Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

16-12-2003

A Rimini il Capodanno più bello d'Italia

Presentato al Grand Hotel il programma degli eventi di Natale e San Silvestro

Meno quindici. Due settimane ancora e Rimini darà il benvenuto al 2004, "L’anno che verrà", con uno straordinario Capodanno che entrerà nelle case di tutti gli italiani: da Piazzale Fellini e dal Grand Hotel si accendono le telecamere di Raiuno per uno sfavillante show live di oltre quattro ore, condotto da Carlo Conti e da Matilde Brandi e con protagonisti alcuni trai i big nazionali e internazionali della musica, della comicità e della moda, interamente in diretta sulla rete televisiva ammiraglia.

Il programma della notte di San Silvestro e delle festività natalizie è stato presentato questa mattina al Grand Hotel di Rimini dal Sindaco di Rimini Alberto Ravaioli, dal Vicesindaco Maurizio Melucci, dal dirigente dell’Assessorato al Turismo della Provincia di Rimini Massimo Masini, dal Presidente della Commissione turismo della Regione Emilia Romagna, Andrea Gnassi.

"S’accende a festa sulla Riviera di Rimini – ha aperto la presentazione il Sindaco Alberto Ravaioli - è uno slogan che descrive molto bene la ricchezza di manifestazioni di altissimo livello e capaci di affascinare un vasto ed eterogeneo pubblico. Un programma in grado di rispondere in maniera completa ai diversi segmenti di mercato turistico interessati a trascorrere le festività di fine anno nella città di Rimini. L'Amministrazione Comunale ha definito la programmazione degli eventi per le festività natalizie e di fine anno, operando su una precisa linea strategica che mira a consolidare e ampliare a livello nazionale l'immagine di Rimini come città capace di presentare manifestazioni inedite e uniche. Da questo punto di vista, le quattro ore di diretta su Raiuno rappresentano un appuntamento che non ha precedenti".

"E’ il capodanno più bello d’Italia", gli ha fatto eco il Vicesindaco Melucci, sottolineando l’importanza del fare sistema e dell’impegno comune di soggetti pubblici e privati nella realizzazione di un calendario di manifestazioni che dal 27 dicembre al 1 gennaio vedrà andare in scena tre grandi appuntamenti:

  • dal 27 al 30 dicembre: Palazzo Incantato e Capodanno dei bambini al 105 Stadium con gli eroi della Melevisione e di Art Attack
  • 31 dicembre: ‘L’Anno che verrà’ in diretta televisiva da piazzale Fellini, conducono Carlo Conti e Matilde Brandi
  • 1 gennaio: ‘La Traviata’ melodramma in tre atti di Giuseppe Verdi, Auditorium Palacongressi.

"Il grande investimento in termini di comunicazione dell’immagine di Rimini – ha continuato Maurizio Melucci – è per l’Amministrazione Comunale il punto centrale dei festeggiamenti di Capodanno. Oltre alle quattro ore di diretta, numerosi spot su Raiuno, i collegamenti con ‘Uno mattina’ e ‘La vita in diretta’, contribuiranno a diffondere l’immagine di Rimini come centro del divertimento sano, che è tutt’altra cosa dall’abusato accostamento con il ‘divertimentificio’ fatto più volte in passato. La capacità di essere terra di relazioni e gioia di vivere è un punto di eccellenza di cui andiamo fieri. In questo contesto si inquadra anche l’iniziativa ‘Palazo incantato’, il programma tutto dedicato alle famiglie con bambini che dal 27 al 30 dicembre sarà ospitato al 105 Stadium" .

A ribadire l’importanza della capacità di ‘lavorare insieme’ per promuovere il territorio della Riviera di Rimini, è stato il dirigente dell’Assessorato al Turismo della Provincia di Rimini, Massimo Masini: "Questi festeggiamenti rappresentano un grande salto di qualità che per la prima volta ha riunito sotto un unico marchio ‘Riviera di Rimini’ tutti i materiali di comunicazione realizzati in modo coordinato dai vari enti e dalla Provincia di Rimini".

Ha concluso gli interventi Andrea Gnassi: "Questo capodanno segna un importante precedente: si è affermato un sistema fatto di pubblico e privato, persone che decidono di mettere insieme le proprie risorse per comunicare il territorio. Rimini ha fatto da apripista nella direzione del marketing territoriale e la Regione Emilia Romagna ne terrà conto nell’impostare le politiche turistiche."