Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

30-06-2010

Parte da Rimini Estate Doc 2010

Al porto tra Mondiali di calcio e film documentari

Parte da Rimini mercoledì 30 giugno, l’edizione 2010 di “Estate Doc – I confini della realtà”, rassegna di film documentari promossa dall’associazione Der (Documentaristi Emilia-Romagna) con la partecipazione e il contributo dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, dell’assessorato alla Cultura e dell’Agenzia informazione e Ufficio stampa Giunta della Regione Emilia-Romagna.

Le proiezioni si aprono al World Village in piazzale Boscovich, dove si trasmettono le partite del Mondiale di calcio davanti a una platea con centinaia di posti a sedere, allestita davanti a un maxi schermo di 5 metri x 4. Tra le attrattive a corollario emerge Estate Doc 2010, i cui film (per la sede di Rimini) si intrecciano con le partite del Mondiale. Proprio per restare in tema, i film proiettati vertono sul tema del calcio: sei lavori d’autore che guardano al football intercettandone le mille sfaccettature e le implicazioni sociali. La rassegna di Rimini, a cura di Cinematica, si apre con il film documentario Senza voce (Voiceless) di Marco Zaccaria (2008 – dur. 52’): seguirà nella stessa serata un corto d’animazione.

PROGRAMMA DELLE SERATE

Mercoledì 30 giugno ore 21:00
World Village Rimini - P.le Boscovich (RN)
SENZA VOCE (Voiceless), di Marco Zaccaria – dur. 52’
Un gruppo di amici inizia a guardare in tv la coppa del mondo di calcio del 2006. All'inizio l'atmosfera è fredda. Poi la magia. Partita dopo partita le cose vanno a meraviglia. E urliamo per i gol dell'Italia, la squadra di un paese che proprio non riesce a essere europea. Ma è campione del mondo!

Giovedì 1 luglio ore 21:00
World Village Rimini - P.le Boscovich (RN)
ZEMANLANDIA, di Giuseppe Sansonna, – dur. 55’
All’inizio degli anni Novanta una squadra di provincia approda in serie A e sconvolge il calcio italiano. E’ il Foggia di Zdenek Zeman. Il boemo allena all’uso sfacciato della zona un manipolo di sconosciuti, reclutati per un tozzo di pane nelle serie minori e loro provocano sudori freddi a squadroni costati miliardi.

Domenica 4 luglio ore 21:00
World Village Rimini - P.le Boscovich (RN)
PETITES HISTORIAS DAS CRIANÇAS, di Gabriele Salvatores, Guido Lazzarini, Fabio Scaloni, – dur. 90’
Oltre 10 anni di lavorazione e ben 17 nazioni coinvolte tra cui Camerun e Romania: in 90 minuti di film viene documentata la vita di bambini delle favelas brasiliane e delle baraccopoli camerunesi che nel calcio hanno trovato oltre a un’effettiva occasione educativa e associativa anche un’autentica chanche per uscire dall’emarginazione ed essere integrati nella società.

Lunedì 5 luglio ore 21:00
World Village Rimini - P.le Boscovich (RN)
MOSTAR UNITED, di Claudia Tosi – dur. 75’
Dopo aver combattuto nella guerra di Bosnia-Erzegovina per proteggere la sua Mostar, Mensud è impegnato in una nuova battaglia: trasmettere alle nuove generazioni il senso perduto dell’unità. Sul campo della sua scuola calcio del Velez, la squadra storica di Mostar, Mensud guida un esercito di ragazzini, ma suo figlio Dzenan, uno degli allievi, sogna un ingaggio in Europa e una vita lontana dall’odio.

Giovedì 8 luglio ore 21:00
World Village Rimini - P.le Boscovich (RN)
99 AMARANTO, Federico Micali – dur. 60’
È la storia di Cristiano Lucarelli, calciatore fuori dagli schemi del calcio moderno che all’apice della carriera decide di rinunciare a un miliardo di lire l’anno e a un futuro certo per andare in serie B a indossare la maglia della squadra della sua città e riportare il Livorno in serie A.

Venerdì 9 luglio ore 21:00
World Village Rimini - P.le Boscovich (RN)
DIETRO PALLA O DIETRO PORTA, Fabio Caramaschi – dur. 52’
Claudio/Schizzo, il “mister” ha riunito una squadra di sedici-diciassettenni, provenienti da ogni parte della città, che allena nel campo della società sportiva “Torre in pietra” e con loro sta cercando di risalire dall’ultimo posto in classifica del campionato allievi provinciali.

Ingresso : gratuito
A seguire un corto d’animazione.