Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

10-12-2007

Il nuovo anno comincia con il kolossal della lirica

1 e 3 gennaio l'Aida di Giuseppe Verdi all'Auditorium di Rimini

A Rimini, unica città d’Italia ad aprire il nuovo anno con l’opera in scena, l’associazione culturale AttoPrimo, in collaborazione con il Comune di Rimini, presenta nelle date 1 e 3 gennaio 2008 la prima assoluta della spettacolare Aida di Giuseppe Verdi, per la regia di Ivan Stefanutti, con il Coro Lirico città di Rimini Amintore Galli e l’Orchestra Filarmonia Veneta “G.F. Malipiero” diretti dal M° Giovanni Di Stefano.

Il matinèe del primo gennaio (ore 17) con replica giovedì 3 alle (ore 20.30) si veste dei colori e dello sfarzo di un’opera grandiosa per suggestione musicale e potenza d’ambientazione, considerata il Kolossal della lirica, che ha come sfondo l’Egitto dei faraoni.

Sul palco dell’Auditorium Rimini ( via della Fiera 52) saranno impegnati oltre 250 artisti, fra solisti, coristi, orchestrali e comparse per dare voce alla prima assoluta del celebre dramma in quattro atti.

Rimini anche quest’anno entra a far parte di una coproduzione che vede impegnati cinque teatri italiani - Rovigo, Rimini, Novara, Livorno, Savona - uniti per un grande spettacolo.

Il Coro Lirico Amintore Galli, preparato e diretto dal M° Matteo Salvemini, insieme agli artisti di caratura internazionale del cast, sarà il Coro di Aida per tutta la durata della Tournee italiana.

Come ogni anno, l’Opera persegue un fine sociale, il ricavato netto verrà devoluto all’Istituto Oncologico Romagnolo per contribuire alla sua importante attività nei campi della ricerca, della prevenzione, della cura e dell’assistenza domiciliare 

•    Informazioni prevendita biglietti

C.so D’Augusto, 132 Rimini - tel. 0541 709971 - fax 0541 437373

Costo biglietti Platea Sett/A € 50,00 - B € 40,00 - C € 30,00 - Tribune Sett/D € 20,00

 

•            Titolo dell’Opera >            AIDA

•            Musica >                 Giuseppe Verdi

•            Libretto >               Antonio Ghislanzoni

•           Note >                                  Opera in quattro atti tratta da uno spunto di Auguste Mariette,                                                  rielaborato da Camille Du Locle in collaborazione con Verdi           

            Date >                                  1/3 Gennaio 2008

•            Orari >                                1 · h. 17,00 - 3 · h. 20,30

•            Luogo >                 Auditorium dei congressi della Riviera di Rimini (via della Fiera 52)

Trama

Gli etiopi stanno per attaccare la valle del Nilo e Tebe. Il giovane Radames spera di essere il il guerriero che guiderà gli eserciti egiziani contro gli invasori e di coprirsi di gloria per amore di Aida, schiava etiope. Quando Radames viene nominato comandante dell`esercito, Aida è combattuta tra l`amore che gli porta e il sentimento che la lega al padre e al suo popolo. Amneris, figlia del faraone, è innamorata di Radames, riesce però a nascondere la sua gelosia nei confronti della schiava.

Nel tempio di Vulcano Radames riceve da Ramfis, gran sacerdote, la spada consacrata e parte per la guerra. Amneris per capire i sentimenti di Aida, le dà il falso annuncio della morte di Radames; l`etiope non sa trattenere un grido di dolore e Amneris, ormai certa di averla rivale, le giura vendetta. Radames sconfigge gli etiopi e l`esercito egiziano sfila trionfalmente davanti al re. Radames, incoronato da Amneris, intercede a favore dei prigionieri, tra cui si trova Amonasro, padre di Aida. Il re accoglie la richiesta, ma poi, per le proteste dei sacerdoti, decide che Aida e suo padre vengano tenuti in ostaggio. Radames non può rifiutare le nozze con la figlia del faraone e Amneris, alla vigilia della cerimonia, si reca a pregare al tempio di Iside. Nel frattempo Amonasro, avendo scoperto l`amore reciproco tra la figlia e Radames, le impone di farsi rivelare dal giovane la strada che percorreranno gli egiziani in modo da consentire agli etiopi in rivolta di piombare sul nemico: poi, non visto, spia un colloquio dei due innamorati, nel corso del quale Radames svela ad Aida che l`esercito Egiziano attaccherà gli etiopi al passo di Napata ancora incustodito. Amonasro, esultante, esce allora dal nascondiglio: Radames, sbigottito, si rende conto di avere tradito senza volerlo il proprio paese. Sopraggiunge Amneris con Ramfis: Amonasro tenta di aggredirla ma Radames la protegge e si consegna al gran sacerdote per espiare il suo tradimento, sia pure involontario.

Amneris, sempre innamorata di Radames, si reca dal giovane, rinchiuso nel carcere, e lo esorta a rinunciare ad Aida, in cambio lei lo salverà. Ma Radames, incapace di vivere senza l`amata, intende invece espiare la propria colpa: condotto davanti al tribunale dai sacerdoti viene condannato ad essere sepolto vivo. Il giovane viene condotto al suo sepolcro, sulla cui apertura viene calata una grossa pietra; ma ecco apparire Aida che lo ha preceduto nel sotterraneo per morire al suo fianco. Serenamente affrontano insieme la crudele morte, mentre Amneris, nel tempio, leva il suo lamento.

Personaggi e interpreti:

Aida – Maria Carola

Radames – Cesare Catani

Amneris – Annamaria Chiuri

Amonasro – Gian Carlo Pasquetto

Ramphis – Enrico Iori (1 gennaio) Riccardo Zanellato (3 gennaio)

Re – Gian Paolo Battaglia

Messaggero – Roberto Carli

Sacerdotessa – Silvia Balistreri

A Rimini, unica città d’Italia ad aprire il nuovo anno con l’opera in scena, l’associazione culturale AttoPrimo, in collaborazione con il Comune di Rimini, presenta nelle date 1 e 3 gennaio 2008 la prima assoluta della spettacolare Aida di Giuseppe Verdi, per la regia di Ivan Stefanutti, con il Coro Lirico città di Rimini Amintore Galli e l’Orchestra Filarmonia Veneta “G." data-share-imageurl="http://www.riminiturismo.it/sites/riminiturismo/files/field/image/aidasito_4.jpg">