Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

18-04-2013

Alla Cineteca di Rimini prima visione de “La città ideale”

Domenica 21 aprile esordio alla regia di Luigi Lo Cascio che incontrerà il pubblico

In prima visione da sabato 20 aprile (ore 21), con repliche domenica 21 (ore 16.30 e 21) e mercoledì 24 aprile (ore 21), sarà proiettato nella Cineteca comunale di via Gambalunga 27, il film “La città ideale”, che segna l’esordio alla regia di Luigi Lo Cascio.

Lo Cascio, che del film è anche protagonista oltreché sceneggiatore, incontrerà il pubblico al termine della proiezione serale di domenica 21 aprile.

I giornalisti, che fossero interessati, possono contattare il produttore Riccardo Ciancarelli (338.1270336 / riccardo.bibifilm@gmail.com ) per concordare un'intervista telefonica oppure incontrare il regista alla Cineteca domenica 21 aprile alle ore 19.00


Trama
“Michele Grassadonia è un fervente ecologista. Molto tempo fa ha lasciato Palermo per trasferirsi a Siena, che lui considera, tra tutte, la città ideale. Da quasi un anno sta portando avanti un esperimento nel suo appartamento: riuscire a vivere in piena autosufficienza, senza dover ricorrere all’acqua corrente o all’energia elettrica. In una notte di pioggia, Michele rimane coinvolto in una serie di accadimenti dai contorni confusi e misteriosi. Da questo momento in poi, la sua esperienza felice di integrazione gioiosa nella città ideale comincerà a vacillare”

Premi
Il film ha vinto il Premio Vittorio De Sica per la miglior opera prima e il Premio Arca CinemaGiovani per il miglior film italiano alla Biennale di Venezia 2012

Luigi Lo Cascio
Nato a Palermo, studia recitazione all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio D'Amico. Nel 2000 esordisce al cinema con I cento passi del regista Marco Tullio Giordana, che lo dirigerà ancora nel film La meglio gioventù (2003). Nel 2005 scrive e interpreta il monologo NELLA TANA, tratto da un racconto di Franz Kafka. Nel 2006 partecipa allo spettacolo di Luca Ronconi IL SILENZIO DEI COMUNISTI.
Al cinema ha lavorato, tra gli altri, anche con Giuseppe Piccioni (Luce dei miei occhi e La vita che vorrei), Cristina Comencini (Il più bel giorno della mia vita e La bestia nel cuore), Andrea Porporati (Il dolce e l'amaro), Mario Martone (Noi credevamo) e Marco Bellocchio (Buongiorno, notte). Ha vinto un David di Donatello (I cento passi), una Coppa Volpi (Luce dei miei occhi) e, per il teatro, due premi UBU, nel 2005 e nel 2006.


Ingresso: 7 € intero 5 ridotto 
Info: tel. 0541.704302