Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Notizie / 8 - 10 maggio 2020: arrivano gli alpini. La prima volta delle penne nere a Rimini, nel centenario dell'adunata nazionale

24-10-2019

8 - 10 maggio 2020: arrivano gli alpini. La prima volta delle penne nere a Rimini, nel centenario dell'adunata nazionale

93° Adunata Nazionale Alpini

Le penne nere arrivano per la prima volta in Riviera. Dall’8 al 10 maggio 2020 gli alpini hanno scelto infatti Rimini per il centenario dell’adunata nazionale.

Sarà un’edizione speciale e molto sentita del tradizionale appuntamento. Innanzitutto, perché proprio nella prossima primavera ricorrono i 100 anni dal primo raduno spontaneo degli alpini sul monte Ortigara, nel vicentino, teatro di una sanguinosa battaglia durante la 1^ Guerra mondiale. E poi perché già oggi, a distanza di quasi sette mesi dalla data scelta per le celebrazioni, si preannuncia una partecipazione record. Sono infatti oltre 1,2 milioni, secondo gli organizzatori dell’Associazione nazionale alpini (Ana), le presenze stimate nella tre giorni di maggio, tra iscritti e affezionati, in grado di generare un fine settimana da tutto esaurito.

Ogni adunata nazionale degli alpini ha un suo tema o motto. Quello scelto dal consiglio direttivo nazionale come filo conduttore dell’adunata 2020, la 93^ della serie, e degli altri appuntamenti che caratterizzeranno la vita dell’associazione nel corso dell’anno prossimo è “Pronti per altri 100 anni”.

L’adunata riminese vedrà la partecipazione alla sfilata finale dell’8 maggio di circa centomila penne nere, tra i circa 350 mila iscritti all’Ana, suddivisi in 110 sezioni, di cui 80 in Italia e 30 all’estero. Tra loro ci saranno anche i 4.500 iscritti alla sezione bolognese-romagnola dell’Ana “Angelo Manaresi”, presieduta da Vittorio Costa, che tra i propri membri annovera anche cittadini della Repubblica di San Marino. E proprio in omaggio alle lontane radici storiche della sezione bolognese-romagnola dell’Ana l’adunata 2020 è stata ufficialmente ribattezzata “Adunata nazionale alpini Rimini-San Marino”. Il Gruppo alpini di Rimini venne costituito nel 1934 e di esso hanno fatto parte, tra gli altri, Mario Balestrieri, presidente nazionale dell’Ana dal 1951 al 1956, e Nelson Cenci, medaglia d’argento al Valor Militare, che ha combattuto a fianco dello scrittore Mario Rigoni Stern nella campagna di Russia della Seconda Guerra mondiale.  

In attesa dell’appuntamento di maggio prossimo, la complessa macchina organizzativa si è già messa in moto per rispettare la tabella di marcia prefissata. Il prossimo appuntamento di rilievo in agenda è fissato per il weekend del 6-8 dicembre, quando Rimini ospiterà l’incontro tra la presidenza dell’Ana e gli oltre 4 mila capigruppo provenienti da tutt’Italia per delineare la road map dell’adunata 2020. 

Nell’occasione il presidente nazionale Favero incontrerà anche le autorità della Repubblica di San Marino (6 dicembre), mentre il giorno seguente l’Rds Stadium di Rimini ospiterà un convegno con esibizione finale della fanfara. Infine, domenica 8 dicembre cerimonia dell’alzabandiera presso l’arco di Augusto e, a seguire, sfilata per il centro cittadino sino al ponte di Tiberio.

Il solido legame che da sempre unisce l’Emilia-Romagna alle penne nere, in tante occasioni pronte ad offrire tutto il loro sostegno morale e, soprattutto, materiale alle popolazioni colpite dai più drammatici disastri naturali che hanno seminato lutti e distruzione in tutto il territorio regionale, sarà celebrato e riconosciuto nell'adunata che Rimini si onora di ospitare.