Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

12-07-2002

Notte Mundial: Italia batte Germania

20 anni dopo, sulla spiaggia di Rimini, si ripete la storica vittoria dei mondiali di Spagna

Italia batte Germania 75 volte su 100. E’ questo il risultato statistico che esce dalle 100 sfide calcistiche sulla sabbia organizzate a Rimini nell’ambito della manifestazione “Notte Mundial”a cura degli Assessorati allo Sport e al Turismo del Comune di Rimini: dunque lo stesso risultato, in termini percentuali, della vittoria dell’Italia sulla Germania Ovest ai Mondiali 82: Italia 3, Germania Ovest 1.

La due giorni riminese dedicata alla celebrazione della storica finale di Coppa del Mondo al Bernabeu di Madrid prevedeva la riproposizione di quell’incontro calcistico, vent’anni dopo, su un “campo” particolare, la spiaggia di Rimini, luogo simbolo di coabitazione tra turisti italiani e tedeschi, e con modalità del tutto originali: le rispettive squadre degli azzurri e dei tedeschi, sono state “moltiplicate” per 100 in modo da garantire altrettanti mini partite da mezz’ora l’una; ogni squadra è stata formata da 5 giocatori pescati tra giovani e giovanissimi riminesi o in vacanza in Riviera, ed equipaggiati con i colori delle storiche nazionali azzurra e tedesca.

Gli oltre mille piccoli “cloni” dei grandi campioni ‘82 hanno sfoderato grinta, agonismo e momenti di autentica classe calcistica. Alla fine, il tabellone dei risultati ha decretato una prevalenza delle vittorie degli azzurrini contro i piccoli panzer: 75% sul totale.

Accanto al divertente e singolare deja vu calcistico, la manifestazione di Notte Mundial ha riproposto momenti veri della sfida al Bernabeu di vent’anni fa. E’ stato nel corso del seguitissimo talk show (circa mille persone tra il pubblico) sulla rotonda di Piazzale Boscovich, antistante il Porto Canale, mercoledì sera. Un maxischermo ha fatto rivivere le fasi più emozionanti di quella finalissima: il rigore concesso all’Italia e sbagliato da Cabrini, il gol di Rossi, quelli di Tardelli e Altobelli, la gioia del presidente Sandro Pertini, la rete della “bandiera” segnata dai tedeschi a pochi minuti dal termine, il grido di esultanza del telecronista Nando Martellini: “Campioni del mondo, campioni del mondo, campioni del mondo!”.

La chiacchierata dibattito che ne è scaturita sul palco, dove erano presenti tra gli ospiti, il giornalista Maurizio Pistocchi, il futuro “azzurro” Matteo Brighi, la “gloria” del Bologna Eraldo Pecci, il telecronista Giorgio Martino, il produttore Luca Ravera e il poeta Davide Rondoni (moderatrice, la bella Paola Cambiaghi), ha finito per mettere a confronto la Nazionale ‘82 di Bearzot con quella odierna guidata da Trapattoni ed eliminata dalla Corea. Agli sfortunati azzurri 2002 e al “Trap”, perseguitati da un arbitraggio sfavorevole, è stato comunque imputata una scarsa attitudine al gioco offensivo, quale invece furono capaci di esprimere i giocatori guidati da Enzo Bearzot.

L’evento di Notte Mundial si è concluso ieri sera con un concerto di Umberto Tozzi e del gruppo riminese “Sei uno zero” che riproporrà musiche anni 80.

“A riprova che la ‘tribù’ del calcio – ha detto l’assessore allo sport del Comune di Rimini, Donatella Turci – non è soltanto quella dei fedelissimi tifosi urlanti sugli spalti, ma coinvolge uomini e donne, ragazzini e anziani meno presenti negli stadi ma comunque non meno stregati dalla magìa del pallone. Notte Mundial ha dimostrato come la rievocazione di una vittoria calcistica possa diventare una festa aggregante dove i momenti di sport e di spettacolo nascono quasi spontanei su un palcoscenico naturale come la spiaggia e il lungomare”.