Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

16-10-2007

Riprende il ciclo di incontri 'Mente locale'

Il 18 ottobre primo appuntamento con Amedeo Montemaggi

Dal 18 ottobre al 4 dicembre prossimi si rinnova l'appuntamento dei Musei Comunali di Rimini con Mente locale, ciclo di incontri rivolto alla cittadinanza e con particolare attenzione agli insegnanti, dedicato quest’anno al tema "GUERRE".

 

Autorevoli personalità della cultura indagano pagine del nostro passato attraversate e lacerate dalla guerra. Dall'antichità ad oggi, Rimini e la Romagna, per la loro posizione strategica, sono state partecipi, protagoniste e testimoni della grande Storia: terre ora percorse da eserciti alla guida di grandi generali, ora invase da orde barbariche, ora ferite da battaglie.

Popoli e genti, condottieri ed eroi si sono avvicendati legando il loro nome ad episodi bellici che hanno scritto il corso degli eventi e lasciato segni delle loro imprese. Il nostro territorio è coinvolto anche nelle principali vicende storiche fra Otto e Novecento: si pensi all'ingresso dell'esercito napoleonico a Rimini nel 1797 e, più recentemente, al tragico capitolo della seconda guerra mondiale che, nella battaglia di Rimini con lo sfondamento della linea gotica, ha uno dei più grandi scontri.

 

Ad aprire il ciclo, articolato in 8 incontri di 2 ore ciascuno, in luogo del prof. Corrado Petrocelli, rettore  dell'Università di Bari, costretto da improrogabili impegni presso l'Università stessa a rinviare lasua conferenza al 29 novembre, sarà il prof. Amedeo Montemaggi (Centro Internazionale Documentazione "Linea Gotica") con la conferenza  La battaglia di Rimini nella seconda guerra mondiale che si terrà  giovedì 18 ottobre p.v. alle ore 17,00 al Museo della Città.

 

Già capocronaca riminese de "Il Resto del Carlino", Amedeo Montemaggi dal dopoguerra si dedica agli studi e alle ricerche sull'offensiva della Linea Gotica (Battaglia di Rimini). Dopo il 1979, anno di una significativa mostra a Rimini sul tema, inizia un'ampia produzione storiografica che ne ha fatto un''autorità mondiale sulla Linea Gotica e il punto di riferimento per i veterani di entrambi le parti. Fra le numerose pubblicazioni sull'argomento, dopo Offensiva della Linea Gotica del 1980, ricordiamo alcune delle più recenti: Linea Gotica. The Gothic Line (coautore Bill McAndrew) (1997), Gemmano. The Cassino f the Adriatica (1998), Linea Gotica (1944), Linea Gotica 1944. Scontro di Civiltà  (2006). Nel 1994 ha fondato il Centro Internazionale Documentazione "Linea Gotica" di cui è Presidente.

 

 

La conferenza La battaglia di Rimini nella seconda guerra mondiale partirà da una data precisa: il 26 agosto 1944. Su una piccola altura dominante il corso del Metauro, proprio di fronte alla piana ove 2000 anni prima ebbe inizio la riscossa di Roma contro Cartagine, sir Winston Churchill, Premier del Regno Unito, dopo aver preso una decisione di importanza epocale, aprì l'offensiva della Linea Gotica. Nella mente dovevano risuonargli le parole del suo generale, Sir Oliver Leese: "Rapidamente e segretamente ancora una volta abbiamo mosso attraverso l'Italia un esercito di forza immensa e di potenza dirompente per infrangere la Linea Gotica. La vittoria nelle prossime battaglie significherà il principio della fine per gli eserciti tedeschi in Italia. Che ognuno faccia quello che può e il successo sarà ancora nostro. Buona fortuna a tutti voi!" Davano il valore di una crociata della cristianità a questa offensiva, le parole del proclama di Pio XII  che aveva prima incontrato Churchill :"Il quadrante della Storia segna oggi un'ora grave e decisiva per tutta l'Umanità. Un mondo antico giace in frantumi. Da oggi dipende la sorte della civiltà cristiana nell'Europa e nel mondo."

 

Il programma proseguirà come da seguente calendario:

 

Giovedì 25 ottobre

L'evoluzione della struttura militare all'epoca delle guerre puniche

Giovanni Brizzi, Università di Bologna

 

Martedì 30 ottobre

Scorrerie barbariche nella Romagna del III secolo

Jacopo Ortalli, Università di Ferrara

 

Giovedì 8 novembre

La Romagna tra Goti e Bizantini. La guerra e la pace

Maria Grazia Maioli, Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia Romagna

 

Giovedì 15 novembre

Christine de Pizan (1365-1430): una donna che scrive di pace in tempo di guerra

Maria Giuseppina Muzzarelli, Università di Bologna

 

Giovedì 22 novembre

Guerra e politica dopo la rivoluzione francese

Angelo Varni, Università di Bologna e Direttore della Scuola superiore di giornalismo

 

Giovedì 29 novembre

Storie di guerra nel mondo classico. Da Omero ad Onasandro

Corrado Petrocelli, Università di Bari

 

Martedì 4 dicembre

Le guerre prima e dopo la caduta del "muro"

Toni Capuozzo, Giornalista

 

 

Al termine del corso, riconosciuto come attività di aggiornamento per docenti in quanto promossodai Musei Comunali di Rimini, Ente accreditato alla Formazione dei Docenti dal Ministerodell’Istruzione, Università e Ricerca, verrà rilasciato un attestato sulla base delle presenze e degli orari registrati .

 

info:  tel. 0541/704421-704426