Prenotazione soggiorno

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 

05-08-2002

14 agosto, scatta il 'colpo di fulmine'

Sulla riviera di Rimini il più grande esperimento sui meccanismi della seduzione

La freccia di cupido fa colpo sulla stessa spiaggia e lo stesso mare: il 14 agosto 2002: a Rimini torna Focus con una nuova iniziativa capace di coinvolgere i turisti e di attirare l'attenzione dei media nazionali sulla Riviera.


Dopo l'esperienza dello scorso anno con la foto di gruppo a 2500 persone scattata dal satellite, si rinnova la collaborazione fra la capitale delle vacenze e la rivista Focus. Nello stesso giorno, 14 agosto, sulla spiaggia libera di Rimini (di fianco al porto canale), nel parco acquatico Aquafan e nella discoteca Peter Pan, si articolerà l'iniziativa "Colpo di fulmine - Il laboratorio del comportamento" che si annuncia come il più grande esperimento mai compiuto sul comportamento umano. 
Ed ad essere analizzato sarà un comportamento assolutamente in linea con le vacanze in Riviera: la seduzione, l’attrazione fra i due sessi, le ragioni che spingono alla scelta di un partner.

Protagonisti dell’esperimento saranno 400 ragazzi – 200 maschi e 200 femmine – dai 18 ai 28 anni che hanno aderito all’iniziativa compilando un modulo pubblicato da Focus (sono arrivate oltre 1200 richieste). Si tratta di un campione scientifico, rappresentativo dell’universo dei giovani di questa fascia di età. I ragazzi non si conoscono tra loro (provengono da tutt’Italia) e si vedranno a Rimini per la prima volta.

I ragazzi non dovranno far altro che divertirsi ma, mentre saranno impegnati in attività curiose e spettacolari guidate dagli animatori, saranno osservati da un gruppo di ricercatori dell’Università di Parma.

All’inizio della giornata, sulla spiaggia libera, i giovani parteciperanno anche alla verifica sperimentale di una formula matematica dal nome curioso: l’algoritmo del matrimonio stabile elaborato da Guido Caldarelli, fisico dell’Università di Roma, che sarà presente a Rimini. Si tratta di una formula che esprime “il grado di soddisfazione” (e quindi la stabilità) nella formazione di una coppia.  Lo scopo è quindi verificare se la formula nella realtà “funziona”. Il momento centrale di questo esperimento sarà intorno a mezzogiorno: ragazzi  e ragazze, fino a quel momento rigorosamente separati, si cercheranno per formare le coppie.

All’inizio della giornata ogni protagonista riceverà un kit formato da maglietta numerata (azzurra per i maschi, color sabbia per le femmine), cappellino, binocolo per poter meglio osservare l’altro sesso, una tessera che consente sconti e ingressi gratuiti nei locali della Riviera.

La giornata prosegue nel pomeriggio ad Aquafan: nessuna attività particolare ma i ragazzi saranno seguiti “discretamente” (hanno sempre la maglietta con il numero) dall’èquipe dell’Università di Parma. Stesso discorso dalle 19,30 alle 22 nella discoteca Peter Pan.