Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

01-08-2006

'Una giornata particolare' sulla spiaggia del Grand Hotel

Prosegue la rassegna di cinema itinerante A'marena
Mercoledì 2 agosto prosegue l’omaggio a Marcello Mastroianni, per il decimo anniversario della scomparsa. La serata è organizzata, nell'ambito di Fellini Estate, dalla Fondazione Federico Fellini e da A’marena Cineclub. Immersi nello scenario felliniano per eccellenza, la spiaggia del Grand Hotel di Rimini, sarà possibile rivedere e rivivere uno dei film più significativi della carriera dell’attore tanto amato dal Maestro riminese. Si tratta del capolavoro di Ettore Scola, Una giornata particolare (1977). Un film riconosciuto tale da critici e pubblico, che ha ricevuto Il David di Donatello nel 1978 per la regia e per la miglior interpretazione femminile (di Sofia Loren)
e che è stato candidato all’oscar 1977 per il miglior film straniero. Le proiezioni dedicate a Mastroianni proseguiranno mercoledì 9 agosto con Divorzio all’italiana(1961) di Pietro Germi e mercoledì 16 agosto, con il documentario/intervista a Mastroianni di Anna Maria Tatò, Mi ricordo, sì, io mi ricordo, realizzato nel 1997 durante le pause tra una scena e l’altra del film di Manoel de Oliveira Viaggio all’inizio del mondo.

In Una giornata particolare una sublime Sophia Loren recita accanto a un fragile e poetico Marcello Mastroianni.

Lei, Antonietta, casalinga sciatta con le ciabatte bucate e una sgraziata vestaglia, non un filo di trucco sul volto sciupato e una malinconia di fondo nello sguardo sfiorito,è rassegnata e dimessa e accetta di fare da serva al marito fedifrago. Lui, Gabriele, garbato annunciatore licenziato dall’Eiar perché omosessuale, in un paese in cui il Duce spronava la popolazione a moltiplicarsi, è in procinto d’essere spedito al confino per espiare la colpa, in un remoto angolo della Sardegna. Antonietta e Gabriele s’incontrano in un giorno particolare, quello in cui Adolf Hitler incontra Mussolini a Roma e la popolazione scende in strada per partecipare ad una festosa parata. E’ il 6 maggio 1938 e l’Italia è sull’orlo del baratro. Mastroianni e la Loren con le loro intense interpretazioni hanno dato il classico tocco in più a un film considerato da pubblico e critica, meraviglioso. Secondo una dichiarazione del regista stesso “Il film è un sommesso e preciso ragionare su due condizioni umane che poteva essere fatto solo da Marcello e Sophia. La mancanza di rughe dal film dipende dal fatto che la mentalità fascista esplicata contro donne e omosessuali, permangono ancora oggi. Le donne hanno fatto molte conquiste ma io non me la sento di parlare di uguaglianza. A livello inconscio ci sono ancora molte esclusioni. Il film ha il pregio di parlare di temi che infestano ancora la nostra realtà.[…] Rotunno, direttore della fotografia,ha lavorato per mesi per preservare il colore originale, il seppia. Una decolorazione speciale che simboleggia il ricordo; una funerea messa in scena del fascismo, con le case di P.za Vittorio buie anche di giorno. Abbiamo usato il colore della memoria”

Appuntamento in spiaggia alle 21 e 30.L’ingresso è gratuito.

E anche alla spiaggia del Grand hotel, oltre alle emozioni del film sarà possibile lasciarsi andare alle delizie del Gelato Emmi, offerto a tutti gli spettatori.