Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

03-04-2007

Per Pasqua aperti i Musei della città

Le mostre, i musei, le passeggiate nel passato
Saranno aperti al pubblico anche durante le festività pasquali i due musei cittadini, il Museo della Città e il Museo degli Sguardi, offrendo a riminesi e turisti la possibilità di ammirare pregevoli raccolte artistiche e originali testimonianze archeologiche ed etnologiche.

Al Museo della Città  si possono scoprire i tesori della Scuola riminese del Trecento e i capolavori dell’età malatestiana, l’eccezionale strumentario chirurgico con i reperti della domus di piazza Ferrari e gli splendidi mosaici dalla domus di palazzo Diotallevi, fiori all’occhiello della prima parte della sezione archeologica dedicata alla Rimini imperiale fra II e III secolo, nonché il Lapidario romano, allestito nella suggestiva cornice del cortile interno; e poi lo spazio dedicato al design di Renato Zavagli detto René Gruau, l'artista nato a Rimini nel 1909 e presto trasferitosi in Francia, per oltre settant’anni attivo nel campo dell’illustrazione di moda.

Si ricorda che fino al 29 aprile è possibile visitare, all'interno del Museo della Città, la mostra Giuseppe Maioli (1899-1972). Geometra umanista nella Rimini del XX secolo in collaborazione con il Collegio dei Geometri della Provincia di Rimini.

La mostra mette in luce l'attività di Giuseppe Maioli, geometra capo del Comune di Rimini dagli anni ’20 agli anni ’60 del secolo scorso, un momento di grande importanza per le trasformazioni della città; la documentazione riguarda il suo lavoro sia nel settore urbanistico che nell’architettura pubblica e privata.

Il Museo degli Sguardi, raccolte etnografiche di Rimini all'interno di Villa Alvarado, sul colle di Covignano, si configura come uno dei principali musei italiani dedicati alle culture a livello etnologico e archeologico dell'Africa, dell'Oceania e dell'America precolombiana, con reperti che ne fanno una delle raccolte più significative nel panorama europeo.

Il Museo ospita, fino al 3 giugno, la mostra Viaggio in fondo alla notte. L'arte delle etnie all'equatore africano che avvia la rassegna dal titolo “Antropologia del comportamento estetico”. Curata da Fabrizio Corsi, rappresenta lo sguardo di un collezionista di opere africane. Vi si possono ammirare sculture di una decina di etnie che abitano nell'ombra della foresta pluviale, la cui arte è tra le più apprezzate esteticamente e le meno conosciute scientificamente dell'Africa nera. Viaggio al termine della notte è un riferimento al romanzo autobiografico di Louis-Ferdinand Céline (1894-1961) che visse in questa regione descrivendola magistralmente, come anche alla "notte" delle nostre conoscenze sulla cultura di questi popoli e ancora al buio della foresta equatoriale.

Il Museo della Città (via L. Tonini, 1 adiacenze piazza Ferrari) resterà aperto nei giorni feriali (da martedì a sabato)  dalle ore  8,30 alle 12,30 e dalle 17 alle 19, nei giorni di Pasqua  e  del  lunedì  dell’Angelo dalle 16 alle 19

Il Museo degli Sguardi. Raccolte etnografiche di Rimini, Villa Alvarado, via delle Grazie 12-Covignano di Rimini sarà aperto dal martedì al venerdì con orario 9 – 12, sabato, domenica di Pasqua e lunedì dell'Angelo 10 –13 e 16 –19.

Si ricorda che nella giornata di Domenica l'ingresso ai Musei è gratuito.

In coincidenza con le Festività Pasquali, il lunedì dell’Angelo torna, nell’edizione primaverile 2007, l’appuntamento con Passeggiando nel Passato, il percorso guidato nel centro storico di Rimini attraverso i principali monumenti, a conclusione del quale è possibile la visita al Museo della Città (ai partecipanti è riservato l’ingresso ridotto). Il ritrovo è fissato alle ore 15,30 davanti all’Ufficio Relazioni con il Pubblico, in Corso d’Augusto 158. La guida nella città ((in collaborazione con CAMAS, guide-interpreti), prevede traduzioni in inglese, tedesco, francese ed è gratuita.

Il percorso tocca i più significativi monumenti della Città, testimoni delle diverse epoche, dall’età romana, a quella medievale, a quella rinascimentale e moderna, le piazze e le vie principali. A conclusione della guida nella Città o nell'ambito della settimana, chi lo desideri potrà completare il percorso con la visita al Museo della Città usufruendo dell’ingresso ridotto.

L’itinerario attraverso i principali monumenti e le piazze dura in media 2 ore, la visita al Museo 1 ora.

Per informazioni e prenotazioni gruppi: feriali tel. 0541/704421-26/785183, sabato e festivi tel. 0541/21482.