Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

05-10-2006

Rimini capitale europea del Duathlon e del Triathlon

Dal 6 all'8 ottobre oltre 500 'ironman' si danno appuntamento in città
 

Rimini capitale europea del duathlon. Il 6, 7 e 8 ottobre prossimi, infatti la Riviera sarà ancora una volta cuore del turismo sportivo ospitando il Campionato Europeo di Duathlon (Itu Duathlon European Championship) su distanza classica (Km 10 di corsa – km 40 di ciclismo – km 5 di corsa) e il 2° Triathlon Sprint Internazionale Città di Rimini.

 

L’Europeo di duathlon con i suoi oltre 500 atleti iscritti, in rappresentanza di 27 paesi, di cui 135 dall’Inghilterra, 46 dalla Germania, 21 dalla Francia, e ben 136 azzurri sarà seguito da un folto gruppo di tecnici e preparatori, nonché dai principali media internazionali. Già confermate le telecamere nazionali di RAI, RAI Sat e Sky Sport.

 

La gara, valida per le categorie Elite individuali e a squadre (a staffetta), Juniores individuali e a squadre (a staffetta), Under23, Age group, tutte sia maschili che femminili, si svolgerà sullo scenario quanto mai affascinante del lungomare riminese, completamente chiuso al traffico per l’intero week-end.

 

Inoltre, l’inserimento della competizione nel calendario delle World Series (vale a dire assegnazione di punti per la classifica mondiale) ha portato alla partecipazione di atleti provenienti da paesi extraeuropei, quali Stati Uniti, Canada, Kenya e Australia, i quali ovviamente non potranno ambire al titolo europeo, ma parteciperanno all’assegnazione del montepremi. La manifestazione si prospetta di assoluto livello, dunque, e non solo per la presenza di atleti extracontinentali: infatti gli europei sono i migliori interpreti mondiali della disciplina del duathlon.

 

Per quel che riguarda gli azzurri Elite, il c.t. della nazionale Andrea Compagnoni ha convocato i seguenti atleti: Alessandro Alessandri (T.D. Rimini), Daniele Ferrero (T.D. Rimini), Andrea Pasquinelli (Golden Club Rimini), Alessandro Lambruschini (Fiamme oro, ex campione dei 3.000 siepi), Alessandro Picco (Peperoncino Team), Mario Melis (Gs Gabbi), Alessandro Soldà (Carlo Poletti), Laura Giordano (Silca Ultralite) e Cristina Clerico (Valle Gesso).

 

La competizione si prospetta ricca di sorprese: Alessandri, capitano della squadra riminese e della Nazionale, proverà a conquistare il podio, così come accadde nel Campionato Mondiale del 2001, quando si aggiudicò il titolo a squadre, o nel 2003, quando conquistò il terzo posto individuale o ancora nel 1998 quando fu medaglia di bronzo negli Europei in Polonia. La gara non sarà semplice. A sfidarlo, infatti, ci saranno i belgi Jurgen Dereere, Rob Woestenborghs e Benny Vansteelant, il ceco Filip Ospaly, il francese Anthony Le Duey, l’inglese Paul Amey e il portoghese Lino Barruncho.

 

Nella sfida in rosa le favorite sulla carta sono: l’azzurra Laura Giordano, la giovanissima portoghese Vanessa Fernandes, l’ungherese Erika Csomor, la tedesca Ulrike Schwalbe e la spagnola Ana Burgos.

 

La gara a squadre a staffetta, che si svolgerà sulla distanza Super-sprint (Km 2,5-7-1,5), sarà altrettanto combattuta. La Nazionale italiana presenterà un team femminile formato da Laura Giordano, Cristina Clerico, Nadia Cortassa e Daniela Chmet, e ben due team maschili, la cui composizione sarà decisa dal tecnico Compagnoni solo dopo la gara individuale. In entrambi i casi i nostri atleti sono in lizza per il più alto gradino del podio.

 

Infine, il grande nucleo degli Age group, ovvero quegli atleti che gareggeranno divisi per fasce di età, dai 18 agli 80 anni: saranno infatti addirittura sei i partecipanti nella categoria 75-79, che però non comprende atleti italiani. L’ultimo rappresentante azzurro in ordine di età è Robert Bianchi, in lizza per una medaglia nell’age group 70-74, mentre Giuseppina Capra rappresenterà le signore dai 65 ai 69. In tutto saranno poco meno di cento gli italiani age group pronti a portare a casa quante più medaglie possibile, a partire dai riminesi, che da tempo si preparano all’evento. In testa al gruppo del TD Rimini Massimo Torsani (cat. 40-45 anni), campione del mondo di categoria. Con lui altri fuoriclasse il cui palmares è ricco di titoli nelle varie distanze del duathlon: Piergiorgio Conti (35-39), Paolo Morri (40-44) e Ugo Moroni (45-49); il master Giorgio Pavolucci (55-59), accanto ai più giovani Francesco Bisognani, Vincenzo D’Asaro per la categoria 25-29, Fabio Semprini e Livio Bertozzi per i 30-34.

 

Tra gli age group del TD in rosa troviamo Romina Ridolfi (25-29), Jennifer Scadassa (35-39) e Nadia Monaldini (45-49).

 

Oltre che dalla società organizzatrice, la città di Rimini sarà rappresentata anche dalla Golden, con Ivan Di Giulio (35-39) e Giovanni Bisognani, papà di Francesco, per la categoria 50-54.

 

Per rendere ancora più spettacolare e ricca di emozioni la manifestazione, domenica 8 ottobre sarà caratterizzata da un’altra competizione: il Triathlon Sprint Internazionale Città di Rimini, che da solo richiamerà altri 250 atleti da tutto il mondo (questo il tetto massimo imposto dall’organizzazione) pronti a gareggiare nei 750 metri di nuoto, 20 chilometri di ciclismo e 5 chilometri di corsa.

 

Dal 6 all’8 ottobre quindi Rimini si trasformerà in capitale europea delle multidiscipline, con un folto gruppo di “superatleti” pronti ad offrire un grande spettacolo, a partire da venerdì 6 alle 17.30, quando si darà il via ai giochi con la Cerimonia d’apertura ufficiale.

Rimini capitale europea del duathlon. Il 6, 7 e 8 ottobre prossimi, infatti la Riviera sarà ancora una volta cuore del turismo sportivo ospitando il Campionato Europeo di Duathlon (Itu Duathlon European Championship) su distanza classica (Km 10 di corsa – km 40 di ciclismo – km 5 di corsa) e il 2° Triathlon Sprint Internazionale Città di Rimini." data-share-imageurl="">