Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

12-08-2003

Liszt apre la Sagra Malatestiana

Mercoledì 27 agosto: "Dante-Symphonie"

La "Dante-Symphonie" di Liszt apre la Sagra Malatestiana di Rimini. Il prestigioso appuntamento con il repertorio classico, giunto alla sua 54° edizione, mantiene il carattere prevalentemente sinfonico con la presenza delle più importanti orchestre, direttori e solisti, in un percorso musicale ed artistico che esplora principalmente gli intrecci tra la musica di Mahler, Bruckner e Wagner da una parte e Liszt, Beethoven e Wagner dall'altra.

L'appuntamento inaugurale di mercoledì 27 agosto (Auditorium Palacongressi, ore 21) prosegue il percorso iniziato dalla Sagra nell'edizione 2002, esplorando l'interazione tra i vari linguaggi della scena e dell'universo delle arti. Una serata in cui verrà presentata, nell'esecuzione dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI e Athestis Chorus (nella foto), diretti da György Györiványi Rath la "Dante-Symphonie" di Liszt per soprano, coro femminile e orchestra.

La serata sarà completata dall'esecuzione di "Francesca da Rimini" di Cajkovski.

La Sagra Musicale Malatestiana aveva già affrontato il tema nell'edizione del 1994, quando la "Dante-Symphonie" venne presentata contemporaneamente all'esposizione in scena di sette delle 27 tele raffiguranti episodi danteschi, con le quali Liszt aveva accettato di presentare la "prima" della sua Sinfonia in Italia. Stessa cosa in Germania a Dresda, con 27 quadri commissionati dall'autore a Bonaventura Genelli. Liszt aveva pensato ad una wagneriana opera d'arte totale da realizzarsi in forme precinematografiche, che avrebbe anticipato, con la costruzione di una sorta di diorama (a Roma) e di lanterna magica (a Dresda), per le immagini dantesche, le tecniche che poi saranno del cinema delle origini. La Sagra Malatestiana ha recuperato le immagini che verranno utilizzate per una ricostruzione virtuale in movimento del progetto originario che per motivi tecnici ( a Roma) e finanziari (a Dresda) Liszt non riuscì mai a completare. Nella serata riminese all'esecuzione musicale si affiancheranno le proiezioni virtuali su episodi della Divina Commedia curate dalla Stalker Video di Milano, con la consulenza di Guido Salvetti e la supervisione di Daniele Abbado, mentre la voce recitante di Massimo Popolizio interpreterà un testo di Piero Rattalino. Il coordinamento scenico è di Ezio Antonelli. La serata è realizzata con il contributo di Camera di Commercio e Petroltecnica. L'appuntamento inaugurale della Sagra sarà introdotto in un incontro sul tema "Il sogno multimediale dell'abate Liszt" con Massimo Popolizio, Piero Rattalino e Guido Salvetti, in programma lunedì 25 agosto alle ore 17 al Grand Hotel.

Per informazioni: tel. 0541/51351 - 23847