Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in riminireservation.it

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Artigianato

Artigianato

stampa a ruggine


Dal 1600 all’Antica stamperia Marchi di Santarcangelo si stampa la tela a ruggine, con gli stessi colori, metodi e cliché di legno, patrimonio di un’antica arte popolare decorativa. Alla tela viene dato poi il lustro con il Mangano a ruota di legno e pietre del seicento, l’unico per peso e dimensioni ancora esistente nel mondo. Quello della Stamperia Marchi di Santarcangelo è uno dei tanti prestigiosi luoghi in cui si può fare un’esperienza unica della tradizione dell’artigianato locale.

In tutto il territorio di Rimini e della sua provincia sono tante le botteghe, i laboratori e i negozi dove acquistare piccoli e grandi oggetti realizzati artigianalmente. Nel riminese sopravvive una bella tradizione di ceramiche artistiche e decorazioni di maioliche: piatti, vassoi, piccoli boccali, immagini votive e tanti altri pezzi unici. Ogni bottega ha il suo stile, elaborato in anni di lavoro: vale la pena andare a cercare questi indirizzi e curiosare un pò fra gli scaffali. A Montetiffi ad esempio, vicino Sogliano al Rubicone (FC), si producono le teglie in argilla per cuocere la mitica piadina romagnola. Nel territorio di Rimini – in città come nell'entroterra - si possono poi incontrare alcuni artigiani del ferro battuto. A colpi di martello realizzano piccoli e grandi capolavori, ma anche progetti su disegno del cliente. Un'occasione da tenere presente.
Una delle più famose produzioni artigianali del territorio è però quella da cui siamo partiti: le tele stampate a ruggine. Tovaglie, tovaglioli, grembiuli, tendine su cui campeggiano immagini di frutti, galli, tralci di vite e decorazioni tradizionali tipiche romagnole. Affascinante il procedimento per imprimere i disegni sui tessuti. La mistura utilizzata è ottenuta con ferro dolce ossidato, aceto di vino, acido nitrico, acetato di piombo, solfato di ferro, farina bianca di frumento. Gli stampi che vi si immergono e su cui sono impressi i vari disegni sono solitamente in legno di pero. Per portarsi a casa uno “scampolo” di Romagna basta recarsi in una delle botteghe che portano avanti questa antica tradizione. Ce ne sono a Cesenatico, Gambettola, Forlì, Santarcangelo di Romagna, Santa Sofia, Rimini, Bellaria, Cervia, Riccione. Una curiosità. In alcune di queste botteghe si possono ancora ammirare degli antichi mangani, attrezzi che servivano per “stirare” i tessuti prima di procedere con la decorazione. 

LINK

Area tematica: 
Data ultimo aggiornamento 14/09/2016 - 13:44