Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

11-10-2004

Nicola Tranfaglia a 'Magistra vitae'

Secondo appuntamento con il ciclo di conferenze nel 60esimo anniversario della Liberazione
Mercoledì 13 ottobre alle ore 21 nella Sala del Giudizio del Museo della Città (via Tonini 1)   NICOLA TRANFAGLIA  terrà una conferenza dal titolo Storia e memoria della Resistenza e della guerra civile

Si tratta del secondo incontro dell’edizione 2004 di “Magistra vitae?”, il ciclo di conferenze dedicata quest’anno alle riflessioni sulla memoria del 60^ anniversario della Liberazione. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea della Provincia di Rimini. 

Il ciclo è riconosciuto quale attività di aggiornamento per i docenti delle scuole di ogni ordine e grado della provincia di Rimini.


NICOLA TRANFAGLIA
è nato a Napoli nell'ottobre 1938, e nel 1961 si è laureato in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli con una tesi in Storia della Corte Costituzionale in Italia. Durante gli anni dell'università e subito dopo la laurea si è dedicato al giornalismo professionale collaborando alle riviste “Nord e Sud” di Francesco Campagna, “Tempo Presente” di Ignazio Silone e Nicola Chiaromonte, e al settimanale “Il Mondo” diretto da Mario Pannunzio. E' stato redattore di politica estera e di cultura dei quotidiani “La Stampa” e “Il Corriere della Sera”. 

Alla fine del 1966 ha lasciato il giornalismo professionale per gli studi storici. E' stato per tre anni ricercatore presso la Fondazione Luigi Einaudi di Torino, poi assistente di Alessandro Galante Garrone e in seguito libero docente di Storia Contemporanea. 


 
Professore ordinario di Storia dell’Europa nell’università di Torino, è editorialista de “La Repubblica”, collaboratore del settimanale “L’Espresso”, è condirettore della rivista “Studi Storici” e membro del comitato scientifico della Fondazione Nazionale Antonio Gramsci..

 
Le sue numerosissime opere si occupano di antifascismo e fascismo, mafia, terrorismi, storia della stampa e dell'editoria. Ha inoltre scritto saggi sul pensiero democratico e socialista nell'Ottocento e nel Novecento, in particolare su Giuseppe Ferrari, Francesco Saverio Merlino, Arturo Labriola, Gaetano Salvemini, il modello giacobino, la criminalità, le vicende della magistratura nell'Italia unita. Ha svolto inoltre una lunga opera di organizzazione scientifica, culturale e editoriale in campo storico: ha diretto l'opera collettiva “Il Mondo Contemporaneo”, La Nuova Italia 1976-83; con Massimo Firpo ha diretto “La Storia”, Utet 1981; con Valerio Castronovo ha diretto “La Storia della stampa italiana”, Laterza 1976-95; insieme a Massimo Firpo e Piergiorgio Zunino ha pubblicato una “Guida all’Italia Contemporanea” edita da Garzanti nel 1998. 

Tra le sue opere più recenti ricordiamo: La prima guerra mondiale e il fascismo, Torino, Utet, 1995; Un passato scomodo. Fascismo e post-fascismo, Roma-Bari, 1996; La tradizione repubblicana Torino, Scriptorium, 1997; Storia degli editori italiani : dall'unità alla fine degli anni Sessanta (con Albertina Vittoria), Roma-Bari, GLF editori Laterza, 2000; Fascismi e modernizzazione in Europa, Torino, Bollati Boringhieri, 2001; Mafia, politica e affari. 1943-1991, Roma-Bari, Laterza, 2001 (ed. riv. e aggiornata); L'Italia repubblicana e l'eredità del fascismo, Alessandria, Ed. dell'Orso, c2001, La transizione italiana : storia di un decennio, Milano, Garzanti, 2003; Come nasce la Repubblica : la mafia, il Vaticano e il neofascismo nei documenti americani e italiani 1943-1947, Milano : Bompiani, 2004; La resistibile scesa di Silvio B. : dieci anni alle prese con la corte dei miracoli, Milano, Baldini Castoldi Dalai, 2004.