Cosa fare

Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Eventi / Manifestazioni e Iniziative / Embassy Gallery - Mostra di Adriana Contarini

Embassy Gallery - Mostra di Adriana Contarini

Lo Spazio del Colore
Località: 
Embassy Gallery, viale Vespucci, 33 - Rimini Marina Centro

Embassy Gallery, a celebrare i due anni di attività, propone una personale di Adriana Contarini, l’artista che ha felicemente inaugurato la galleria nel luglio 2013.
Opere che risalgono ai primi anni Duemila e altre di invenzione recente, in parte inedite, raccontano un originale percorso creativo , sostanziato da una ricca formazione artistica e da una vasta cultura dell’immagine ed evolutosi in senso sperimentale e coerente nell’adozione di un linguaggio astratto lontano da tentazioni minimaliste come da rigido geometrismo. Un’estetica astratta che non rifugge da suggestioni di realtà e si esprime nella dimensione lirica delle vivaci e ritmiche partiture cromatiche dai confini sfumati come nelle dinamiche dei segni nella pasta stessa del colore. Lo spazio si fa colore, il colore si fa segno, il segno vivifica la superficie.
Inaugurazione domenica 5 luglio 2015 ore 18.30

Periodo di svolgimento: 
dal 5 al 25 luglio 2015
Orario: 
da martedì a domenica: 17.30 - 19.30 / 20.30 - 23
Programma: 

E’ il colore a scandire il ritmo dell’opera, a creare corrispondenze e risonanze, una musica armoniosa su uno spartito dalle molteplici e diverse textures.
Nel processo di creazione gioca un ruolo significativo la formazione matematica a fornire solidità formale ed equilibrio classico alla poetica e allo stile di Contarini. Complice una tecnica calcografica concepita sperimentalmente, come generatrice di pezzi unici - monotipi - e usata con sapienza e fantasia, lasciando margine anche all’imprevisto.
Protagoniste della mostra sono carte e carte intelate con invenzioni compositive dalle soluzioni sempre diverse e dal personalissimo impianto cromatico. L’invenzione formale, talvolta, si articola nello sviluppo di un tema espressivo che dipana in opere diverse una riflessione interiore prolungata nel tempo. Alcune grandi tele poi emozionano con la profondità degli azzurri e dei blu, a suggerire ampi spazi aperti, come certi acquarelli realizzati dall’artista negli anni Novanta.
Nuove proposte, una serie di opere sorprendenti i “Piccoli”, raffinati lavori astratti, di soli 10x10 centimetri, racchiudenti nelle loro minuscole carte intensità e poesia. Composizioni dalle variegate e complesse cromie, di una fresca invenzione formale, abitate, talvolta, da minuscole presenze birichine, che vivono nell’opera con ironia leggera. I” Piccoli”, come alcuni astratti e opere stilizzate quali gli “Ice-cream”, sono originati da materiali diversi e inusitati (lastre metalliche, plastiche,brani di pellicole, stoffe) passati al torchio; materiali che hanno acceso la fantasia dell’artista e dato avvio ad una ricchissima serie di lavori.
Nella presente rassegna vengono proposte anche lastre calcografiche, forme espressive autonome esse stesse, bassorilievi dall’intonazione dadaista, che ci consentono di entrare nel processo di creazione dell’opera, di vivere una sorta di iniziazione.

Notizie aggiuntive: 

Adriana Contarini è nata a Rimini, vive e lavora a Milano dal ’79. Laureata in matematica, è insegnante della disciplina per diversi anni, sempre affiancando all’attività di studio e di insegnamento la ricerca artistica.
Le prime esperienze, con i riminesi Elio Morri ed Edoardo Pazzini, ed i primi riconoscimenti risalgono agli anni del liceo, ma è negli anni Novanta che l ‘impegno artistico diventa centrale con la frequenza della Scuola degli Artefici e della Scuola Libera di Nudo presso l’Accademia di Brera. E’ inoltre allieva della Scuola Internazionale di Grafica e di Atelier Aperto a Venezia.
Ha partecipato con opere ad olio e ad acquerello, incisioni, monotipi, collages ad esposizioni nazionali ed internazionali a Milano, Venezia, Merano, Monterchi, Galliate, Lugano, Innsbruck, Parigi, Firenze. Mostre personali a Casale di Scodosia ( Padova), Corbetta, Rimini, Milano, Venezia, Roma, Abbiategrasso. Riconoscimenti della critica dal 1967. Alcune sue opere si trovano presso il Gabinetto delle stampe dell’Accademia di Brera, quello della Biennale di Incisione di Acqui Terme e presso collezioni private in Italia e all'estero.

Data ultimo aggiornamento 30/06/2015 - 08:59