Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

20-01-2014

Colpo d'occhio su Fellinianno 2013 - programma completo

Una collana di eventi in omaggio a Federico Fellini per un anno denso di celebrazioni
Sotto la sigla di “Fellinianno 2013”, inaugurato simbolicamente nel novembre 2012 con l’apertura di una sala del Museo della Città riservata al Libro dei sogni, il Comune di Rimini organizza e promuove una collana di iniziative e di appuntamenti per ricordare il ventennale dalla scomparsa di Federico Fellini e per festeggiare i decennali de I vitelloni (60 anni), di 8 e ½ (50 anni), di Amarcord (40 anni) e di E la nave va (30 anni).
Pellicole che tracciano e fanno emergere nell’opera del Maestro una linea fortemente riminese: I vitelloni è il film dei congedi: alla provincia, al borgo, all’adolescenza; 8 e ½, nutrito dall’incontro con la psicoanalisi, è il film dell’assimilazione e dell’elaborazione artistica del passato e della sua memoria; Amarcord è, sotto certi aspetti, il film della riconciliazione e della riappacificazione con la terra d’origine; E la nave va, infine, segna il ritorno pubblico di Fellini nella sua città dove il film fu presentato in anteprima nazionale.

In particolare tra gennaio e dicembre 2013 i più diversi spazi e luoghi della città, istituzionali e informali, strutturati e instabili, hanno assistito all’accadere di eventi di memoria e di ispirazione felliniane: concerti, incontri, conversazioni, mostre, film, perfomance, balletti. Proiezioni di grande richiamo popolare si sono incrociati a momenti più raccolti di approfondimento; azioni specifiche e uniche si sono alternate ad episodi inseriti in calendari culturali da tempo consolidati o in proposte del tutto inedite; spettacoli in anteprima hanno dialogato con rivisitazione e riproposizioni; inaugurazioni di siti virtuali si sono avvicendati ad allestimenti tradizionali.

In autunno le iniziative, in alcuni casi, si sono congiunte all'agenda del “Capodanno più lungo del mondo”. Amici e collaboratori del Maestro si sono avvicendati a studiosi del suo cinema per offrire ricordi, testimonianze e approfondimenti. Anche l'edizione di “Amarcort film festival”, in novembre 2013, si è inserita nel palinsesto dell'ultimo segmento del Fellinianno 2013, che si è concluso il 20 gennasio 2014, giorno del compleanno del Maestro, con la proiezione di "Che strano chiamarsi Federico", l'ultimo film di Ettore Scola dedicato all'amico collega Federico Fellini.

Ripartire da Fellini è stato dunque, al di là delle ricorrenze celebrative, l’impegno di Fellinianno 2013.


Di seguito tutti gli eventi inclusi nel programma: dal 29 ottobre 2012 al 20 gennaio 2014:


lunedì 29 ottobre 2012
Anteprima Fellinianno 2013
Fellini/Garrone e il grande sogno
Mario Sesti, direttore del festival di Taormina e uno dei curatori di quello di Roma, coinvolge Matteo Garrone, già autore di Gomorra, in una proposta di rilettura dello Sceicco bianco a partire da Reality, il recente film del giovane regista romano, con il quale sembra condividere atmosfere, situazioni, personaggi e un certo sguardo favolistico, e per nulla moralistico, sulla mitologia popolare.
“Fellini/Garrone e il grande sogno” è il titolo di questa conversazione, introdotta da Francesca Fabbri Fellini come prologo alla visione de Lo sceicco bianco, esordio effettivo alla regia di Fellini, dopo l'esperienza in partenariato con Alberto Lattuada in Luci del varietà. Ad arricchire la serata, la proiezione di L'amorosa menzogna di Michelangelo Antonioni, un cortometraggio sul mondo dei fotoromanzi da cui il regista ferrarese trarrà il soggetto che Fellini, assieme a Tullio Pinelli, svilupperà nella sceneggiatura, appunto, del primo film tutto suo.

dal 29 ottobre 2012
Il Libro dei Sogni di Federico Fellini
in mostra al Museo della Città per Fellinianno 2013
In occasione del diciannovesimo anniversario della morte di Federico Fellini viene inaugurata una sala riservata al Libro dei sogni: i due album originali su cui Fellini ha appuntato e schizzato, dall'inizio degli anni sessanta al 1990, le invenzioni della sua fervida attività onirica, repertorio di figure, circostanze e temi che riaffioreranno e popoleranno i suoi film. Un diario notturno da cui tracima la sua inesauribile fantasia e che finalmente riemerge dal buio di un caveau per trovare ospitalità negli spazi del museo cittadino accanto ad altri preziosi reperti che cementano la memoria e l'identità riminesi.
I volumi sono conservati e protetti in due teche, ma in una postazione interattiva si può sfogliare l'edizione anastatica di Rizzoli, o quella digitale di Guaraldi.

mercoledì 31 ottobre 2012
Anteprima Fellinianno 2013
Il libro dei miei sogni in digitale - The Book of dreams

Torna protagonista Il libro dei sogni, non nella versione cartacea originale, ma in quella digitale integrale pubblicata con il titolo "Il libro dei miei sogni" dall'editore Mario Guaraldi, esploratore dei confini delle nuove tecnologie e della multimedialità applicate al patrimonio culturale.
Oltre alla illustrazione e alla dimostrazione delle potenzialità interattive dell'ebook, un collegamento da remoto, con un cicerone in formato avatar, consente di attivare, a partire dal Libro dei miei sogni, una navigazione in ambiente Second life. Contestualmente è presentata anche l'app per i/Pad de La mia Rimini.

Mercoledì 31 ottobre 2012
Anteprima Fellinianno 2013
Gérald Morin sul set di Roma
Gérald Morin, assistente di Fellini negli anni settanta, conversa con Giuseppe Ricci, archivista della Fondazione Fellini, intorno alla lavorazione di Roma. É una sorta di backstage in forma di dialogo sostenuto dalla proiezione in esclusiva di alcune scene non montate di Sulle tracce di Fellini, il documentario di Morin da poco ultimato e in attesa di essere selezionato al festival di Berlino.
La proiezione del film Roma, il cui primo episodio contiene situazioni e ambienti riminesi che torneranno in Amarcord, è preceduta dai tre spot che Fellini girò per Banca di Roma nel 1992 e che sono direttamente “prelevati” dal Libro dei sogni.

Giovedì 17 gennaio 2013
Fellinianno 2013 - percorsi tra moda e arte al Museo della Città
Evocazioni femminili dal sogno Felliniano
Veronika Aguglia incrocia "Il libro dei sogni" di Federico Fellin in uno degli appuntamenti con MUA.M, percorsi tra moda e arte nel Museo della Città, e ne evoca, attraverso le perfomance di Lucrezia Frenquellucci e Sara Bonvicini, lo straripante universo femminile.
L'esperienza si conclude con un aperitivo alla "Lavanderia ricircolo dei cervelli" (via Cavalieri 16), locale interno al museo, che esclusivamente a sostegno dell'iniziativa, propone l'aperitivo al costo di 4 euro.

Domenica 20 gennaio 2013
Fellinianno 2013
Buon Compleanno Federico - Work in Progress
La messa in mostra in ottobre 2012 de “Il libro dei sogni” nelle sale del Museo della Città, apre una serie d’iniziative dedicate a Federico Fellini. Il 2013 è affollato di coincidenze e celebrazioni: il ventennale della scomparsa del regista riminese e gli anniversari dei Vitelloni e di Agenzia matrimoniale (60 anni), episodio di Amore in città, di Otto e mezzo (50), di Amarcord (40) e de E la nave va (30).
WORK IN PROGRESS è un documentario confidenziale e colloquiale, una sorta di album di famiglia che Francesca Fabbri Fellini sfoglia in anteprima alla Cineteca del Comune di Rimini nel giorno in cui Federico Fellini avrebbe compiuto il suo novantatreesimo compleanno. Un viaggio di quasi un’ora in compagnia dei ricordi dei collaboratori storici del Maestro riminese: Tullio Pinelli, Bernardino Zapponi, l’amico Tonino Guerra, Tazio Secchiaroli, il paparazzo per antonomasia, il montatore Ruggero Mastroianni, fratello di Marcello, Peppino Rotunno, il direttore della fotografia, e il compositore Nicola Piovani.

Domenica 10 febbraio 2013
Fellinianno 2013 - Performance di danza al Teatro Ermete Novelli
Amarcord - balletto di Luciano Cannito liberamente ispirato all'omonimo film di Federico Fellini
In occasione del 40°anniversario del film Amarcord e del 20° anniversario della scomparsa di Federico Fellini, arriva a Rimini il balletto di Luciano Cannito, liberamente ispirato all'omonimo film del Maestro.
Dopo il debutto nel 1995 al Teatro San Carlo di Napoli, la performance è stata portata in scena con grande successo al Teatro alla Scala di Milano, al Metropolitan di New York e all'Orange County di Los Angeles.
La storia racconta di Fellini adolescente e della sua famiglia ed inserisce armoniosamente una galleria di piccoli ritratti (Gradisca, Volpina, la tabaccaia). Un viaggio in danza nell'Italia piccola, semplice e di provincia rivive sulla scena.
I primi ballerini, Rossella Brescia e Nicolò Noto, ballano sulle musiche di Nino Rota, Marco Schiavoni, Alfred Schnittke, Glenn Miller e di canzoni popolari degli Anni Trenta.

Sette appuntamenti dal 24 marzo al 23 maggio 2013
Fellinianno 2013 in Cineteca
Don't you like doc? Sezione dedicata a Fellini con film, incontri e conversazioni
Nel cartellone sono sette gli appuntamenti da marzo a fine maggio 2013 dedicati a Fellini. Il primo, domenica 24 marzo, è dedicato anche al grande amico del Maestro, il poeta Tonino Guerra, scomparso un paio d'anni fa. Sono proposti due documentari, "Il lungo viaggio" di Andreij Khrzhanovskij, sceneggiato da Guerra, e "Diario segreto di Amarcord", il divertente backstage firmato da due collaboratori di Fellini, Maurizio Mein e Liliana Betti.
La rassegna continua con uno speciale di poesia (e di bellezza) nell’immaginario felliniano, giovedì 28 marzo: "I clowns", un'inchiesta commissionata dalla Rai in cui Fellini, a zonzo tra Italia e Francia alla ricerca dei grandi interpreti dell'arte circense, s'abbandona ai ricordi, alcuni veri e molti inventati, della sua infanzia. A introdurre il film è Giuseppe Ricci, tra i più attenti e documentati studiosi italiani dell'opera del Maestro.
A Francesca Fabbri Fellini è affidata, martedì 9 aprile, l'appuntamento dedicato al film "8 ½". A proposito del capolavoro del 1963, è proposto "Un'ora (e ½) con il regista di 8 ½", la storica intervista di Sergio Zavoli, un altro grande amico di Fellini. Inoltre, viene proiettato anche il documentario "L'ultima sequenza" di Mario Sesti.
Giovedì 18 aprile Marco Bertozzi scorre le pagine di "Block-notes di un regista", una sorta di taccuino di lavorazione e un progetto più autobiografico e intimo di Fellini, ma che non fu mai convertito in pellicola, il film "mai fatto" più famoso della storia del cinema.
Nel calendario anche due incontri con Gianfranco Angelucci, che presenta i suoi documentari "Fellini nel cestino" (30 aprile) e "I protagonisti di Fellini" (14 maggio).
L'ultimo appuntamento della rassegna, il 23 maggio, propone il film documentario "Fellini: sono un gran bugiardo" di Damian Pettigrew.

Martedì 9 aprile 2013
Fellinianno 2013 in Cineteca
Un'ora (e 1/2) con il regista di 8 1/2 di Sergio Zavoli
La nipote del Maestro, Francesca Fabbri Fellini, introduce i due migliori documentari che mai siano stati dedicati a 8 ½ di Federico Fellini: Un'ora (e ½) con il regista di 8 ½, storica intervista di Sergio Zavoli, nella quale viene messo a fuoco, per la prima volta, il rapporto complesso di Fellini con la sua città d'origine, fonte diretta della sua ispirazione. L'altra è L'ultima sequenza di Mario Sesti, che ricostruisce, intervistando amici e collaboratori, il mistero della scena che avrebbe dovuto chiudere il film , ma che fu invece all'ultimo sostituita e di cui si sono perse le tracce.

Giovedì 25 aprile 2013
Festa della Liberazione - Fellinianno 2013 in Cineteca
Paisà di Roberto Rossellini
Nell'occasione del 25 aprile, Festa della Liberazione, la Cineteca del Comune di Rimini propone il film Paisà di Roberto Rossellini. É uno dei film più celebri della storia del cinema, non solo italiano. Racconta la Liberazione, a pochi mesi dalla sua conquista: sei microstorie che ripercorrono l'avanzata delle truppe alleate e la ritirata dell'esercito tedesco, dallo sbarco in Sicilia al ricongiungimento con i gruppi partigiani all'altezza del delta del Po. Sei episodi che compongono un mosaico di popoli e di gente che cercano, dopo la tragedia della guerra, di riconoscersi come concittadini, "paisà" appunto. La macchina da presa di Rossellini attraversa l'Italia ancora sconvolta e ridotta in rovine, offrendosi come il solo strumento possibile di trasformazione e di riscatto.
Paisà è un film decisivo anche per Federico Fellini. Non solo ne scrive la sceneggiatura, ma vi esordisce anche come regista, girando, al posto di Rossellini malato, una brevissima scena nell'episodio fiorentino. Un contributo al film, quello di Fellini regista, pressoché impercettibile, ma che ha il valore simbolico di un'investitura, con vent'anni d'anticipo, di poter manovrare la macchina da presa con la stessa libertà con cui uno scrittore maneggia la penna o un disegnatore la matita. Dopo Paisà, Fellini continua ancora a collaborare con Rossellini per qualche anno, ma oramai la rivelazione è avvenuta e la strada segnata. 

Martedì 30 aprile e martedì 14 maggio 2013
Fellinianno 2013 in Cineteca
Fellini nel cestino e I protagonisti di Fellini
Doppia zoomata su Federico Fellini in compagnia di Gianfranco Angelucci, collaboratore, sceneggiatore, amico di Fellini e autore di alcuni tra i primi e più significativi approfondimenti audiovisivi sull'arte cinematografica del Maestro. Di questi, sono in cartellone Fellini nel cestino e I protagonisti di Fellini, rispettivamente martedì 30 aprile e martedì 14 maggio: il primo segue una chiacchierata, tra reticenze e depistaggi, del regista riminese con Oreste del Buono a proposito di alcune scene di Amarcord, del Casanova e de Le notti di Cabiria girate ma poi tagliate e mai più montate; il secondo dà voce agli attori, coinvolti da Maurizio Porro in un ricordo dell'atmosfera festosa, scanzonata, da circo Barnum, dei set di Fellini: una serie di interviste brevi che abbozzano un profilo del regista e, insieme, una riflessione sull’arte della recitazione.

Giovedì 23 maggio 2013
Fellinianno 2013 in Cineteca
Fellini: sono un gran bugiardo di Damian Pettigrew

Ultimo appuntamento con la sezione del “Fellinianno” ospitata all'interno di “Don't you like doc?”, la rassegna dedicata al documentario, è con "Fellini: sono un gran bugiardo" di Damian Pettigrew (Francia 2002)
Il regista canadese spezza una sua lunga intervista al Maestro, raccolta solo un anno prima della morte, con brani di film, testimonianze, sequenze inedite e immagini di repertorio. Fellini parla della sua infanzia, dei suoi film, di quelli girati e di quelli solo scritti, della Rimini reale e di quella reinventata, del regista burattinaio e dell'attore marionetta; parla di arte e di cinismo, di memoria e di immaginazione, ma, soprattutto, di quella magica macchina di finzione, che è il cinema.

Venerdi 21, sabato 22 e domenica 23 giugno 2013
Festival del Mondo Antico per Fellinianno 2013
Fellini Midnight - tre grandi film del Maestro
Anche il “Festival del Mondo Antico” rende omaggio a Federico Fellini: tre capolavori del Maestro riminese accenderanno infatti le notti di questa nuova edizione del Festival dedicato, quest'anno, alla Via Emilia (e al suo 2200° anniversario).
Allo scoccare della mezzanotte cominceranno a scorrere i titoli di testa de La strada (venerdì 21), Fellini Satyricon (sabato 22) e Roma (domenica 23): tre congedi notturni ospitati in Cineteca e promossi in collaborazione con CSC – Cineteca nazionale.

Mercoledì 3 luglio 2013
Fellinianno 2013 Estate
Maurizio Nichetti presenta il film 8 ½ 50 anni dopo
8 ½ compie cinquant'anni, mezzo secolo di vita del film che ha rivoluzionato il corso della storia del cinema e influenzato generazioni di registi. Un’opera totalmente originale, senza precedenti né paragoni, ineguagliabile ma tra le più imitate: da François Truffaut in Effetto notte a Woody Allen in Stardust Memories; da Nanni Moretti in Sogni d’oro a Bob Fosse in All that Jazz; da Peter Greenway in 8 donne e ½ a Rob Marshall in Nine.
Mai prima di allora un regista aveva osato girare la macchina da presa verso se stesso e fatto della propria interiorità (e delle proprie contraddizioni) la materia di un suo film. Una confessione, ai limiti della spudoratezza, che è un ininterrotto flusso di coscienza dove fantasie, incubi, desideri e ricordi si rincorrono e si sovrappongono in maniera del tutto libera e disordinata per riconciliarsi e risolversi in un carosello finale che è un inno alla leggerezza della vita e la celebrazione della creatività artistica.
Ma 8 ½ è anche una tappa fondamentale nell'autobiografia che Fellini s'inventa e si costruisce di film in film, in quella sorta di “bella confusione” di memoria e immaginario, di sogno e realtà che è l’essenza stessa del suo mondo poetico: ne I clowns e in Roma ha raccontato gli anni dell’infanzia; in Amarcord e ne I vitelloni l’adolescenza e la giovinezza riminesi; in Intervista e ancora in Roma l’arrivo (e le prime esperienze) nella capitale; in 8 ½ la crisi di un regista alle prese con un film che non sa (e non vuole) più fare; ne Il Casanova la vecchiaia.
8 ½ è insieme la storia di una liberazione e di una riconquistata fiducia, il recupero di una vocazione e di un tempo perduto: un viaggio nell’anima, trasfigurata nel gioco della finzione cinematografica e mascherata nel suo stesso nome >AsaNIsiMAsa ()titolo dell'edizione 2013 della Notte Rosa).

Dal 3 luglio al 24 settembre 2013
Fellinianno 2013 Estate
Proiezioni, incontri e concerti in centro storico

Tra luglio e agosto, “Cinema sotto le stelle” e “Fellinianno 2013”, la rassegna estiva più attesa e il progetto annuale in ricordo di Federico Fellini, incrociano i loro palinsesti nella suggestiva cornice dell'ex convento degli Agostiniani: i 4 film di Fellini di cui ricorrono i decennali, I vitelloni, 8 ½, Amarcord e E la nave va, si inseriscono nella programmazione delle 30 tra le migliori pellicole della stagione appena conclusa. Film alla corte, ma non solo: sempre all'interno del complesso degli Agostiniani, ma in sala Pamphili, s'avvicenderanno alle proiezioni 7 incontri serali dedicati al Maestro: 7 momenti di approfondimento che assumeranno la forma ora di conversazione ora di conferenza ora di documentario.

Dal 7 al 28 luglio 2013
Fellinianno Estate 2013
Mostra di Milo Manara

Fra i progetti che animano il centro storico, c'è la mostra di Milo Manara, illustratore e artista del fumetto italiano
In mostra al Teatro Galli i disegni di due storie – Viaggio a Tulum e Il viaggio di G.Mastorna, detto Fernet – scritte da Federico Fellini e illustrate da Milo Manara. "Il viaggio di G. Mastorna detto Fernet" era in origine un soggetto cinematografico (per Vincenzo Mollica "il film non realizzato più famoso del mondo").
La mostra dei capolavori di Manara è accompagnata dall’installazione Il visionario è l’unico vero realista, un viaggio onirico di suoni, parole e immagini.
L'iniziativa è creata a cura di: Angela Piegari, Egisto Quinti Seriacopi, Sabrina Zanetti in collaborazione con Cartoon Club e Consorzio dei Saperi.

Giovedì 11 luglio 2013
Fellinianno 2013 Estate
Incontro con Donato Piegari e Claudio Widmann
L'incontro con Donato Piegari e Claudio Widmann dal titolo "Il sogno e la visione: la danza delle immagini tra Fellini e Jung" è il primo di sette incontri nel calendario dell’iniziativa "Fellinianno 2013 Estate”.
La rassegna estiva è parte del progetto annuale in ricordo di Federico Fellini, un ricco calendario per celebrare il grande Maestro nel ventesimo anno della sua morte.

Giovedì 18 luglio 2013
Fellinianno 2013 Estate
Mastorna, ovvero Ma si torna? Incontro con Ermanno Cavazzoni e Paolo Fabbri

La rassegna estiva nel progetto annuale in ricordo di Federico Fellini continua con un altro incontro dal titolo "Mastorna, ovvero Ma si torna?".
Relatori: Ermanno Cavazzoni e Paolo Fabbri

Martedì 23 luglio 2013
Fellinianno 2013 Estate
Fantasmi e caricature operistiche nel film E la nave va.

Appuntamento con Roberto Calabretto per parlare sul tema "Fantasmi e caricature operistiche nel film E la nave va".

Martedì 30 luglio 2013
Fellinianno 2013 Estate
Alessandro Baricco presenta il film - E la nave va - 30 anni dopo

Proiezione del film "E la nave va". Il film, presentato da Alessandro Baricco, celebra quest'anno l'anniversario di 30 anni.
Il film è ambientato in Italia nell'inzio del secolo scorso. E' una crociera-funebre in omaggio alla cantante lirica Edmea Tetua, le cui ceneri saranno disperse nel mare vicino l'isola Erimo dove lei è nata. E' però il 1914 e i cannoni della marina austro ungarica cambiano sorte e percorso alla nave e al suo carico....

Sabato 3 agosto 2013
Fellinianno Estate 2013
Ricordando Fellini - Incontro con Francesca Fabbri Fellini
L'incontro con Francesca Fabbri Fellini, nipote del grande regista, dal titolo "Ricordando Fellini", è uno dei sette incontri nel calendario dell’iniziativa "Fellinianno 2013 Estate”.
La rassegna estiva è parte del progetto annuale in ricordo di Federico Fellini, un ricco calendario per celebrare il grande Maestro nel ventesimo anno della sua morte.

Mercoledì 7 agosto 2013
Fellinianno 2013 Estate
Perchè Fellini ci è sempre più necessario - Incontro con Paolo Mereghetti

La rassegna estiva nel progetto annuale in ricordo di Federico Fellini continua con un altro incontro dal titolo "Perchè Fellini ci è sempre più necessario" con Paolo Mareghetti.

Lunedì 12 agosto 2013
Fellinianno 2013 Estate
Marco Lodoli presenta il film - I vitelloni - 60 anni dopo

Proiezione del film "I vitelloni". Il film, presentato da Marco Lodoli, celebra quest'anno l'anniversario di 60 anni.
Il film, del 1953, è ambientato in Italia e inscena l'atmosfera grigia della provincia (quelle strade notturne, per le quali echeggiano i canti e le battute sciocche dei vitelloni; quelle case povere, modeste o comode, in ogni caso onorate, in cui l'inutilità professionale di quei giovinastri trova rifugio ogni notte dopo l'ozioso girovagare; quel mare squallido; quei periodici sussulti di euforia artificiosa: la festa col concorso di bellezza, il veglione) ed alcune psicologie (quella del bellimbusto Fausto, quella del giullare Alberto, assai pittorescamente interpretato da Sordi, quella del "signorino" Moraldo) appaiono interpretate da un osservatore e psicologo assai acuto.

Domenica 18 agosto 2013
Fellinianno 2013 Estate
Geografia del soprannaturale: memoria e oblio a partire da Amarcord - Incontro con Umberto Curi
Altro appuntamento con la rassegna estiva nel progetto annuale in ricordo di Federico Fellini con un incontro dal titolo "Geografia del soprannaturale: memoria e oblio a partire da Amarcord " a cura di Umberto Curi.

Venerdì 23 agosto 2013
Fellinianno Estate 2013
Ivano Marescotti presenta il film - Amarcord - 40 anni dopo

Quest'anno il film "Amarcord" di Federico Fellini celebra il 40mo l'anniversario e per celebrarlo la rassegna "Fellinianno 2013 Estate" propone la proiezione della famosa pellicola felliniana, presentato da Ivano Marescotti.
Il film Amarcord, in dialetto romagnolo "a m'arcord", che vuol dire "io mi ricordo", è la chiave di tutta la poetica felliniana.
È il ricordo della giovinezza di Fellini e fatti vissuti ma trasfigurati dalla memoria. Il film è ambientato nel Borgo della sua Rimini dei ricordi. Un luogo che ha le caratteristiche della tipica cittadina italiana, con tutti i vizi e le virtù di un ambiente ristretto. Ci sono i luoghi come il centro storico sotto la neve, il mare, la nave Rex e soprattutto i personaggi come l'amico Titta, la Gradisca, Volpina e tanti altri. 

Sabato 24 agosto 2013
Fellinianno 2013 Estate
Sulle tracce di Fellini - proiezione di documentario e incontro con Gérarld Morin
La rassegna estiva nel progetto annuale in ricordo di Federico Fellini nel 20mo anniversario della sua morte, continua con l'incontro con Gérald Morin, assistente del regista Fellini negli anni '70. Segue la proiezione del documentario intitolato "Sulle tracce du Fellini" della stesso Morin (Svizzera, 2013).

Sabato 31 agosto 2013
Fellinianno Estate 2013
A tavola con Fellini: ricette da Oscar della sorella Maddalena - Incontro con Francesca Fabbri Fellini

La rassegna estiva nel progetto annuale in ricordo di Federico Fellini propone l'ultimo incontro nella Sala Pamphili: "Perchè A tavola con Fellini: ricette da Oscar della sorella Maddalena" con Francesca Fabbri Fellini, nipote del regista.
Segue in serata, alle ore 21, un evento nel cartellone della Sagra Musicale Malatestiana, "Omaggio a Fellini - Rota", un concerto tra musica e parole con Francesca Fabbri Fellini che racconta accompagnata da Françoise de Clossey al pianoforte e Mauro Maur con la tromba (c/o Teatro degli Atti). 

14 e 15 settembre 2013
Fellinianno 2013: La Catena di Zampanò
Premio Italiano Arte di strada

In occasione del ventesimo anniversario dalla scomparsa del maestro Federico Fellini, l'associazione culturale Teatro è libertà, insieme con i suoi collaboratori, è orgogliosa di organizzare il Premio Italiano per Artisti di strada, "La Catena di Zampanò".
L'iniziativa metti in palio una raffigurazione simbolica della catena di Zampanò, l'oggetto usato negli spettacoli dal protagonista del film di Fellini "La strada", oltre ad un premio in denaro.
Nelle due giornate di festa il centro storico si anima con gli spettacoli di giocolieri, maghi, acrobati, fachiri e saltimbanchi, ma non solo!
In programma anche concerti in piazza Cavour, stand di gastronomia, mercatino, senza dimenticare l'aspetto culturale dell'evento che prevede un'esposizione e una conferenza sul tema dell'arte di strada al giorno d'oggi.

Martedì 24 settembre 2013
Sagra Musicale Malatestiana per Fellinianno 2013
Recital Fellini - musiche di Rota, Verdi e Bach eseguiti da Andrea Bacchetti e Orazio Sciortino
Secondo appuntamento nel calendario della Sagra Musicale Malatestiana in occasione delle celebrazion per il ventesimo anniversario della morte di Federico Fellini.
Un appuntamento musicale appositamente ideato per Rimini con due giovani pianisti di straordinario e riconosciuto talento, Andrea Bacchetti e Orazio Sciortino.
Dall’originale versione per tastiera dei due Valzer, che Nino Rota inserì fra le musiche del film “Casanova”, Andrea Bacchetti costruisce il suo recital, concepito come un sorprendente percorso che lo porta ad incontrare Bach. Il pianista e compositore Orazio Sciortino s'ispira alle musiche verdiane che riecheggiano nel film “E la nave va” per creare un viaggio fra trascrizioni e parafrasi delle opere del genio di Busseto.

Dal 26 ottobre 2013 al 20 gennaio 2014
Secondo tempo. Fellinianno 2013 Autunno
Mostra: I disegni di Fellini dal Libro dei sogni
La mostra "I disegni di Federico Fellini dal Libro dei sogni" è realizzata da un'idea di Felice Laudadio ed è a cura di Francesca Fabbri Fellini
La mostra è una rassegna del “registro dei sogni” del Maestro; disegni, che in verità egli definiva “segnacci, appunti affrettati e sgrammaticati”. Hanno un valore inestimabile perché in grado di svelare i risvolti più profondi dell’universo onirico felliniano, quel deposito straordinario da cui l’autore ha tratto ispirazione per dare vita e forma ai suoi film.

Lunedì 28 ottobre 2013
Secondo tempo. Fellinianno 2013 Autunno
Proiezione del film Viva Fellini di Nevio Casadei
A poche ore dalla sua messa in onda in anteprima nazionale su RaiUno, viene proiettato in cineteca "Viva Fellini" (Italia 2013, 62'), il docufilm che il giornalista e autore televisivo Nevio Casadio ha realizzato montando materiali di repertorio e riprese dal vivo, interviste e filmati amatoriali, riflessioni e aneddoti. Un racconto a più voci che rincorre e rinviene le tracce profonde, iscritte sia nell’immaginario nazionale che nel discorso locale, dell’eredità felliniana, coinvolgendo collaboratori storici e giovani artisti.
Intervengono nella serata: l'autore, Nevio Casadei, la nipote di Fellini, Francesca Fabbri Fellini, e l'Assessore alla cultura, Massimo Pulini.

Martedì 29 ottobre 2013
Secondo tempo. Fellinianno 2013 Autunno
Lo sceicco bianco di Federico Fellini - Rassegna AlbertOne

Martedì 29 ottobre, in Cineteca (ore 21, ingresso libero), la sezione autunnale del “Fellinianno 2013” incrocia il primo appuntamento dell'omaggio che, sotto la sigla di AlbertOne, il San Marino Film Festival (16 - 23 novembre 2013) dedica all'attore romano Alberto Sordi, protagonista del primo grande film di Fellini, “Lo sceicco bianco” (1952),

31 ottobre, 1, 2 e 3 novembre 2013
Amarcort Film Festival 2013 per Fellinianno
Cortometraggi al Teatro degli Atti
Fellini diceva "Un linguaggio diverso è una diversa visione della vita". Amarcort Film Festival vuole essere proprio questo: uno spazio dedicato a giovani registi e produzioni indipendenti per raccontare storie, persone, emozioni. Nei suoi cinque anni di vita il festival è cresciuto ed è stato scelto dal Comune di Rimini come uno degli eventi per appoggiare la candidatura di Ravenna come Città Europea per la Cultura nel 2019. Amarcort, inoltre, è uno degli eventi di Fellinianno 2013, una serie d’iniziative e appuntamenti che il Comune di Rimini organizza in occasione del ventennale della scomparsa di Federico Fellini e degli anniversari de “I vitelloni”, “8 e ½”, “Amarcord” , “E la nave va” e “Agenzia matrimoniale".
Giovedì 31 ottobre è in programma la consueta mattinata riservata alle scuole di Rimini con proiezioni di cortometraggi con tematiche sociali. Nel pomeriggio iniziano le celebrazioni del calendario “Fellinianno” con la proiezione del film “Agenzia matrimoniale” (1953), l'episodio di 16 minuti tratto dal film “L'amore in città”.
Venerdì 1, sabato 2 e domenica 3 Novembre riprenderanno le proiezioni dei film finalisti di tutte le sezioni in gara. Le sezioni competitive per i cortometraggi sono: Amarcort, Gradisca e Fulgor con una new entry di quest'anno, Rex – sezione cortometraggi d'animazione. Italia, Francia, Germania, Spagna, Inghilterra, Francia, Iran, Stati Uniti, Tailandia, Belgio, Israele, Corea, Giappone, Cecoslovacchia, Messico, Australia, sono solo alcuni dei paesi dai quali sono pervenute le opere in concorso. Oltre ai finalisti quindi, non mancheranno le proiezioni di film fuori concorso che saranno suddivisi in: “Visioni dal mondo”, “Visioni dalla provincia” e “Sezione scuole”.
Per tutta la durata del festival è allestita la mostra fotografica dei finalisti al concorso fotografico “Paparazzo” nelle sezioni: “Mi ricordo", “Energia per le idee, idee per l'energia”, (in collaborazione con SGR Servizi), e quelle di tema libero.
La video sigla del festival 2013 è stata affidata alla riminese Alessia Travaglini.

Giovedì 31 ottobre 2013
Secondo tempo. Fellinianno 2013 Autunno
Ventesimo anniversario della scomparsa di Federico Fellini

Nel progetto annuale"Fellinianno 2013", per ricordare Federico Fellini nel ventesimo anniversario della sua scomparsa, il Comune di Rimini ha ideato un’intera giornata d’iniziative.
- ore 10.30 in Cineteca Comunale
La proiezione del film di Fellini "Agenzia matrimoniale" - 60 anni dopo.
In collaborazione con la Cineteca nazionale e Amarcort Film Festival.
- ore 12.00
Cerimonia di commemorazione al Cimitero Monumentale di Rimini.
- ore 18.00 al Teatro degli Atti
Inaugurazione della mostra "Fellini all'opera". La mostra rimane aperta fino al 6 gennaio 2014.
- ore 21.00 al Teatro degli Atti
Proiezione del film "In morte di Federico Fellini" di Sergio Zavioli.
Segue l'incontro con l'autore Sergio Zavoli con Piero Meldini e il Sindaco di Rimini, Andrea Gnassi.

Dal 31 ottobre 2013 al 20 gennaio 2014
Secondo tempo. Fellinianno 2013 Autunno
Mostra - Fellini all'opera

La mostra "Fellini all'opera" è inserita nella seconda parte del calendario di "Fellinianno 2013", il progetto annuale per celebrare il ventesimo anniversario della morte del grande Maestro Federico Fellini e per celebrare i decennali di alcuni suoi film. É allestita nel suggestivo Teatro Galli, l'antico teatro in fase di ristrutturazione, e coinvolge i vari corpi architettonici del teatro (foyer, scaloni d'onore, sala Ressi), percorrendone gli spazi e raccontando per frammenti di immagini e di altri elementi visivi il mondo felliniano. L'intero edificio viene interpretato come contenitore, proponendo suggestioni, rimandi e citazioni. All’interno di questa sorta di grande lanterna magica, interpreti e artisti dell’immagine, del suono e della parola riscrivono e reinventano foto, libri, costumi, filmati: una serie di azioni e interventi di cui saranno protagonisti con 5 installazioni: kinematictriptych - installazione visiva di David Loom; Federico Fellini. I libri - video e allestimento di Rosita Copioli; Le parti non vere - videoinstallazione di Diego Zuelli; Unfinished Fellini - regia Marco Bertozzi, riprese Massimo Salvucci, musicali e paesaggi sonori Andrea Felli; Il visionario è l’unico vero realista/2
Il progetto è di Angela Piegari e Andrea Felli.
L'ideazione degli elementi scenici e dell'allestimento è ad opera dello scenografo Mario Brattella in collaborazione con Erasmo Massetti e, per le ricerche d'archivio, Giuseppe Ricci.

Venerdì 22 novembre 2013
Secondo tempo. Fellinianno 2013 Autunno
Seguendo la nave di Fellini / il backstage

In Cineteca viene proposta un'edizione rimontata e restaurata del documentario "Seguendo la nave di Fellini / il backstage". Il film è stato girato da Ferruccio Castronuovo, collaboratore del regista riminese per oltre dieci anni, sul set di "E la nave va", seguendo, passo dopo passo, la genesi del film e riprendendo non solo Fellini all’opera, ma anche documentando e rendendo così giustizia al lavoro geniale dei suoi collaboratori impegnati a dare corpo, per mezzo di trucchi scenici e invenzioni tecniche, alla sua fantasia debordante. A ricordare quell’avventura, e quella anche di altre lavorazioni di cui fu testimone (La città delle donne, Ginger e Fred, Il Casanova), sarà lo stesso Castronuovo.

Venerdì 6 dicembre 2013
Secondo tempo. Fellinianno 2013 Autunno
Segreti e bugie di Federico Fellini - il libro di Gianfranco Angelucci

Gianfranco Angelucci, sceneggiatore di "Intervista" e amico di Fellini, presenterà il suo ultimo libro "Segreti e bugie di Federico Fellini". Raffaele La Capria ha commentato il libro sulle pagine del Corriere della sera, “un libro amoroso come questo [...] non lo aveva scritto nessuno con la stessa devozione”.
È il racconto, reso in modo colloquiale e con la freschezza di una cronaca in presa diretta, di quasi venticinque anni di frequentazione pressoché quotidiana, che resterà un testo di riferimento fondamentale per chi si vorrà in futuro accostare all’opera e alla vita del regista riminese. Un evento editoriale, che sarà l’appiglio per una conversazione tra l’autore e lo scrittore Marco Missiroli.

Domenica 15 dicembre 2013
Secondo tempo. Fellinianno 2013 Autunno
L’altro Fellini / il fratello Riccardo

Il cartellone di eventi dedicati a Fellini continua. A poche settimane dall'anteprima fuori concorso al Festival del cinema di Roma, il Teatro degli Atti ospiterà la proiezione de "L'altro Fellini" (italia 2013, 68'), il documentario con il quale il santarcangiolese Stefano Bisulli e il riminese Roberto Naccari mettono sotto i riflettori un Fellini che, per una volta, non è Federico il Grande ma il fratello più piccolo, Riccardo, le cui aspirazioni da regista, dopo l’esordio con Storie sulla sabbia, furono travolte dal peso di quel cognome così ingombrante. A parlare di questa loro lavoro, interverranno i due registi.

Venerdì 20 dicembre 2013
Secondo tempo. Fellinianno 2013
A m'arcòrd ad Amarcord - proiezione del film di Fellini
Una proiezione speciale di "Amarcord" di Fellini in occasione dei 40 anni dalla "prima" riminese del film che si tenne al Modernissimo giovedì 20 dicembre 1973. E' una delle opere più famose di Federico Fellini e narra il ricordo dell'infanzia del regista, così come recita il titolo stesso del film, “a m’arcord”, ovvero “io mi ricordo” in dialetto romagnolo. Ambientato nel 1933 in una Rimini ricostruita a Cinecittà, il film racconta i personaggi che popolavano la cittadina, le abitudini, i loro vizi, il fascismo e l’antifascismo.
La proiezione sarà introdotta da Gianfranco Miro Gori con un intervento dal titolo "Asarcurdem: il dialetto di Fellini e Guerra".

Sabato 21 dicembre 2013
Secondo tempo. Fellinianno 2013 Autunno
Rassegna Lingue di confine: Le lingue di Federico - conferenza spettacolo
L'ultimo appuntamento nel cartellone "Secondo Tempo. Fellinianno 2013 Autunno" ha luogo alla Domus del Chirurgo. La conferenza, "Le lingue di Federico", è messa in forma di spettacolo, a cura di Loris Pellegrini. Presenti nella serata: Mirco Gennari, Francesca Airaudo, Giorgia Penzo e Francesco Tonti. L'evento targato “Biblioterapia 2013" rientra nel progetto, nato da un’intuizione di Fabio Bruschi, “Lingue di confine”.

Martedì 31 dicembre 2013
Riminji, il Capodanno più lungo del mondo: Fulgor per una notte
Fellini al Fulgor: il teatro del sogno
Nella notte più lunga di un lungo anno felliniano le luci del cinema Fulgor si riaccendono ancora una volta e, tra le sue quinte in ristrutturazione, riprendono vita i protagonisti indimenticabili dei capolavori di Federico Fellini. Un cantiere eccezionalmente aperto, le cui scenografie si trasformano magicamente nel palcoscenico del sogno felliniano.
Orario: da mezzanotte alle 2.00; ingresso libero

Lunedì 20 gennaio 2014
Fellinianno - Buon Compleanno Federico
Che strano chiamarsi Federico di Ettore Scola
Rimini rende omaggio al Maestro nel giorno del suo compleanno con la proiezione di "Che strano chiamarsi Federico", un film del 2013 diretto da Ettore Scola, e scritto insieme alle figlie Paola e Silvia. Come lo stesso regista ha dichiarato, il film è "un piccolo ritratto di un grande personaggio": Federico Fellini. La trama del film, basato sui ricordi personali di Scola, si concentra in particolare sui primi anni della carriera di Fellini: il suo arrivo a Roma, gli inizi come vignettista nella redazione del Marc'Aurelio (dove conobbe tra gli altri proprio Scola), fino al suo primo approdo nel cinema come sceneggiatore.


Location: Cineteca, Corte degli Agostiniani, Teatro degli Atti, Sala Pamphili, Teatro Novelli, Sala Pamphili, Teatro Galli, Palazzo del Podestà, Sala del Giudizio.

I numeri: oltre 40 eventi, tra cui 13 film, 7 documentari, 12 incontri, 4 spettacoli, 3 mostre, un festival per artisti di strada e un concorso acui hanno partecipato circa 29.000 spettatori.