Cosa fare

Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Eventi / Manifestazioni e Iniziative / Strutture - sostegno o gabbie?

Strutture - sostegno o gabbie?

Mostra di pittura e fotografia dell'Associazione Culturale "officina d’A"
Località: 
Museo della Città, Ala Nuova, via Tonini 1 - Rimini centro storico

'Strutture' è una mostra, ma anche un racconto d'immagini dal -80 a oggi e un contenitore con artisti a confronto per interpretare la società d’oggi. Ragionamento inter-artistico sulle capacità dell’uomo di gestire la propria vita e le strutture che lui stesso ha creato.
Sabato 9 gennaio, ore 17, vernice con letture di brani da 'Strutture'. Il testo a cura degli studenti del Gruppo Ricerca Vocale Klangwelt.
A completare l'installazione nell'Ala Nuova del Museo, sono proposti appuntamenti di teatro, musica e una conferenza:
- sabato 23 gennaio, ore 17, conferenza/confronto 'Riflessioni', con Massimo Bottini, Presidente Nazionale CO.MO.DO., Confederazione Mobilità Dolce.

Periodo di svolgimento: 
dal 9 al 24 gennaio 2016
Orario: 
da martedì a sabato: 8.30 - 13 / 16 - 19; domenica e festivi: 10 - 12.30 / 15 - 19, lunedì non festivo chiuso
Ingresso: 
libero
Notizie aggiuntive: 

Il progetto “STRUTTURE – sostegni o gabbie?” è a cura degli artisti dell'Associazione Culturale "officina d’A" - Gianni Caselli, Lanfranco Giovannini, Freddy Veroni, Claudio Gori e Renzo Semprini Cesari - con la collaborazione di Pier Paolo Domeniconi, Silvio Canini, Fabio Mina, Massimo Bottini, Armida e Fabrizio Loffredo, Gruppo di Ricerca Vocale Klangwelt.
L’evento, che ruota intorno a una mostra pittorico fotografica, ma che ha in programma anche un atto Teatrale Vocale, un Concerto per flauto, fiati ed elettronica dal vivo e una conferenza/confronto, gode del patrocinio del Comune di Rimini.
Scopo del Progetto è sensibilizzare la città sullo stato delle cose, su dove siamo arrivati a forza di costruire strutture (architettoniche, burocratiche, sociali...) che dovrebbero aiutarci nella vita quotidiana, ma che allo stesso tempo ci hanno anche ingabbiato. Ci sarà la partecipazione del Liceo Scientifico e Artistico A.Serpieri e della scuola elementare S. Cristina presso I.C. A.Marvelli.
Verrà anche pubblicato un racconto, che raccoglie il pensiero e il percorso degli artisti, unito a sei serigrafie, una per ciascun artista, firmate e numerate 1/200.
 

Data ultimo aggiornamento 22/01/2016 - 09:58