Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

Comunicato stampa del: 15-04-2014

A Rimini raddoppiano gli Iat Diffusi

Iat Diffusi
Questa mattina è stato consegnato il ‘diploma’ di ‘Io Info – Iat diffuso’ a
25 nuovi operatori diventati testimonial della città, per un totale di 50 strutture fra bar, agenzie viaggi, distributori di benzina, erboristerie, negozi di abbigliamento, noleggi bici/moto, stabilimenti balneari e alberghi che si trasformano in luoghi di accoglienza e informazione turistica

Dopo la sperimentazione condotta nel 2013, che ha visto nascere i primi 25 punti IO-INFO. IAT Diffuso, altri venticinque esercenti di Rimini di varia tipologia, sono pronti nel 2014 ad offrire ai clienti e ai turisti di Rimini un nuovo servizio aggiuntivo di informazione su eventi, opportunità, servizi presenti sul territorio. Tali esercizi commerciali diventano quindi, di fatto, ulteriori punti diffusi di informazione e accoglienza turistica del territorio, come offerta informativa integrata al sistema istituzionale degli Uffici di Informazione e Accoglienza Turistica-IAT. Una vera e propria ‘rete’ di accoglienza gestita, a questo punto, da 50 ‘testimonial’ di Rimini in grado di offrire con passione e conoscenze alcuni servizi di informazione di base.

I nuovi IAT diffusi hanno ricevuto l’attestato di IO Info-IAT Diffuso questa mattina, 15 aprile, dal Presidente di Rimini Reservation, Ivan Gambaccini, e dai rappresentanti del Piano Strategico di Rimini.

L’iniziativa IO_INFO è nata da un’idea del Piano Strategico di Rimini in collaborazione con Rimini Reservation (società che gestisce gli Uffici di Informazione e Accoglienza Turistica del Comune di Rimini) e con l’Assessorato al Turismo del Comune di Rimini, come prima tappa di un percorso che mira a diffondere capillarmente un nuovo concetto di accoglienza nel territorio riminese e, più in generale, in tutto il sistema turistico regionale.

Dopo la scelta di tre aree campione lo scorso anno - Rimini Centro Storico, Miramare e Torre Pedrera – quest’anno il progetto ha visto coinvolti esercizi di tutto il territorio comunale che si aggiungono ai precedenti IAT diffusi e creano una vera e propria rete di punti di informazione turistica al fianco degli IAT istituzionali. Il progetto prevede una progressiva estensione nei prossimi anni anche al resto del territorio riminese ma, nel frattempo, ha già fatto scuola in altre realtà. Da quest’anno, infatti, anche Cervia ha attivato 30 IAT diffusi, contrassegnati dalla stessa grafica degli operatori riminesi, e Ravenna farà altrettanto a partire da dopo l’estate.

Come per la prima edizione, i requisiti richiesti agli operatori per entrare a fare parte della rete degli uffici di accoglienza diffusa sono stati, oltre naturalmente all’interesse per questa nuova iniziativa, la dotazione di un collegamento internet all’interno del proprio esercizio e la partecipazione ad un percorso formativo di approfondimento e aggiornamento delle proprie conoscenze.

Il percorso formativo è partito il 23 gennaio con 25 iscritti dei seguenti esercizi commerciali:
Hotel/Residence: Hotel Villa dei Gerani, Hotel Brenta, Hotel Amicizia, Hotel Diana, Hotel Marselli, Hotel Airone, Tordi Garden Hotel, Consorzio Piccoli Alberghi di Qualità, Residence Villa Azzurra;
Ostelli: Jammin’ Rimini Party Hostel;
Agenzie viaggi/Tour operator: Bravo Service, Martour Viaggi, Al Mas’ Udi Tour ;
Ristoranti: A Mareina, Barrumba, Barafonda, Marina Centro; Bar/ristoranti sulla spiaggia: Bagno Rudy 144, Bar ristorante Sunrise – spiaggia 60, Caffè dell’Orto;
Erboristerie: Officina delle Erbe;
Negozi di abbigliamento: Edistyle;
Distributori di Benzina: PB Via Matteucci (grattacielo); BP Via Ortigara; Noleggi bici/moto: Noleggio Ambra.

Il corso, gratuito, si è avvalso della presenza di docenti altamente qualificati ed ha affrontato e approfondito tre tematiche fondamentali, sviluppate in altrettanti moduli formativi:
- Conoscenza del territorio (Rimini, entroterra riminese)
- Conoscenza dei principali social network, compresi i social destinati
alla condivisione di immagini fotografiche, e dei portali di informazione turistica del territorio
- Corso di lingua russa (modulo facoltativo).

Gli esercenti coinvolti saranno formalmente riconosciuti dal Comune di Rimini con un apposito atto amministrativo e saranno tenuti a sottoscrivere un decalogo di adesione al progetto e di rispetto dei principi di accoglienza e di servizio che lo caratterizzano.
Agli operatori coinvolti verranno forniti insegne e materiali di comunicazione coordinati (vetrofanie, totem), oltre ai materiali promozionali predisposti dall’Amministrazione Comunale e da Rimini Reservation.
Lo sviluppo del progetto sarà coordinato da Rimini Reservation che metterà a disposizione degli esercenti del circuito un operatore dedicato.

Nella foto un momento della consegna dell’attestato IO Info-IAT Diffuso ai
25 nuovi operatori del territorio
Data comunicato: 
15 Aprile 2014