Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

Comunicato stampa del: 29-06-2014

Molo Street Parade: oltre 200 mila persone per la terza edizione della parata musicale sul porto

Molo Street Parade 2014
Primato di pubblico per l’evento dell’estate che fa da apripista alla settimana della Notte Rosa: un flusso incessante di turisti e residenti ha invaso il porto fino a piazzale Fellini. Dal tramonto fino all’1,45 è andato in onda un inedito tappeto sonoro sull’acqua che ha unito tendenze musicali e tradizioni marinare ed è stato apprezzato da target di tutte le età, dai giovanissimi ai meno giovani. Star della serata Craig David assieme a 70 dj e 100 pescatori.


Il muro dei 200mila
La terza Molo Street Parade va in archivio con un altro successo. L'edizione boom dello scorso anno, quando fu sfiorato il 'muro' dei 200 mila partecipanti, è stato addirittura superato ieri sera. Persone di ogni età, italiani e stranieri, hanno riempito il porto di Rimini, il lungomare e le strade adiacenti fino a piazzale Fellini dalle 17 in avanti, dando il via con un bagno di folla alla settimana che porta verso la Notte Rosa.
Dalla ruota fino alla rotonda di piazzale Fellini, dal Rockisland fino al bar dalla Iole, il colpo d’occhio era davvero impressionante. Un flusso incessante di gente ha occupato tutti gli spazi, distribuendosi su tutta l’area della destra del porto e del lungomare. Una sempre migliore organizzazione ha consentito di presidiare i punti di accesso alla festa, il servizio di sicurezza e di ristoro con decine di punti all’interno del quadrante della festa. Per consentire un miglior deflusso del pubblico, dato dall’enorme presenza di partecipanti, la musica è stata protratta fino all’1,45 anziché, come previsto, fino all’1. L’organizzazione dell’evento e il presidio dell’area di svolgimento ha fatto si che il fenomeno del vetro a terra sia stato di fatto eliminato e il commercio abusivo di bevande praticamente sconfitto. Già in azione dalle 2 di notte, i servizi di ripristino e pulizia dell’area hanno consentito di avere il lungomare e l’intera zona perfettamente pulita e in ordine alle 7 del mattino.

La consacrazione: dj set e sardoncino, identità e cambiamento
“Se la prima edizione fu un esperimento e la seconda una conferma, quella del 2014 si rivela la consacrazione della Molo Street Parade quale evento record capace di proporsi contemporaneamente in autonomia e in sinergia con gli eventi top dell'estate riminese. Nel luogo dell'anima che è il porto di Rimini, riqualificato e pedonalizzato, si è seminato un pensiero, un contenuto legato a quello che siamo, alla nostra identità - dice il sindaco di Rimini Andrea Gnassi. Abbiamo tenuto insieme le due anime della città, quella che cerca di interpretare il cambiamento e quella che non vuole annacquare la propria identità, i dj più famosi con la tradizione del nostro mare, dei nostri pescatori del pesce azzurro e della marineria. Una miscela apprezzata da un fiume di gente, che racconta una città che si spalanca al mondo tornando sulla scena internazionali delle grandi capitali che fanno tendenza. Una traiettoria precisa, che emerge in ogni evento che facciamo: da Pasqua col Paganello a Rimini Wellness, dal maggio dello sport passando per la Biennale del Disegno e il circo dei sapori Al Meni, non c'è stato un fine settimana senza appuntamenti che non abbiano acceso curiosità e riflettori sulla città. Ora ci aspetta il week end della Notte Rosa, al termine del quale faremo un primo bilancio di questo palinsesto di eventi riminesi che già oggi, possiamo dirlo, è indubbiamente incoraggiante per Rimini e per tutto il territorio”.

Un flusso incessante di persone sin dal tardo pomeriggio ha iniziato a riversarsi verso il porto di Rimini. Dalle ore 21 una fila ininterrotta di auto dai caselli stradali fino a Marina Centro, auto e moto in coda, arrivi continui alla stazione di Rimini, hanno fatto registrare il picco di congestione, riempiendo fino all’inverosimile il quadrante della festa. La Polizia Municipale rileva che, a parte le ore di punta, dalle 21 fino alle 23, il sistema di viabilità ha funzionato così come il presidio della chiusura al traffico dell’area interessata dalla festa.

I deejay
Alle ore 18 è iniziata la staffetta fra i 70 dj che si sono alternati sulle consolle di 12 pescherecci con il via vai incessante di gente da una imbarcazione all’altra, con soste ai punti ristoro organizzati dai pescatori. Ogni imbarcazione caratterizzata da un’impronta musicale diversa ha attirato un pubblico eterogeo per età e gusti musicali. Coconuts, Altromondo Studios, Paradiso, Velvet, Iole, Gran Caribe, Rock Island, Desigual, Love Beat Boat, Outside: 12 staff artistici per altrettante proposte musicali, dai ritmi latini alla disco anni ’80, dal lounge al reggae, fino all’electro e deep house.
Momento clou della serata mezzanotte, quanto la special guest inglese Craig David, star internazionale conosciuta in tutto il mondo per i suoi successi, si è esibita in un coinvolgente mix di live e dj set dalla consolle del peschereccio Stefania targato ‘Coconuts’, mandando la folla letteralmente in delirio.

Lunga la lista dei grandi ospiti musicali: Porcelain Black, Alioscia Aka Bbdai già leader dei Casino Royale, dj storico milanese, anima indiscussa della scena indipendente, dj Giuseppe e Ylenia direttamente da Radio 105, Tortured soul, Supernova, Rame, Dino Angioletti, re della scena elettronica bolognese, Double Think, Ricky L, Molella, Gianni Morri, Alex Nocera e Mozart. Assieme a loro tanti altri dj di fama nazionale e internazionale e, sulla banchina, 100 pescatori ai fornelli hanno cucinato 10 quintali di pesce azzurro.

Tutte le età
Oltre all’area che insiste sulla destra del Porto, anche il tratto di lungomare Tintori che va da piazzale Boscovich fino a piazzale Fellini, ha visto locali e ristoranti predisporre piazze di ristoro e proporre il meglio dell’intrattenimento, animazione a tema e offerte gastronomiche a base di pesce. Sul lungomare tanto spazio alle famiglie: dalle 18 alle 23, in zona Turquoise, le fate più amate hanno incantato i bambini con il Winx Village e la loro personalissima movie dj session oltre a tante attività pensate a misura della famiglia. Anche il Festival Cartoon Club è stato protagonista alla Molo Street Parade con le sigle dei cartoni animati di ieri e di oggi mixate con la dance più bella anni 90, proiezioni di cartoni animati.
Gli amanti del liscio, dai giovanissimi ai più adulti, si sono potuti scatenare a ritmo di Valzer, Mazurka, Polka, Salsa, Merengue, balli di gruppo nell’area del pattinaggio sul lungomare

Buona anche l’anteprima del venerdì sera con la Molo Green Parade che ha accolto riminesi e turisti con un lungomare chiuso alle auto e tanto verde addobbato con piante, fiori, isole tematiche che hanno raccontato la città ecosostenibile che verrà, palchi musicali lungo tutto il tratto da piazzale Fellini al porto, chiuso alle auto.

I media
“Altro obiettivo centrato – commenta il Sindaco - la capacità di attrarre l’attenzione dei media, dai social network, stimoltati anche dagli stessi deejay che hanno partecipato all’evento, ai blogger, dai servizi televisivi di Rai, Mediaset e Sky, allo speciale di Rai Due del programma ‘Un pesce di nome Tinto’ con un servizio sulla marineria di Rimini, dal mercato coperto alla Molo Street Parade.”

Un risultato di tutti
L’Amministrazione Comunale ringrazia tutti i protagonisti che hanno contribuito alla riuscita dell’evento: consorzio del porto, operatori privati, pescatori, deejay, lavoratori, imprenditori, albergatori, media, Hera, Anthea, istituzioni, forze dell’ordine hanno reso possibile questo successo col loro impegno. Una serata di grande festa che si è svolta in sicurezza senza registrare particolari incidenti, anche grazie alla puntuale attività di prevenzione e vigilanza.


Alcune immagini di Riccerdo Gallini e Giorgio Salvatori

Foto 1  Foto 2  Foto 3
Data comunicato: 
29 Giugno 2014