Cosa fare

Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Eventi / Manifestazioni e Iniziative / Marsch in concerto al Teatro degli Atti

Marsch in concerto al Teatro degli Atti

1° appuntamento di Officina Musica Rimini
Telefono: 
0541 793811 (Teatro Novelli)
Località: 
Teatro degli Atti, via Cairoli 42 - Rimini centro storico

Il Teatro degli Atti si trasforma in un'officina per la musica riminese. Ad inaugurarla i Marsch che sabato 21 febbraio che presenteranno in anteprima il nuovo album "Sul fondo delle acque", uscito lo scorso 1° febbraio. Un'occasione anche per scoprire il video del brano Gli eredi di Heidegger, terzo videoclip realizzato dalla band.
Con il concerto dei Marsch si apre ufficialmente Officina musica Rimini, un progetto pensato dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Rimini nato, secondo le parole dell'Assessore Massimo Pulini, "per dare visibilità, attraverso un unico marchio che funga da filo conduttore, alle esperienze musicali di qualità del nostro territorio, che può vantare da anni una florida produzione culturale anche in questo ambito. Si tratta di un'azione che l'amministrazione comunale vuol mettere in campo per promuovere le creazioni discografiche dei musicisti riminesi, e che si inserisce all'interno di un già consolidato percorso di valorizzazione della musica contemporanea."

Periodo di svolgimento: 
sabato 21 febbraio 2015
Orario: 
alle 21.30
Ingresso: 
gratuito
Notizie aggiuntive: 

I Marsch nascono nel 2012 da un'idea di Fabrizio Angelini e Gabriele Lasi. Ai due chitarristi si uniscono Matteo Zamagni al basso e Daniele Battistini alla batteria. Il genere predominante è il rock alternativo italiano, dipinto da tematiche cupe e introspettive, e arricchito da armonie ricercate e spesso dissonanti che portano alla creazione sia di brani dolci e melodiosi che potenti e graffianti. Durante le vacanze natalizie del 2012 la band incide il primo ep con Farmhouse di Andrea Felli a Rimini e nel febbraio 2013 realizza il videoclip del brano Morte inattesa all'interno del Teatro Galli di Rimini per la regia di Andrea Zucchini. L'esibizione live tenutasi al Teatro degli Atti di Rimini, durante la presentazione del videoclip, viene interamente filmata da Filippo Rossi che realizza così il secondo video dei Marsch sulle note del brano La cena degli assurdi. Da marzo a giugno 2014 la band registra il primo album completo intitolato Sul fondo delle acque presso Stop Studio di Andrea Muccioli e Ivan Tonelli, a Rimini, uscito il 1° febbraio 2015 per Acanto, intanto nel mese di novembre scorso è stato realizzato il terzo video della band, sulle note del brano Gli eredi di Heidegger. Nel disco due forze contrastanti si incontrano e scontrano dando vita a un continuo pulsare: crepuscolo e albore, paradosso e normalità, amore e odio, bene e male, gioia e dolore, vita e morte. Sono l'interagire tra queste forze, il cercare di avvicinare gli estremi che mai riusciranno a toccarsi.

Nel brano Gli eredi di Heidegger i Marsch si interrogano sul paradosso dell'uomo, sulle intolleranze e sulla paura del diverso che si respirano ogni giorno nella nostra quotidianità. Nel periodo in cui si susseguivano i numerosi e tragici sbarchi degli immigrati, è nata nella band questa riflessione sui sentimenti umani che hanno poi cercato di esprimere sia nel brano che nel video. Sono esperienze che attanagliano e i Marsch hanno scelto così di dimostrare la loro vicinanza ai ragazzi stranieri che arrivano nel nostro Paese o semplicemente a tutti coloro che provano un certo “male di vivere”. Il titolo del disco, Sul fondo delle acque, prende proprio spunto da una frase di questa canzone, con la speranza che dal basso si riesca presto a risalire per abbandonare questo “Medioevo futuristico” che si trovano davanti agli occhi. Per rimarcare il senso di vicinanza con certe realtà, i Marsch hanno pensato di coinvolgere nelle riprese del video i ragazzi afferenti all'iniziativa Mare Nostrum e al progetto S.P.R.A.R del Comune di Rimini. Niente meglio delle loro testimonianze e dei loro sguardi avrebbe saputo rendere il loro vissuto.

Data ultimo aggiornamento 17/02/2015 - 13:53