Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

22-12-2004

Natale al Museo

Per i più piccoli, due appuntamenti speciali con le fiabe animate

 

 

Il Museo della Città rimarrà aperto al pubblico anche durante le prossime festività per proporsi, con la ricchezza del proprio patrimonio artistico, come meta di visita inserita nell'itinerario del centro storico, sia per i riminesi che per i turisti.

Durante il periodo natalizio, nei giorni di sabato 25 dicembre (Santo Natale), domenica 26 dicembre (Santo Stefano), sabato 1 gennaio (Capodanno), domenica 2 gennaio, giovedì 6 gennaio (Epifania), il museo resterà aperto al pubblico con orario festivo dalle ore 16 alle 19. Nei giorni feriali, invece, il museo osserverà il consueto orario invernale 8,30 - 12,30 e 17 - 19. Chiuso il lunedì.

 

All'interno del Museo della Città, nel settecentesco Collegio dei Gesuiti  in via L. Tonini 1, il visitatore può oggi ammirare:

 

q       la prima parte dedicata alla Rimini imperiale fra II e III secolo che vede protagoniste due residenze emblematiche del periodo: la domus di piazza Ferrari, detta ‘del chirurgo’ dall’eccezionale strumentario medico rinvenuto, e la domus di palazzo Diotallevi, dai grandiosi mosaici fra cui quello con la rappresentazione dell’ingresso delle barche nel porto, allusiva all’attività marinara del dominus;

 

q       la Sezione medievale e moderna, con più di millecinquecento  opere esposte lungo un percorso che si snoda in oltre quaranta sale: affreschi, ceramiche e bronzi, dipinti e sculture, epigrafi e monete, arazzi e oreficerie svelano la storia della città dall’epoca romana al  XIX secolo. visitatore soprattutto l’emozione di scoprire la preziosa arte della Scuola riminese del Trecento, i capolavori dell’età malatestiana, l’appassionata esperienza pittorica del Seicento romagnolo.

Uno spazio permanente (a ingresso libero) è dedicato a Renato Zavagli, detto René Gruau, noto illustratore contemporaneo di moda e costume di origine riminese, collaboratore di Christian Dior e dei più grandi esponenti della moda francese.

 

Nella giornata del 1 gennaio 2004 andranno ad arricchire l’offerta museale visite guidate gratuite (senza alcun sovrapprezzo  rispetto al biglietto di ingresso), con visita alla sezione archeologica alle ore 17 e, alle ore 18, visita alla sezione storico-artistica. Ogni visita, riservata ad un massimo di 25 persone,  avrà la durata di  un’ora. Obbligatoria la prenotazione entro venerdì 31 dicembre (tel. 0541-21482).

 

 

Per i più piccoli

 

Quest’anno il Natale al Museo vuole riservare momenti dedicati soltanto ai più piccoli (di età compresa fra i 3 e gli 8 anni),  regalando loro due fiabe, narrazioni animate ispirate ad opere esposte nel Museo della Città, L’esperienza fa parte del progetto Fiabe al Museo. Arte e Letteratura per l’Infanzia, a cura di Cristina Sedioli, nato con l’intento di introdurre i bambini al Museo tramite percorsi animati che utilizzano la letteratura per l’infanzia, il gioco teatrale-narrativo e la musica. Il programma delle Festività prevede:

 

q       Domenica 26 dicembre 2004  (Santo Stefano), ore 16,30

Chi ha stregato Babbo Natale?

Un divertente percorso di lettura con uno strano Babbo Natale che si aggira per le strade della città...minestre stregate...coraggiosi bambini…magici ascensori che ti portano in foreste incantate popolate da incredibili animali parlanti…

I bambini sono coinvolti nell’animazione con pupazzi, sonorità e immagini creative all’interno di un singolare teatrino…

 

q       Giovedì 6 gennaio 2005 (Epifania), ore 16,30

La Befana combinaguai

Cosa ci fa la Befana la notte dell’Epifania a passeggio con la sua scopa nelle sale del Museo anziché distribuire i regali? Sorprese a non finire...

 

La prenotazione è obbligatoria (tel. 0541.21482). L’ingresso è libero.

 

 

Per informazioni e prenotazioni di visite guidate rivolgersi allo 0541-21482