Cosa fare

Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Eventi / Manifestazioni e Iniziative / Pneuma4 - in ascolto dello spirito

Pneuma4 - in ascolto dello spirito

Il cibo e la dimensione del sacro - ciclo di conversazioni
Telefono: 
0541 704422
Località: 
Museo della Città via Tonini 1 - Rimini centro storico

Ultimo appuntamento con "Pneuma4, in ascolto dello spirito. Il cibo e la dimensione del sacro" in programma al Museo della Città di Rimini
Venerdì 10 luglio, si parla sul tema "Nutrire la vita" con Marcello Ghilardi (Università di Padova):
Iniziativa coordinata da Mariolina Tentoni in collaborazione con Associazione Vite in Transito.
Pneuma segnala, sempre al Museo della Città, il 9 luglio, alle 17, la presentazione del libro "Fatti di fuoco" del rev. F. Taiten Guareschi, monastero di Fudenji

Periodo di svolgimento: 
19, 21 e 26 giugno - 3 e 10 luglio 2015
Orario: 
10 luglio alle 18
Ingresso: 
libero
Programma: 

19 giugno 2015, ore 21
Corte degli Agostiniani
Enzo Bianchi, Il cibo e la sapienza del vivere
in collaborazione con il Festival del mondo antico

21 giugno 2015, ore 21
Museo della Città
Monika Bulaj, Mangia un po’ di tè
In collaborazione con il Festival del mondo antico
In Tajikistan le persone salutano lo straniero dicendo: “caj kusai”, che significa mangia un po’ di tè. E con il tè arrivano tante cose - latte acido, focacce, vitello, ospitalità - come sotto la tenda di Abramo. Per sicurezza, nel caso lo straniero si rivelasse un angelo. Il racconto on the road, sull’accoglienza e sull’ascolto, da Tangeri al Tibet, sul concetto di ospitalità, dimenticato in Occidente.

26 giugno 2015, ore 18
Museo della Città
Maciej Bielawski, Cibo, vita, sacrificio
Una lettura del sacrificio, allargata ad altre culture e perciò approfondita, rivela dimensioni inaspettate che collegano il cibo e la vita. Sacrificio non è un concetto di una qualche religiosità ridotta a un ritualismo sprovvisto di significati e degno di essere dimenticato, ma una delle dinamiche fondamentali della realtà. Tale prospettiva getta una luce nuova sul nostro mangiare e sul nostro vivere.

3 luglio 2015, ore 17
Museo della Città
Alessandro Bedosti e Antonella Oggiano / performers, Das Spiel / un rito di guarigione / azione teatrale
Due persone e un vecchio tappeto; un esperienza condivisa di attesa e poi la preoccupazione per le condizioni di salute di Massimo ha generato figure, ricordi e rimandi. Il vecchio tappeto è diventato il luogo di un rito misterioso e divertente che ha rappreso tutta l'emotività di quei momenti in un grumo rituale rigoroso e al tempo stesso spensierato, che contiene in sé anche una proposta di guarigione.

3 luglio 2015, ore 18
Museo della Città
Eleonora Frattarolo, La testa sul piatto di San Giovanni Battista: un nemico da mangiare
La testa di San Giovanni Battista nelle narrazioni pittoriche occidentali viene rappresentata sul piatto alla stregua di un alimento che debba essere consumato. E in effetti così è, nel momento in cui si rinnova il rituale arcaico dell'assunzione di ciò che nel corpo umano è più nutriente: il cervello. Giovanni Battista, ucciso per avere troppo parlato, viene sacrificato dalle forze del male durante un"'ultima cena" scandita dalla riemersione di antiche consuetudini e simbologie. Una riflessione inedita sul significato della storia di Giovanni Battista, che procura considerazioni anche sugli accadimenti della storia a noi contemporanea.

10 luglio 2015, ore 18
Museo della Città
Marcello Ghilardi, Nutrire la vita
"Nutrire la vita" traduce un'espressione fondamentale nella cultura tradizionale cinese, in particolar modo taoista: yangsheng, che implica la compresenza e la complementarità di un nutrimento e di una cura per gli aspetti visibile e invisibile dell'essere umano. Né solo un nutrimento fisico, né solo un nutrimento spirituale sono infatti al centro della riflessione e dell'esperienza per il taoismo. La saggezza consiste proprio nel capire l'inscindibilità delle due dimensioni, nell'incentivarla e nel proporla come forma di igiene, di ecologia e di relazione profonda con sé e con l'altro.

Notizie aggiuntive: 

I RELATORI

Enzo Bianchi
Fondatore e priore della comunità monastica di Bose, autore di numerosi saggi, tra cui con Einaudi: Il pane di ieri, pluripremiato; Fede e fiducia; Ogni cosa alla sua stagione; L’altro siamo noi; presso San Paolo: Ingordigia. Il rapporto deformato col cibo; con la casa editrice di Bose, Qiqajon Nella libertà e per amore collabora con varie testate: La stampa, Repubblica, Avvenire.

Monika Bulaj
Fotografa, reporter e documentarista, pubblica da diversi anni reportage sui confini estremi delle fedi, sulle minoranze etniche, i popoli nomadi, gli intoccabili e i diseredati in Asia, Africa ed Europa. Tra le testate giornalistiche con cui ha collaborato: "Corriere della Sera", "GEO", "National Geographic", "Courrier International", "La Repubblica", "D-Repubblica", "Il Venerdì", "Io Donna ", "Gazeta Wyborcza". Insignita di numerosi riconoscimenti, ha all'attivo circa 60 mostre fotografiche tra New York e Il Cairo.

Maciej Bielawski
Teologo, scrittore, pittore, docente all’università di Verona. Studioso della mistica orientale, e di Raimon Pannikar, tra le sue numerose pubblicazioni in lingua polacca e in italiano: Pannikar. Un uomo e il suo pensiero, ( Roma, 2013 ) tradotto nel 2014 in spagnolo e castigliano. In principio. Racconti sull’origine del mondo, ( Milano, 2014)

Eleonora Frattarolo
Storica e critica dell'Arte. Direttrice artistica della Casa-Studio Giorgio Morandi in Grizzana.

Massimo Bedosti
Attore, danzatore e performer no-website. Ha collaborato con molti dei protagonisti della ricerca teatrale italiana ed europea
Negli ultimi anni, grazie all'intensa esperienza di studio con il danzatore butoh Masaki Iwana, si è dedicato alla creazione di brevi ritratti danzati in qualità di autore e danzatore ("Senza titolo" - 2009, "Quando vedremo un tuo ballo?" - 2010, "Per favore aprite le tende" - 2012, )

Antonella Oggiano
Attrice, danzatrice

Marcello Ghilardi
Ricercatore in Estetica all'Università di Padova e membro del gruppo di ricerca sull'immaginario Orbis tertius dell'Università di Milano-Bicocca. Ha tradotto e curato testi di autori occidentali e orientali; tra i suoi libri: L’enigma e lo specchio (Padova, 2006); Una logica del vedere (Milano-Udine, 2009); Arte e pensiero in Giappone (Milano-Udine, 2011); Filosofia dell'interculturalità (Brescia, 2012); Il vuoto, le forme, l'altro (Brescia 2014), oltre al libro d'arte Nella distanza della luce (Milano-Udine, 2014).

Data ultimo aggiornamento 07/07/2015 - 13:03