Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Al Cinema Tiberio il nuovo film di Werner Herzog in prima visione, opere liriche e il teatro di Kenneth Branagh

10-10-2016

Al Cinema Tiberio il nuovo film di Werner Herzog in prima visione, opere liriche e il teatro di Kenneth Branagh

Lo and Behold: internet, il futuro è oggi di Werner Herzog

Al Cinema Tiberio di Rimini (via San Giuliano, 16) continuano gli appuntamenti con il cinema e la cultura. 

Giovedì 13 ottobre alle ore 19.15 (biglietti € 12, 00 interi, € 10,00 ridotti), in diretta via satellite dall’Opèra di Parigi, per la rassegna Opera Live è in programma l’opera Samson et Dalila di Camille Saint-Saëns, con Anita Rachvelishvili e Aleksandrs Antonenko, per la regia di Damiano Micheletto e la direzione orchestrale di Philippe Jordan.
“Tutti credevano che dovessi essere pazzo per tentare un soggetto biblico. Diedi un’audizione del secondo atto a casa mia, ma nessuno lo capì del tutto. Senza l’aiuto di Liszt, che non ne conosceva neppure una nota, ma che mi incaricò di finirlo e di allestirlo a Weimar, Samson non avrebbe mai visto la luce”. Così scrive Camille Saint-Saëns nelle sue Memorie Musicali (Musical Memories, Small, Maynard & Company, 1919, pp. 45) a proposito del suo capolavoro, che andò in scena per la prima volta proprio a Weimar il 2 dicembre 1877, al Grossherzogliches Theatre.
Nonostante la popolarità odierna, nei primi tempi Samson et Dalila non incontrò il favore del pubblico: arrivò in Francia solo il 3 marzo del 1890, al Théâtre des Artes di Rouen, per approdare nella capitale il 31 ottobre dello stesso anno, al Théâtre Lirique de l’Eden. Da lì in poi tutto cambiò: l’essere considerata un’opera “difficile” si trasformò in un vantaggio, e prima del 1900, Samson et Dalila vide ben 228 rappresentazioni all’Opéra di Parigi, dove ora ritorna dopo un quarto di secolo di assenza grazie a questa nuova produzione.

Venerdì 14 (ore 18 ed ore 21), sabato 15 (ore 18 e ore 21) e domenica 16 ottobre (ore 21) in prima visione, proiezione di Lo and Behold: internet, il futuro è oggi di Werner Herzog. una riflessione ormai necessaria e irrinunciabile sulla vita nell’epoca di Internet, un tema che ci riguarda sempre più da vicino in modi che a volte nemmeno immaginiamo. Sono passati meno di cinquant’anni dalla prima connessione in rete tra due computer, e poco più di venti dalla nascita del World Wide Web. In questo brevissimo lasso di tempo le tecnologie si sono evolute al punto che oggi anche solo il telefonino che abbiamo in tasca probabilmente è più potente del computer fisso che usavamo appena dieci anni fa.
Biglietti interi € 6,00, ridotti € 5,00.

Lunedì 17 ottobre alle ore 19.30 (biglietti € 12, 00 interi, € 10,00 ridotti), in diretta via satellite dalla Royal Opera House di Londra, per la rassegna Opera Live è in programma l’opera Così fan tutte di W.A. Mozart, nuova produzione del regista Jan Philipp Gloger con Semyon Bychkov a dirigere un cast di talenti giovani e promettenti (nei ruoli principali Corinne Winters, Angela Brower, Daniele Behle e Alessio Arduini). Il classico operistico di Mozart pone scottanti interrogativi sul tema della fiducia, mettendo alla prova due coppie di amanti. Per questa nuova produzione il regista Jan Philipp Gloger mette in scena nei due atti il ricco mondo teatrale in cui due uomini corteggiano ciascuno la donna dell’altro per una scommessa. Don Alfonso – il burattinaio che manovra questo esperimento d’amore – è infatti un direttore di teatro che utilizza tutte le scene, i materiali e gli espedienti a sua disposizione per inventare nuovi scenari volti minare la stabilità del sentimento degli innamorati.

Mercoledì 19 ottobre alle ore 20 (biglietti interi € 10,00, ridotti € 8,00) primo appuntamento con il teatro di Kenneth Branagh, trilogia di spettacoli registrati al Garrick Theatre di Londra diretti dall’attore-regista: in programma Il racconto d’inverno, la tragicommedia senza tempo di Shakespeare dedicata ai temi dell’ossessione e della redenzione in una nuova produzione co-diretta da Rob Ashford e Kenneth Branagh. Tra i protagonisti della pièce attori come Judi Dench in Paulina, Tom Bateman (Florizel), Jessie Buckley (Perdita), Hadley Fraser (Polissene), Miranda Raison (Hermione) e Kenneth Branagh nei panni di Leonte, il re che sembra avere tutto: potere, ricchezza, una famiglia amorevole e amici. Ma la sua folle gelosia metterà in moto una catena di eventi con conseguenze tragiche…

 

Per informazioni: Cinema Tiberio tel. 328/2571483 Programma completo su www.cinematiberio.it