Cosa fare

Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Eventi / Manifestazioni e Iniziative / Le Città Visibili

Le Città Visibili

Ultimo weekend della rassegna teatrale e musicale estiva al Palazzo Lettimi
Telefono: 
339 4976319
Località: 
Rimini centro storico, Giardino di palazzo Lettimi in via del Tempio Malatestiano, 26

Si parte venerdì 31 luglio con lo spettacolo Generazione disagio-dopodiché stasera mi butto di e con Enrico Pittaluga, Graziano Sirressi, Andrea Panigatti, Luca Mammoli. La messinscena coinvolgerà il pubblico del festival in una sorta di gioco dell'oca forsennato dove un laureando, un precario e uno stagista si sfideranno per vedere chi riesce ad accumulare più sfortune e perciò più disagio, fino all'ultima provocatoria casella: il suicidio!
Sabato 1° agosto, Chiara Stoppa racconta la sua esperienza con la malattia ne Il ritratto della salute. Una storia portata al pubblico non tanto, o almeno non solo, attraverso l’aspetto drammatico, ma con una certa dose di ironia e leggerezza.
Infine, domenica 2 agosto è un altro importante artista del posto, Silvio Castiglioni, con il radiodramma teatrale dal racconto di Silvio D’Arzo, Casa d'altri, di cui è regista e interprete. Il pubblico assisterà a un’indagine esistenziale scandita dall’attesa di una domanda continuamente differita. Ma è anche “un racconto perfetto”, come lo definì Eugenio Montale sul Corriere della Sera dopo la morte di D’Arzo, scomparso a soli 32 anni senza aver visto pubblicato il suo capolavoro.
Segui anche su Facebook e Twitter

Periodo di svolgimento: 
31 luglio e 1, 2 agosto 2015
Orario: 
21.30
Ingresso: 
libero
Programma: 

Sabato 18 luglio
1998-2015 LA REUNION di e con PAOLO CANANZI
A quasi vent'anni dalla sua ultima apparizione in pubblico, Paolo Cananzi, riminese, sale nuovamente su un palcoscenico dopo un'onorata carriera di autore per la tv (tra i molti varietà Mai dire Gol, L'Ottavo Nano, Volo in Diretta) e il cinema (Chiedimi se sono felice). Come certe band che mettono da parte vecchi rancori e incomprensioni per tornare a suonare insieme, così ne La reunion Cananzi tenta di ricomporre la sua anima di entertainer con quella di ghostwriter. In un ciclo di brevissime microconferenze con l'ausilio di contributi video, questo ironico e malinconico relatore affronterà vari temi, spinto da quell'ottusa pretesa di frettolosa esaustività tipica dei nostri tempi.

Domenica 19 luglio
COME I CARNEVALI con BOBO RONDELLI
Bobo Rondelli è l’anima di Livorno, poeta celebrato e riconosciuto come uno fra i maggiori esponenti della canzone d’autore italiana. Dopo la consacrazione mediatica grazie a partecipazioni prestigiose sul grande e piccolo schermo (dal sodalizio con Paolo Virzì - attore in La prima cosa bella e protagonista nel docufilm L’uomo che aveva picchiato la testa - alle ospitate su Rai Tre in programmi come Sostiene Bollani e Gazebo) e dopo aver studiato e prodotto uno spettacolo interamente dedicato a Piero Ciampi, celebrato recentemente anche da Sky arte con un bellissimo docufilm, l'instancabile artista livornese Bobo Rondelli torna con il nuovo album Come i Carnevali, un disco di un uomo innamorato delle assurdità e delle passioni della vita. Troppo sensibile per non subirne la crudeltà, troppo lucido per prenderla sul serio.

Martedì 21 luglio
TOXIC LOVE con ANGELA BARALDI - CORRADO NUCCINI - EMANUELE REVERBERI
L'amore, il vizio, i bassifondi della Grande Mela, il tutto rivisto attraverso le canzoni che hanno segnato un’epoca. La storia dei Velvet Underground così come quella di Nico e Lou Reed è nota perché ha segnato il rock, ridefinendo i canoni di tutte le correnti musicali successive, dal punk alla new wave. Lo spettacolo rivisita i principali successi di questi artisti in una chiave contemporanea grazie alla voce di Angela Baraldi (attrice e cantante bolognese: ha lavorato con Gabriele Salvatores come protagonista nel film Quo vadis, baby? e con Lucio Dalla, Francesco De Gregori, Peppe Servillo) e alle musiche di Corrado Nuccini (chitarra e voce dei Giardini di Mirò) ed Emanuele Reverberi (polistrumentista e musicista dall'enorme repertorio sonoro che va dal rock alla musica popolare).

Sabato 25 luglio – teatro
ALLEGRO TEATRALE - VALERIO APREA legge FRANCESCO PICCOLO con ALESSANDRO CHIMIENTI alla chitarra
Spettacolo-reading di Valerio Aprea (Parla con me, Boris, Smetto quando voglio), musicato dal vivo su testi di Francesco Piccolo: uno dei più affermati scrittori (Momenti di trascurabile felicità, Il desiderio di essere come tutti: Premio strega 2014) e sceneggiatori italiani (Il caimano, Habemus Papam, La prima cosa bella con cui vince il David di Donatello 2010, Il capitale Umano: David e Nastro d'argento 2014). Istantanee di esistenza quotidiana, lampi di condivisione, segreta osservazione dell’infinitesimale, per una, non solo comica, perlustrazione nell’intimo di ognuno di noi. Il tutto accompagnato dalla musica, eseguita dal vivo, dalla chitarra di Alessandro Chimienti, membro storico della band di Alessandro Mannarino.

Venerdì 31 luglio
Spettacolo selezionato dai Visionari del bando de Le città visibili
GENERAZIONE DISAGIO-DOPODICHÉ STASERA MI BUTTO di e con ENRICO PITTALUGA GRAZIANO SIRRESSI ANDREA PANIGATTI LUCA MAMMOLI
Spettacolo vincitore ROMA PLAYFESTIVAL 2015 - BANDO TEATRO OFF ARTIFICIO 2015 - GIOVANI REALTÀ DEL TEATRO 2013 - Menzione speciale della giuria al premio SCINTILLE 2013 di Asti teatro - Menzione speciale della giuria al premio INTRANSITO - teatro Akropolis 2013. Produzione Proxima Res
Lo sappiamo che la vita è dura. E allora, cosa ci rimane? Il suicidio? Sì! Ma per ridere! Un gioco dell'oca dove un laureando, un precario e uno stagista si sfideranno per vedere chi riesce ad accumulare più sfighe e perciò più Disagio. Con l'aiuto e la partecipazione dal vivo del pubblico in sala i giocatori dovranno avanzare sul tabellone per accumulare Disagio, destreggiandosi tra prove collettive, prove individuali e caselle “imprevisti”. Obiettivo: la casella finale del Suicidio!

Sabato 1 agosto
IL RITRATTO DELLA SALUTE di Mattia Fabris e Chiara Stoppa, a cura di Mattia Fabris con CHIARA STOPPA. Produzione Compagnia ATIR
Quando i medici mi dissero che avevo pochi mesi di vita, iniziai a pensare a cosa dire ai miei amici, alle persone a me care, per un degno saluto. Ora, dopo molto più che pochi mesi, sono qui. In piedi, con una storia da raccontare. Anche con leggerezza e ironia. Nessun elisir di lunga vita, nessuna formula magica. Solo una ragazza di 25 anni che affronta una malattia. E quando le dicono che sta per morire decide di affrontare se stessa. La malattia come passaggio. Come un viaggio in una terra lontana. Un viaggio dal quale a volte si torna indietro. Almeno per me è stato così e, come scrive Carver in una sua poesia: “...e che te ne sono grata, capisci? E te lo volevo dire.”

Domenica 2 agosto
CASA D'ALTRI - Radiodramma teatrale dal racconto di Silvio D’Arzo di e con SILVIO CASTIGLIONI
Casa d’altri è un giallo dell’anima. Un’indagine esistenziale scandita dall’attesa di una domanda continuamente differita. Una domanda che ammutolisce chi è chiamato a rispondere. Una suspense che il silenzio non scioglie. Una responsabilità che nessuno è disposto ad assumersi. Una verità da ascoltare voltati da un’altra parte. Ma è anche “un racconto perfetto”, come lo definì Eugenio Montale sul “Corriere della Sera” dopo la morte di D’Arzo, scomparso a soli trentadue anni senza aver visto pubblicato il suo capolavoro. Sulla scena, le maschere vocali dietro cui si cela l’autore - la vecchia con la sua terribile domanda e il prete con il suo silenzio - affiorano tra gli echi di un paesaggio purgatoriale. La fiaba è un “adagio” crudele, insidiato dal silenzio: dietro le maschere non ci sono che specchi…

Notizie aggiuntive: 

Apertura bar all'interno dalle 19.00

In caso di pioggia gli eventi si terranno alla Sala del Giudizio del Museo della città di Rimini, in via L. Tonini 1, fatta eccezione per lo spettacolo Generazione disagio - dopodiché stasera mi butto, che si svolgerà al Teatro degli Atti in via Cairoli 42.

Data ultimo aggiornamento 30/07/2015 - 11:25