Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

08-07-2014

Agostiniani 2014: cinema sotto le stelle

Nei mesi di luglio e agosto torna la rassegna cinematografica dell'estate riminese alla Corte degli Agostiniani
Ci hanno sorpreso e commosso; ci hanno fatto ridere, piangere e restare col fiato sospeso: sono le storie dei film che “Cinema sotto le stelle”, la rassegna organizzata dalla Cineteca comunale, riproporrà en plen air e, per la prima volta, in digitale, da lunedì 14 luglio (ore 21.30, ingresso 5 e 4,50 euro), nella corte dell'ex convento degli Agostiniani (via Cairoli 42).

Una trentina di titoli della stagione appena conclusa e due capolavori del cinema, entrambi premi Oscar: Ladri di biciclette di Vittorio De Sica (sabato 26 luglio), vertice del neorealismo, indicato e presentato dallo scrittore Marco Missiroli, e Le notti di Cabiria di Federico Fellini (sabato 9 agosto), un ricordo di Giulietta Masina a vent'anni dalla scomparsa; a introdurre la proiezione Gianfranco Angelucci, amico del genio riminese per oltre quattro lustri, sceneggiatore di Intervista e autore del recente Giulietta Masina attrice e sposa di Federico Fellini.

Alza il sipario, lunedì 14 luglio, il film italiano dell'anno, fresco trionfatore ai David di Donatello, Il capitale umano di Paolo Virzì; a seguire, nella prima settimana di programmazione: Il passato di Asghar Farhadi (martedì 15 luglio), Blue Jasmine di Woody Allen (giovedì 17 luglio) e La vita di Adéle di Abdel Kechiche (domenica 20 luglio): tre sguardi gettati sull'universo femminile da parte di autori che hanno fatto della scrittura cinematografica una scienza quasi esatta.

Tra i film in programma le due opere prime italiane più promettenti e di maggior successo della stagione: Smetto quando voglio di Sydney Sibilia (domenica 27 luglio), che recupera la lezione di Mario Monicelli e confeziona una sorta di “soliti ignoti” al tempo del precariato intellettuale giovanile; e La mafia uccide solo d'estate di Pif (sabato 2 agosto), che riesce a trovare un miracoloso punto di equilibrio tra denuncia e ironia. Il film, che ha fatto incetta di premi, sarà presentato da Cinemovel Foundation, che da anni promuove, assieme a “Libera” di Don Ciotti, il festival itinerante “Libero cinema in libera terra”.

Tengono alta la bandiera del cinema italiano (e il numero di film nostrani in cartellone) anche Le meraviglie di Alice Rohrwacher (giovedì 24 luglio), che ha incantato i giurati a Cannes, Allacciate le cinture, il ritorno di Ferzan Özpetek ai temi e all'ambientazione a lui più congeniali (domenica 17 agosto), e l'ultima, scatenata opera di Carlo Mazzacurati, La sedia della felicità (lunedì 11 agosto)

Non mancano (e non deludono) i giganti come Martin Scorsese e Roman Polanski: il primo torna agli anni Ottanta, riconvoca Leonardo Di Caprio e descrive ascesa e tonfo di uno yuppies in The Wolf of Wall Street (mercoledì 30 luglio); il secondo, con Venere in pelliccia (sabato 23 agosto), prosegue la sua feroce e impietosa disamina dei rapporti di coppia.

E ancora tanto cinema d'autore, opere insieme raffinate e popolari: Grand Budapest Hotel di quel genio strampalato e stralunato di Wes Anderson (mercoledì 23 luglio), Philomena di Stephen Frears con Judi Dench (martedì 5 agosto), 12 anni schiavo di Steve McQueen, Oscar 2014 come miglior film (domenica 10 agosto), Lei di Spike Jonze su amore virtuale e solitudine reale (martedì 12 agosto), A proposito di Davis dei fratelli Coen (mercoledì 13 agosto), Still Life di Uberto Pasolini (giovedì 14 agosto) e Locke di Steven Knight (lunedì 18 agosto) che ha trovato un grande (e insospettato) estimatore nel Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

Ma “Cinema sotto le stelle” guarda anche al cinema di genere e dunque evviva il mélo in costume con C'era una volta a New York di James Gray (domenica 3 agosto), il thriller con Prisoners di Denis Villeneuve (mercoledì 6 agosto), la commedia sentimentale con Le Week-end di Roger Michell, già regista dell'indimenticabile Notting Hill (mercoledì 20 agosto) e, in chiusura, il biografico con il principesco Grace di Monaco di Olivier Dahan (domenica 24 agosto).


Lunedì 14 luglio - domenica 24 agosto
ore 21.30 – ingresso 5 e 4,50 euro
Corte degli Agostiniani / via Cairoli 42