Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

Comunicato stampa del: 01-12-2011

Presentato 'Rimini, il capodanno più lungo del mondo'

Presentato 'Rimini, il capodanno più lungo del mondo' - i file
Battiato, Laura Pausini, Zucchero, Ivano Fossati, Fabri Fibra, 'I soliti idioti' sono solo alcuni dei protagonisti degli oltre 50 eventi musicali - oltre 100 eventi complessivi - che andranno a comporre lo straordinario calendario del Capodanno più lungo del mondo, che dai primi giorni di dicembre animerà la città fino all’inaugurazione della Grande mostra “ Da Vermeer a Kandisky” in programma a Castel Sismondo dal 21 gennaio.



Rimini cambia il format del Capodanno, non più singolo evento, ma punto d’eccellenza di un lungo e qualificato programma di iniziative culturali, ed in particolare musicali, capaci di creare atmosfere suggestive, in linea con il mito musicale della città e con il suo sound, motivando la scelta della destinazione Rimini, per un soggiorno breve o per le vacanze del periodo natalizio. L’intero programma vedrà protagonisti, per più di un mese, oltre a grandi artisti di livello nazionale e internazionale, anche numerosi artisti e gruppi locali, nonché i luoghi in cui si forma il carattere musicale della città.

Un nastro multicolore unirà idealmente gli spazi della città in cui si svolgeranno gli eventi, il centro storico, i borghi e la marina, abbracciando i numerosissimi protagonisti del nuovo progetto riminese. Il Capodanno più lungo del mondo è, infatti, il risultato di un progetto condiviso e attivamente partecipato dalle istituzioni alle associazioni di categoria, dai pubblici esercizi alle discoteche, dagli enti economici alle associazioni culturali che insieme hanno contribuito finanziariamente alla definizione del budget e del calendario, anche con azioni coordinate programmate autonomamente.



Il filo conduttore degli eventi (per il programma completo consultare l’allegato) vedrà come elemento caratterizzante la musica: Zucchero (1 dicembre), Laura Pausini (prova a invito, 18 dicembre), Ivano Fossati (16 dicembre), Fabri Fibra (30 dicembre) affiancheranno il dinamismo e l’originalità della multiforme scena musicale urbana, trasformando la città stessa in un evento stimolante, punteggiato da oltre 100 appuntamenti da non perdere. Momento clou il 31 dicembre che vedrà andare in scena non uno, ma tanti eventi diffusi: I Capodanni di Rimini, dal grande concerto in piazzale Fellini con Franco Battiato, alla Milonga di Capodanno al teatro degli Atti, dal Capodanno folk “Liscio è bello” con le scuole di ballo liscio capitanate dai pluri campioni italiani Mirko e Sandra ai padiglioni della Vecchia Fiera, a “Godot è arrivato” il Capodanno degli artisti riminesi presso lo Spazio Duomo. E ancora, dal Capodanno “Scenari di teatro instabile: suoni, luci e voci” al cantiere del teatro Galli fino al Capodanno delle discoteche che, per la prima volta, quest’anno hanno deciso di unire le forze e di presentare un’unica iniziativa, Rimini Movida Pass, per il 31 dicembre. A dare il benvenuto al nuovo anno sarà, com’è tradizione, lo spettacolo di fuochi artificiali che, a mezzanotte del 31 dicembre, accenderà nella zona della Rotonda il mare d’inverno.



Il fitto calendario d’iniziative musicali sarà arricchito da eventi di vario genere che include anche band riminesi nate dall’esperienza dell’Istituto Musicale Lettimi, esibizioni di gruppi di ballo locali, concerti natalizi: tutti i generi musicali saranno rappresentati dal jazz al blues, dal gothic metal al gospel, dai cori della tradizione natalizia fino alla lirica che, come da tradizione, aprirà l’anno nuovo nella sala auditorium del vecchio Palacongressi (domenica 1 gennaio e martedì 3 gennaio) con l’opera ‘Elisir d’amore’ di Gaetano Donizetti, a cura di Atto Primo.



Protagonista sarà tutta la città, che ospiterà il lungo calendario degli eventi, degli spettacoli e delle mostre nei suoi luoghi identitari, dal centro storico alle piazze sul mare, inclusi spazi inediti come la domus del Chirurgo, il Tempio Malatestiano, il cantiere del teatro Galli, fino ai nuovi luoghi della città che cambia e si proietta verso il futuro, come ad esempio la Fabbrica Arte Rimini (FAR) che il 17 dicembre inaugurerà le sue attività negli spazi del Palazzo del Podestà e nelle sale dei portici di Piazza Cavour e il nuovo Palacongressi, che nel suo Auditorium ospiterà (6 dicembre) la Filarmonica delle acque minerali del Caucaso.



Non mancheranno gli appuntamenti consolidati della tradizione natalizia come i due Presepi di sabbia sul mare che, per un mese, accoglieranno migliaia di visitatori sulla spiaggia di Torre Pedrera e sulla spiaggia libera di piazzale Boscovich, per continuare con l’Ice Village, la grande pista di pattinaggio su ghiaccio in piazzale Boscovich, fino ai tanti mercatini natalizi.



Una campagna di comunicazione coordinata terrà alta l’attenzione sugli eventi, sia attraverso i mezzi classici di comunicazione (inserzioni, manifesti, pieghevoli, totem, gonfaloni, bandierine), sia attraverso mezzi innovativi (banner, web, social network…), sia attraverso una specifica campagna di comunicazione per la vendita dei pacchetti hotel predisposti dal club di prodotto temporaneo ‘WinteRimini hotel’, creato ad hoc per la promocommercializzazione della Rimini invernale vestita a festa.



“Si tratta – commenta il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi - di un’azione di sistema che, come si è già sperimentato con successo in occasione della Notte Rosa, stimola la partecipazione attiva dell’intera collettività riminese con una ricaduta positiva sull’economia locale e sull’immagine della città, rilanciando il tema dell’ospitalità e dell’accoglienza della nostra Riviera: dal Capodanno dell’estate al ferragosto dell’inverno. Per la prima volta a Rimini si è passati da un evento singolo, con elementi di contorno, a un evento “a rete”, con l’intento di mettere in correlazione, in un unico cartellone, tutto quanto Rimini offre nel periodo delle feste natalizie. Da qui l’idea di partenza: attingere dalla tradizione della Riviera per raccontare qualcosa di nuovo e di unico. Rimini è, per vocazione, un luogo vero, la città delle vacanze. E’ il luogo in cui a Ferragosto ci si scambiano gli auguri e, in fondo, è la città in cui il Ferragosto è diventato il “Capodanno dell’estate”. E allora, perché non invertire i fattori e fare del Capodanno il “Ferragosto dell’inverno”?

Per quanto riguarda l’aspetto dei costi - prosegue il Sindaco - nonostante la grave crisi che sta attraversando l’intero Paese e che riduce drasticamente le capacità economiche dei Comuni, la città di Rimini vuole essere bella e attraente con una proposta originale e innovativa, con costi notevolmente più contenuti rispetto al Capodanno in diretta RAI, coerenti con la sobrietà che i tempi difficili che stiamo attraversando richiedono.

I costi complessivi del Capodanno più lungo del mondo sono circa il 40% dello scorso anno e l’importo a carico del bilancio comunale è inferiore del 71,42% dell’investimento degli anni passati. Ciò è possibile grazie al contributo dei tanti attori locali pubblici e privati. Crediamo che, in tal modo, Rimini sia riuscita a dare una risposta soddisfacente ai suoi cittadini e a proporsi come una città creativa e capace di reinventarsi continuamente, avviando un originale percorso in grado di trasformare il dinamismo della città in un prodotto turistico attraente e competitivo”.





Il Capodanno più lungo del mondo è promosso da Comune di Rimini, dalla Provincia e dalla Camera di Commercio della provincia di Rimini e dalla Regione Emilia Romagna; in collaborazione con: Aeradria, APT Servizi Emilia Romagna, Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, Gruppo Hera, Rimini Fiera, Rimini Reservation, Unione Prodotto Costa e con la partecipazione di: AIA Associazione Italiana Albergatori di Rimini, Associazione Ceto Medio Rimini, CNA Rimini, Confartigianato Rimini, Confcommercio Provincia di Rimini, Confesercenti Rimini, Confindustria Rimini, Rimini Movida Pass, SGR Servizi, WinteRiminiHotel, 105 Stadium.



Il programma completo degli eventi e gli aggiornamenti sono consultabili sul sito www.riminiturismo.it

Data comunicato: 
1 Dicembre 2011