il giorno, all’imbrunire le boe nel grande bacino a ridosso del Ponte di Tiberio che simboleggiano le 208 nazioni del mondo, iniziano la loro leggera danza trasformando il paesaggio circostante in un inconsueto e rassicurante corpo segnaletico in continuo movimento, una lieve sinfonia di bagliori dove ciascun galleggiante accumula energia autonomamente in maniera variabile, a seconda della sua posizione.


RIMINI IN ONDA CON ‘ORA’, LA WEB RADIO DELLA CITTA’

Per la prima volta la città avrà un tappeto sonoro in diretta con ‘RADIO OFFICINA RIMINI ARTE’: dall’8 dicembre comincerà a trasmettere ORA, la web Radio del comune di Rimini pensata per mettere in rete musicisti, artisti e teatranti riminesi. Radio ORA trasmetterà in streaming ed in diretta dal teatro Novelli dando vita ad una vera e propria officina creativa, con l’intento di abbracciare tutta la città. Per questo motivo, Radio ORA non sarà trasmessa unicamente sul Web (all’indirizzo www.officinariminiarte.it) ma, in determinati momenti della giornata, sarà amplificata per le vie della città attraverso uno specifico servizio di diffusione che coinvolgerà il centro storico: Piazza Cavour, Piazza Tre Martiri, la piazza sull’acqua. Inaugurazione martedì 8 dicembre alle ore 17,30 con I Rangzen che celebrano il quarantennale della scomparsa di John Lennon con un inedito concerto Beatlesiano, registrato dal vivo, in remoto. Gli appuntamenti proseguono fino al 6 gennaio con Gigi Riva, Alessandro Giovanardi e Sabrina Foschini, Kelly Joyce in concerto, NicoNote e Pierfrancesco Pacoda, gli Eos Quartet in concerto,  Alessia Canducci, Tiziano Paganelli, Ute Zimmermann, Aldo Maria Zangheri, Filippo Malatesta in concerto, Giulio Zavatta, Tamara Balducci, Michele Di Giacomo, Andrea Macaluso, Leonardo Bianconi, Matteo Alì e Mariù Amadei, Davide Brullo e Roberto Paci, Chiara Raggi in concerto, Word mc, Fadamat, Ricky Cardelli e DJ Kambo, Darma in concerto, Mirco Gennari e Gianluca Reggiani, Miami &The Groovers in concerto.
Radio Ora trasmetterà su: https://www.officinariminiarte.it/ e su: https://www.facebook.com/Officinariminiarte.


WELCOME! AL LABORATORIO APERTO

Dal 7 dicembre 2020 al 24 gennaio 2021 un articolato calendario di eventi on line e più di trenta ospiti tra talk livestream, dirette instagram, webinar, docuseries, si svilupperanno a cura del Laboratorio Aperto. WELCOME! - RIMINI CREATIVITY AND DESIGN MONTH è un evento che promuove la bellezza, la cultura del design, che mappa e riunisce le eccellenze culturali, formative, creative, produttive e distributive del territorio. Una escursione virtuale alla ricerca del bello attraverso l’interazione tra i vari linguaggi del design, dalla coltura alla cultura, dall’artigianato al cinema, dalla fotografia all’ambiente, tenendo sempre il focus sulla città di Rimini come coacervo di idee. Da Cristina Celestino di Attico Design a Marco Sammicheli docente alla Scuola del Design del Politecnico di Milano e design curator per ‘Abitare’, da Leonardo Sangiorgi di Studio Azzurro al dialogo fra Roberto Coda Zabetta e l’architetto Luca Cipelletti, dall’artista Luca Giovagnoli alla fotografa Isabella Balena, Gio Tirotto, Maria Cristina Didero: sono solo alcuni degli ospiti degli oltre 20 incontri in programma in livestream sui canali youtube e facebook del Laboratorio aperto di Rimini.
E ancora WELCOME! Art and craf, la mostra collettiva ad Augeo Art Space che mescola arte e artigianato per dare risalto all’ideazione creativa e alla gestazione del manu-fatto.
Per l’occasione, in anteprima, viene presentata la litografia che Giò Tirotto ha dedicato a Rimini e che racconta la visione e la progettazione che hanno portato alla realizzazione dell’installazione artistica “208” pensata per la piazza sull’acqua di Rimini.
Undici gli artisti della galleria Augeo, che prendono parte alla collettiva: Flavio Barducci, Leonardo Blanco, Angelo Borgese, Giovanni De Benedetto, Francesco Ferranti, Davide Frisoni, Luca Giovagnoli, Alessandro La Motta, Filippo Manfroni, Carlo Ravaioli, Paolo Simonazzi.
L’artigianato artistico è selezionato da Matrioska Labstore e vede protagonisti: Arteo microsculture, Inéditart, I Quadritos di Brunella Tegas, Le Terre di Veronica Zavoli, Libellule pezzi unici, Petronella Ortmann.


I MUSEI DELLA CITTÀ IN DIRETTA: UN VIAGGIO VIRTUALE ALLA SCOPERTA DEI CAPOLAVORI D’ARTE
Le porte dei Musei cittadini si aprono virtualmente per presentare alcuni capolavori: nel periodo natalizio, infatti, il Laboratorio Aperto restituisce alla città in modalità interattiva e digitale i luoghi della cultura che l’emergenza sanitaria ha chiuso, attraverso visite virtuali a 360 gradi delle grandi opere d’arte e con dirette streaming dal Part e dal Museo della città. Il programma prevede: 5 dirette live in streaming dai siti museali della città alla scoperta dei capolavori d’arte, 2 conferenze on line sulla valorizzazione del dialetto all’insegna delle topografie felliniane, 2 virtual tour a 360 gradi. Un viaggio nel tempo e nell’arte che porterà in diretta alla scoperta della Rimini del III secolo con i resti della domus del chirurgo, degli artisti del Trecento riminese influenzati da Giotto e dai cromatismi bizantini e della Rimini rinascimentale con le opere del Ghirlandaio, fino all’arte contemporanea di Vanessa Beecroft in dialogo con le stelle del mare di Giovanni Iudice.
In diretta live sui canali social di ‘Rimini Musei’ l’arte arriva direttamente a casa: sabato 19 dicembre alle ore 18, in diretta dal Museo della città, la guida e storica dell’arte Michela Cesarini presenta la pala ex voto di epoca malatestiana, opera del Ghirlandaio; sabato 26 dicembre, sempre alle ore 18, in diretta dal Part, Ilaria Balena presenta l'opera di Vanessa Beecroft, forse l'opera più rappresentativa del museo, in dialogo con l’opera di Giovanni Iudice; domenica 27 dicembre, alle ore 18, l’artista Vittorio D’Augusta presenta un allestimento inedito dall'Ala moderna del Museo della città, nell’ambito del Mese della Fotografia; mercoledì 30 dicembre, alle ore 18, Michela Cesarini accompagnerà alla scoperta delle Sale Antiche della biblioteca Gambalunga. Nel nuovo anno, sabato 2 gennaio, lo storico dell'arte Alessandro Giovanardi presenta il Giudizio Universale, il maestoso affresco della scuola del 300 riminese attualmente ospitato nella Sala dell'Arengo, all’interno del Palazzi d’arte Part; mercoledì 6 gennaio ore 18 la storica dell’arte Monia Magalotti chiuderà il programma dal sito archeologico della domus del chirurgo.
Due passeggiate attraverso la topografia felliniana saranno protagoniste di 2 conferenze in streaming sulla valorizzazione del dialetto a cura di Fabio Bruschi nell’ambito di “Lingue di confine 2020”: venerdì 11 dicembre alle ore 17,30 Davide Bagnaresi ci parlerà de Le case dei Fellini a Rimini; venerdì 18 dicembre, sempre alle ore 17,30, Gianfranco Miro Gori ci condurrà attraverso I luoghi di "Amarcord" e non solo.
Inoltre, nel mese di dicembre, in collaborazione con il laboratorio aperto, i luoghi della cultura che l'emergenza sanitaria ha visto chiusi dal 3 novembre scorso, saranno protagonisti attraverso virtual tour a 360 gradi delle grandi opere d'arte e dei musei che la città ospita. Si partirà con visite guidate virtuali alla mostra "Il ritorno della Madonna Diotallevi", con l'opera di Raffaello ospitata nel Museo della città fino al 10 gennaio e al nuovo Museo d'arte moderna e contemporanea, il Part, inaugurato il 24 settembre scorso nei restaurati Palazzi del Podestà e dell'Arengo.


PRESEPI DAL MONDO ITINERANTI 

Rimini non poteva rinunciare ai presepi. Quest’anno la tradizionale Mostra dei Presepi dal Mondo, a cura della Caritas, si presenta in una modalità nuova: itinerante, per consentire l’esposizione dei presepi in totale sicurezza. Grazie alla collaborazione di Zeinta de Borg e al sostegno del Comune di Rimini, numerosi negozi del centro storico hanno messo a disposizione la propria vetrina per dare spazio a una natività proveniente da diverse parti del mondo. In alcuni casi la vetrina è stata allestita insieme agli immigrati che hanno dato la propria disponibilità per preparare il presepe della propria nazione, in altri casi il presepe è stato offerto dalla Caritas diocesana al negoziante che lo ha poi messo in mostra nella propria vetrina. Venti presepi in diciassette negozi, dall’8 dicembre al 6 gennaio porteranno la speranza e la bellezza del Natale in città, evitando situazioni di assembramento e permettendo una visibilità della mostra dall’esterno e allo stesso tempo sostenere la rete delle attività economiche e far sentire le comunità migranti presenti nella nostra diocesi.


C’ENTRO FACILE

Torna anche C’Entro Facile, l’iniziativa promossa dall’Amministrazione comunale per facilitare l’accesso al centro storico della città.  

Parcheggi. Due ore di sosta gratis: è l’iniziativa che il Comune ha scelto di mettere in campo per favorire l’accessibilità al centro storico e ai borghi nel periodo delle festività natalizie. Da sabato 5 dicembre al 10 gennaio quindi è sospeso il pagamento delle prime due ore di sosta in tutti i parcheggi della città, sia quelli gestiti dal Comune sia quelli gestiti da Parkingest (Italo Flori e Valturio) e da Gruppo Fs (Metropark-area stazione). Basterà esporre il disco orario al momento dell’arrivo, mentre al parcheggio Italo Flori sarà il sistema da remoto a registrare accessi e uscite, calcolando in automatico le due ore di gratuità. 

Navette. Quest’anno aumentano le linee di navette gratuite che collegheranno le aree di parcheggio con il centro storico. Ai due collegamenti ‘tradizionali’ dal parcheggio Settebello in via Roma e da via Caduti di Marzabotto, si aggiunge un terzo trenino con partenza dal parcheggio del Palacongressi. Il trenino ferma inoltre anche al parcheggio Metropark in area stazione. Le navette saranno in funzione da venerdì 4 dicembre fino al 10 gennaio compresi, con corse dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 20.
Durante la zona rossa nazionale, quindi dal 24 al 27 gennaio compresi, dal 31 dicembre al 3 gennaio, il 5 e 6 gennaio, le navette non circoleranno. Il servizio resterà attivo invece nelle giornate di zona arancione – 28, 29 e 30 dicembre, 4 gennaio e, fatti salvi ulteriori provvedimenti, dal 7 al 10 gennaio.     

 

CALENDARIO COMPLETO