Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

12-06-2006

Prende il via 'Passeggiando nel passato', visite guidate nella città

Ogni martedì dal 13 giugno al 19 settembre percorso guidato fra i monumenti di Rimini

Prende avvio, martedì 13 giugno, “Passeggiando nel Passato” il percorso guidato nel centro storico di Rimini alla scoperta della città attraverso i principali monumenti, organizzato dai Musei comunali e giunto quest’anno alla XI edizione.

L’appuntamento con “Passeggiando nel Passato” avrà cadenza settimanale, ripetuto fino al 19 settembre ogni martedì, con partenza alle ore 9,30 dalla sede dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico in  C.so d’Augusto 158. La guida nella città è gratuita e, grazie alla collaborazione delle guide e interpreti della Camas di Rimini, prevede traduzioni in inglese, tedesco, francese.

Ai partecipanti di “Passeggiando nel Passato”  è inoltre offerta la possibilità di concludere il tour con la visita al Museo della Città usufruendo di un ingresso ridotto.

 

L’itinerario attraverso i principali monumenti e le piazze dura in media due ore, la visita al Museo un’ora. Per informazioni e prenotazioni: tel. 0541/704421-704426/785183.

 

Il percorso tocca i più significativi monumenti della Città, testimoni delle diverse epoche, dall’età romana, a quella medievale, a quella rinascimentale e moderna, le piazze e le vie principali, per terminare, a richiesta dei partecipanti, nelle sale del Museo cittadino, custodi del patrimonio storico artistico locale.

Dal punto di ritrovo, ci si porta al Ponte di Tiberio, quindi in piazza Malatesta per ammirare l’esterno di Castel Sismondo. Dopo una sosta in piazza Cavour nella cornice dei palazzi comunali, della vecchia Pescheria e del teatro, si tocca la chiesa di San Giovanni Evangelista (Sant’Agostino) e quindi, passando per Piazza Tre Martiri, si raggiunge l’Arco d’Augusto. Ultima tappa il Tempio Malatestiano,  prima della possibile visita al Museo della Città fra le  testimonianze di Rimini antica (splendidi mosaici, vivaci affreschi, pregevoli sculture, oggetti di arredo e suppellettili, l’eccezionale corredo di strumenti chirurgici e accessori farmacopeutici dalla domus “del chirurgo” di  piazza Ferrari…) e le opere artistiche dal Medioevo al Novecento  (tavole e affreschi della Scuola riminese del Trecento, capolavori della Signoria malatestiana, dipinti del Seicento, produzione grafica di René Gruau…).