Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

13-07-2006

Omaggio a Fellini e Mozart

Presentata la 57esima edizione della Sagra Malatestiana

Fra León Janácek e Franz Kafka va in scena la 57esima Sagra Musicale Malatestiana, promossa da Istituzione Musica Teatro Eventi del Comune di Rimini. La rassegna sviluppa temi incrociati sullo sfondo della capitale boema. Praga è la città che ha dato i natali a generazioni di compositori, fra cui Antonín Dvorák, León Janácek e Ervin Schulhoff -  tutti autori presenti con opere particolarmente significative nel cartellone 2006 – ed è stata la città pronta ad accogliere e comprendere il genio di Mozart, ospitando la prima assoluta di numerose sue opere, fra cui il Don Giovanni. Praga è anche la città di  Franz Kafka a cui si legano alcuni momenti rilevanti della programmazione della Sagra Musicale Malatestiana per il 2006. Saranno così riannodati i legami dell’autore praghese con letterati come Milan Kundera, scrittore sensibile al carattere peculiare della lingua ceca e fervente ammiratore della musica di Janácek, fino ad incontrare la figura di Federico Fellini, che per tutta la vita accarezzò il progetto di girare un film ispirato al romanzo Amerika.

Su questo ampio orizzonte nascono molte suggestioni e percorsi interdisciplinari che si concretizzeranno, anche quest'anno, in una serie di progetti e iniziative in collaborazione con le maggiori istituzioni della città, l’Università di Rimini, l’Istituto Musicale Lettimi, la Fondazione Federico Fellini e Riccione TTV Festival.

A richiamarsi alla suggestione di Praga e dei musicisti originari della Boemia sarà il concerto inaugurale del 1 settembre, che vedrà protagonista, all’Auditorium Palacongressi, uno dei più antichi e rinomati complessi praghesi, la Fok Philharmonic Orchestra, insieme al Coro Filarmonico di Praga. In programma la Messa Glagolitica di Janácek e il Salmo 49 di Florent Schmitt, compositore francese, presente con le sue opere per il terzo anno consecutivo nella programmazione della Sagra Musicale Malatestiana.

Nel catalogo di opere León Janácek occupa un posto a parte il ciclo Diario di uno scomparso per tenore, mezzosoprano, tre voci femminili e pianoforte, una raccolta di liriche musicate dal compositore a partire dalle poesie lette su un giornale praghese, capolavoro che riflette l’amore del maturo compositore per una giovane donna sposata, Kamila Stosslova, incontrata in una località di villeggiatura, nei pressi di Praga. A Rimini Diario di uno scomparso sarà presentato in una versione scenica affidata al regista Denis Krief che firma anche scene, costumi e luci di questo esclusivo progetto in scena il 2 e 3 settembre al Teatro Degli Atti. Interpreti saranno il tenore Michael Lehotsky, il soprano Sara Allegretta e il pianista Francesco Libetta che nel prologo dello spettacolo interpreterà altre musiche pianistiche di Janácek.

Secondo appuntamento sinfonico il 4 settembre (Auditorium Palacongressi) con la Oslo Philharmonic diretta da Jukka-Pekka Saraste, in un repertorio a loro particolarmente appropriato, dedicato a Grieg e Sibelius.

Doppio l’omaggio a Mozart (8 e 9 settembre, Auditorium Palacongressi) nell’anno delle celebrazioni per il 250° anniversario della nascita, con la prestigiosa Camerata Salzburg e con il pianista Alexander Lonquich nella duplice veste di direttore e solista impegnato in quattro concerti per pianoforte e la Sinfonia “Praga” di Mozart, così intitolata per ribadire il forte legame fra il genio di Salisburgo e la città boema. In questo ambito si inserisce anche il progetto MozArt! La carriera di un libertino, Mozart al cinema a cura di Lino Greco e Luca Scarlini, presentato da Riccione TTV Festival,

La Sagra Musicale Malatestiana ospita infine due prestigiose orchestre mitteleuropee. Il 10 settembre (Auditorium Palacongressi) la Gewandhaus di Lipsia, affidata al suo nuovo direttore musicale Riccardo Chailly proporrà pagine sinfoniche di Robert Schumann, musicista intimamente legato alla storia di questa orchestra fra cui il Concerto per violoncello, solista Truls Mørk, oltre all’esecuzione dei Sette frammenti per orchestra in memoria di R. Schumann del compositore Aribert Riemann.

Il 20 settembre l’appuntamento sinfonico conclusivo (Auditorium Palacongressi) è affidato alla Staatskapelle di Dresda diretta da Georges Prêtre con un programma dedicato a Richard Strauss (il poema sinfonico Don Giovanni e il Duetto Concertino) e Bela Bartók (Concerto per orchestra SZ116).

Particolarmente nutriti i progetti collaterali che accompagneranno quest’anno il calendario della Sagra Musicale Malatestiana.

Kafka in America e il sogno di Fellini è un progetto che nasce in collaborazione con la Fondazione Federico Fellini: esso getta una nuova luce sull'interesse del grande cineasta riminese per l'opera di Kafka e in particolare per il romanzo Amerika, prescelto per un possibile film che non vide mai la luce ma che fu a lungo accarezzato dal regista e di cui si trovano ampie tracce nell’Intervista.

Salon Kafka - La musica di Praga ai tempi di Kafka è un evento realizzato in collaborazione con l’Istituto Musicale “Lettimi”. Al centro dell’iniziativa, la proposta di pagine di molti musicisti praghesi che con il Nuovo Mondo intrecciano la loro ricerca, a cominciare dal rapporto di Ervin Schulhoff con il jazz fino al periodo americano di Dvorák. Le pagine saranno eseguite dai docenti dell’Istituto Musicale “Lettimi”, alternate a pagine tratte dall’epistolario di Kafka.

Collabora al calendario di iniziative anche la Facoltà di Lettere di Bologna, sede di Rimini – ZoneModa – con un progetto intitolato Gli abiti di Kafka dedicato agli influssi praghesi sulla moda e il costume, in cui sono contemplate installazioni e  conferenze.

Ritroviamo ancora la capitale boema con il prestigioso Balletto del Teatro Nazionale di Praga, a Rimini per  una serie di creazioni di Jirí Kylián, uno dei coreografi di maggiore spicco della scena internazionale, e di Petr Zuska che il 7 settembre al Teatro Novelli, attraverso la danza, renderà omaggio al genio di Wolfgang Amadeus Mozart.

E’ un omaggio ai maestri musicali riminesi il concerto che vedrà impegnato il 5 ottobre, alla Chiesa del Suffragio, il Coro Amintore Galli  e il complesso dell’Istituto Musicale “Lettimi” diretti da Maetto Salvemini in pagine di Carlo Tessarini e di Amintore Galli.

Prosegue infine  la fortunata esperienza dello scorso anno - che aveva visto la prima esecuzione italiana integrale de Catalogue d’Oiseaux di Olivier Messiaen - con un'altra importante maratona pianistica dedicata alla musica del XX secolo. Stavolta, il 1 ottobre (Teatro degli Atti), verranno proposti i quattro Makrokosmos di George Crumb, scritti tra il 1972 e il 1979, esecuzione integrale in prima italiana affidata ai pianisti Andrea Corazziari, Paolo Wolfango Cremonte, Marco Vergini, ai percussionisti Ivan Gambini, Giovanni Damiani, con Michela Orienti per le  immagini video.

Tutti gli appuntamenti hanno inizio alle ore 21, escluso il concerto del 1 ottobre che inizia alle ore 20.

Per informazioni:

Istituzione Musica Teatro Eventi via Gambalunga 27 47900 Rimini tel. 0541.704294 – 704293.

Ufficio Relazioni con il Pubblico Corso d’Augusto 158  47900 Rimini tel. 0541.704112